Maria a Medjugorje Messaggio del 25 maggio 1996:Cari figli! Oggi desidero ringraziarvi per tutte le vostre preghiere e i sacrifici che avete offerto in questo mese a me consacrato. Figlioli, desidero che anche tutti voi siate attivi in questo tempo che, attraverso di me, è unito al cielo in modo speciale. Pregate per poter capire che bisogna che voi tutti collaboriate, con la vostra vita e col vostro esempio, all'opera della salvezza. Figlioli, io desidero che gli uomini si convertano e vedano in voi me ed il mio figlio Gesù. Io intercederò per voi e vi aiuterò a diventare luce. Aiutate gli altri, perché, aiutandoli, anche la vostra anima troverà la salvezza. Grazie per avere risposto alla mia chiamata!

Richieste di preghiera

  • madonnina aiutami
  • Ave Maria
  • Per da
  • Per papa Francesco
  • Aiutami Mamma

Notizie

imgnewsLe numerose conversioni tra le popolazioni del nord alimentano la giovane Chiesa thailandese. Rispetto ai thai, esse manifestano una maggior apertura all'annuncio del Vangelo. Lingua e territorio rendono difficile il lavoro pastorale dei missionari.
imgnewsDal XIII Convegno Nazionale di Angelologia emerge la preziosità della loro missione al servizio del popolo di Dio.
imgnewsPer l'importanza dell'argomento e a causa di gravi equivoci generati dalle interpretazioni a proposito di una intervista concessa da monsignor Luigi Negri a un quotidiano, pubblichiamo le precisazioni fatteci pervenire dalla segreteria dell'arcivescovo emerito di Ferrara-Comacchio.
imgnews Il Papa è in Cile per il suo 22esimo viaggio apostolico e a dettare l'agenda è il consueto mix di scandali sessuali del clero e rivendicazioni sociali di minoranze etniche. Un "gioco" che fa comodo alla presidenta Bachelet, già molto considerata in Vaticano, per oscurare la vitalità della Chiesa andina e mascherare la sconfitta elettorale della izquierda revolucionaria. Ma c'è un Cile che con la vittoria di Piñera ha già svoltato e promette di cancellare la legge sull'aborto, vero convitato di pietra di questo viaggio.
imgnewsPadre Pio è noto per le tante esperienze mistiche che ebbe durante la preghiera. Una di queste ha implicato un incontro inaspettato con un’anima del Purgatorio. Un giorno, mentre stava pregando da solo, padre Pio aprì gli occhi e vide un uomo anziano in piedi. Rimase molto sorpreso dalla presenza di un’altra persona nella stanza, non riusciendo a spiegarsi come potesse essere entrato in convento a quell’ora della notte, visto che tutte le porte erano chiuse. Cercando di svelare il mistero, padre Pio chiese all’uomo chi fosse e cosa volesse.
imgnewsLa Santa Sede ha conferito l'onorificenza pontificia dell’Ordine equestre di San Gregorio Magno - fondato da papa Gregorio XVI nel 1831 - all'ex ministro olandese per il commercio estero e la cooperazione allo sviluppo Lilianne Ploumen (qui il primo resoconto pubblicato dal sito 1P5), nota per le sue iniziative a favore di aborto e delle rivendicazioni del mondo LGBT. L’onorificenza è assegnata solo a personalità cattoliche che si sono distinte per il servizio offerto alla Chiesa, alla Santa Sede e alla comunità locali. “In segno di apprezzamento e riconoscenza per il servizio prestato” si legge precisamente nell’Istruzione sul conferimento di Onorificenze Pontificie della Città del Vaticano del 13 maggio 2001.
imgnews E’ stata costituita ufficialmente il 12 gennaio al Viminale una “cabina di regia” congiunta Italia-Libia per contrastare la tratta degli esseri umani nel Mediterraneo. Nel frattempo, però, le cifre sull'arrivo di immigrati aumentano dall'inizio dell'anno. Gli sbarchi sono alimentati da imbarcazioni provenienti da Tunisia e Algeria.
imgnewsIn una notte di decessi violenti, il chirurgo Kathryn L. Butler capì che le ragioni umanitarie più nobili del proprio operare non reggevano il dramma della vita: "Perché curare se poi si muore? Perché soffrire?". Ma Dio usò la sua crisi per riportarla a sé, rispondendole con la guarigione di un uomo in stato vegetativo.
imgnewsPensava di essere fuori tempo massimo per riparare al suo errore più grande, di cui si era già pentita. Ma qualcosa, o Qualcuno, le ha fatto capire che c’era ancora speranza e lei è stata in grado di corrispondervi con tutta la sua buona volontà. Lisa, il nome è di fantasia, è una venticinquenne americana che nell’autunno del 2015 si era recata in un centro abortivo del Michigan per porre fine alla vita che custodiva nel suo grembo, attraverso l’aborto chimico. Vi era poi ritornata una settimana dopo aver assunto il mifepristone, l’anti-progestinico contenuto nella RU-486 (la pillola abortiva che il grande genetista francese Jerome Lejeune ha definito “pesticida umano”) e il cui scopo è inibire lo sviluppo dell’embrione, e quando aveva già ingerito anche la seconda pillola per indurre il travaglio ed espellere il bimbo senza vita. Vi era tornata perché, in mancanza delle attese contrazioni, aveva capito che qualcosa non aveva “funzionato”.
imgnewsNel dopo morte di Marina Ripa di Meana - “dopo morte” sostituisce i termini “funerali civili” o “esequie cristiane”, che non hanno avuto luogo -, al vedere le foto delle corna sulla bara ivi poste per volontà della defunta, ho provato una sensazione fortissima, frutto di contrasto tra due sensazioni contemporanee, proprio come capita nei libretti d’opera (ad es. «Di opposti affetti un vortice / già l’alma mia circonda»: Rossini, La donna del lago): un godimento estetico e un brivido di terrore generato dalla fede.
imgnews È stato da poco tradotto in italiano l’ultimo saggio della già fortunata autrice di “Gender Revolution. Relativismo in azione”. La saggista e giornalista tedesca ha mietuto eccellenti consensi, con i suoi lavori, tra cui primeggia quello del Papa Emerito, il quale l’ha qualificata di «impavida guerriera». Nel suo “La rivoluzione sessuale globale” non ci si contenta di un’analisi superficiale, ma si produce anzi una diagnosi radicale dei fenomeni. Introduzione di Caffarra.
imgnews “La verità è che la Chiesa perseguitata non si limita a sopravvivere, ma è attiva e vitale" si legge nel rapporto di Open Doors, l'associazione che monitora la persecuzione dei cristiani nel mondo. Nella sua World Watch List, la classifica negativa degli Stati persecutori, l'islam primeggia.
imgnewsL’Eucaristia si celebrava sempre alla fine di un servizio di letture, salmi, preghiere e prediche, che era una mera continuazione del servizio della sinagoga. È quella che in seguito è diventata nota come Liturgia dei Catecumeni. Seguiva quindi l’Eucaristia, alla quale erano presenti solo i battezzati.
imgnews«Nella mia vita ho capito che nulla accade per caso, che ogni nostro desiderio buono e ogni nostra aspirazione al bene viene da Dio e che lui dispone ogni cosa per la nostra felicità, anche terrena, se solo riusciamo ad affidarci a lui». Così Daniela Rosati, già volto noto di Mediaset e addirittura ex moglie del super manager del Milan Adriano Galliani che oggi vive nel sud della Svezia, a Vadstena, in una casa accanto al convento delle suore Brigidine, la cui spiritualità ha sposato ormai quasi quindici anni fa (Credere, 2014).
imgnewsUna repressione che è passata sotto traccia, silenziosa. Dodici morti, decine di feriti, dodici chierichetti arrestati, persino internet oscurato. Il bilancio delle manifestazioni dell’ultimo giorno del 2017 per i cattolici della Repubblica democratica del Congo è stato drammatico. Le immagini e i video di quelle giornate che circolano in queste ore sui social network fanno accapponare la pelle.
imgnewsUn abate affronta una delle questioni tabù del pensiero debole cattolico: esiste l'inferno? E' vuoto? E Giuda dov'è? Il viaggio termina con l'appello al Papa: proclamare un nuovo dogma in cui affermare che l'Inferno è popolato e che in esso vi è Giuda. Operazione simile quella di Rino Cammilleri che compie un ritratto psicologico dell'apostolo che tradì.
imgnewsLa Chiesa tedesca apre la partita per un riconoscimento delle “nozze” gay. Niente matrimonio, ma una benedizione. L'affondo dei pro family: “Il progressismo tedesco vuole cancellare tutto l’insegnamento cattolico e creare una religione nuova”.
imgnews Proteste in molte città, scontri, circa 400 arresti. In Tunisia ricomincia un'altra rivolta esattamente sette anni dopo la fuga dell'allora presidente Ben Alì. E torna lo spettro del fondamentalismo: individuati diversi jihadisti tra i manifestanti, timori per il supporto di alcuni paesi del Golfo. Appelli all'Europa perché non ripeta l'errore del 2011, quando favorì le vittorie degli estremisti.
imgnewsNel 2017, sui 2,48 miliardi di cristiani nel mondo, in 215 milioni – ossia un cristiano su dodici – hanno subito un grado di persecuzione classificabile in “da forte a estremo”, secondo l’ONG protestante Portes Ouvertes [Porte Aperte, N.d.T.], che pubblica un indice mondiale delle persecuzioni dei cristiani. Approfondiamo.
imgnewsIl fiume ormai ha rotto gli argini. L’“esempio” del pranzo in San Petronio ha dato origine ad una cascata di emulazioni, che stiamo documentando e che mai avremmo voluto documentare. E non si tratta di “effetti collaterali” di una buona terapia per sensibilizzare i cristiani all’amore concreto verso i poveri. Si tratta di effetti diretti, voluti, considerati come buoni. La conferma sta nel fatto che Bologna non lascia, ma raddoppia. E l’arcivescovo, Mons. Zuppi sorride e benedice.
Martedi, 16 gennaio 2018
(San Marcello)
ita   eng   esp   fra   ger   cro  

Cerca nel sito

Rosario on line