IL ROSARIO BIBLICO

(tratto dal sito

www. preghiereagesuemaria.it)

Presentazione

Gesù ci ha insegnato a dire “Padre Nostro”. La Chiesa ci insegna a rivolgerci a Maria come a ”nostra Madre” e mette il Rosario tra le mani di tutti i gli di Dio. Nella successione dei suoi misteri, il Rosario porta tutto il messaggio del Vangelo, o meglio, si può dire che il Rosario sia il Vangelo stes­so in azione. Queste pagine offrono un aiuto affinché la vita di tutti noi cristiani sia sempre più conforme agli inse­gnamenti del Vangelo. In particolare il Rosario Biblico è un sistema moderno di recitare il Rosario, seguendo una pratica in uso nell'Europa Occidentale verso la fine del Medioevo. Attraverso questo testo, anche i cristiani di oggi scopriranno come la gente del medioevo che questo metodo di meditazione può aiutare a pregare con ancora più devozione, perché quando la mente si fa più attenta al profondo messaggio dei misteri, è più facile apprezzarne il contenuto, seguire ciò che con­sigliano ed ottenere ciò che promettono.

BASE STORICA DEL ROSARIO BIBLICO

La storia dell'origine del rosario della Beata Ver­gine Maria, del suo sviluppo ed evoluzione nel corso dei secoli, è uno dei capitoli più interessanti e meno conosciuti nella storia della nostra fede. Un breve sguardo a questo curioso sviluppo storico mostrerà come il Rosario Biblico qui presentato sia in realtà molto simile alla forma che era usata da tutti coloro che lo pregavano, verso la fine del Medioevo.

Una trasformazione dei 150 Salmi

La maggior parte degli storici fa risalire le origi­ni del Rosario, così conte si conosce oggi, ai cosid­detti tempi oscuri dei secolo IX, nell'Irlanda del Nord. In quei tempi, come anche oggi, i 150 Salmi di Davide erano una delle più importanti forme di pre­ghiera monastica. Le persone laiche che vivevano nei pressi dei monasteri apprezzavano la bellezza di questa devo­zione. Ma poiché erano pochi quelli che sapevano leggere e scrivere al di fuori dei monasteri, e siccome i 150 Salmi sono troppa lunghi per essere imparati a memoria, i laici non riuscivano ad adattare questa forma di preghiera al loro modo di pregare. Verso l'anno 850 un monaco irlandese suggerì ai fedeli di recitare una serie di 150 Padrenostro al posto dei 150 Salmi. Non avrebbe infatti immaginato che questo semplice suggerimento era il primo passo verso quella che un giorno sarebbe diventata la pre­ghiera non liturgico più popolare della Cristianità. Al 'inizio, allo scopo di contare i  150 Padreno­stro, i fedeli portavano con sé 150 sassolini in picco­le borse di pelle. Ben presto passarono all'uso di cor­dicelle con 150 o 50 nodi e in cominciarono ad usare una specie di spago con 50 pezzetti di legno. Non molto tempo dopo, il clero e i laici in altre parti d'Europa cominciarono ad usare, come pre­ghiera ripetitiva, il Saluto dell'Angelo, che costituisce quasi tutta la prima parte della nostra Ave Maria. San Pier Damiani, che morì nel 1072, fu il primo a menzionare questa forma di preghiera. Poco tempo dopo, erano già in molti quelli che pregavano usando il Saluto dell'Angelo, mentre altri preferivano i 50 Padrenostro. Durante il secolo XIII cominciò a svilupparsi un'altra forma di preghiera che presto avrebbe dato al Rosario i suoi misteri. Molti teologi del Medioevo già da tempo avevano considerato i 150 Salmi come velate profezie sulla vita, la morte e la risurrezione di Gesù. Attraverso una profonda meditazione e un'abile interpretazione dei Salmi, alcuni di questi studiosi iniziarono a comporre i “Salteri di Nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo”. Questi erano una serie di 150 lodi in onore di Gesù basate sull'interpretazione dei 150 Salmi. Ben presto si composero anche "salteri" con 150 lodi dedicate a Maria. Quando un salterio di pre­ghiere Mariane includeva 50 invece di 150 lodi, veni­va comunemente chiamato "rosariurn", a mazzetto. Casì, durante il secolo XIII vi erano quattro salteri” distinti in uso nello stesso tempo: i 150 Padre­nostro, i 150 Saluti Angelici, le 150 lodi a Gesù e le 150 lodi o Maria. In un tempo in cui si davo così grande importanza all'unità, era forse inevitabile che queste quattro forme di preghiera venissero poi unificate.

I Certosini uniscono le preghiere e i misteri

Il primo passo versa l'unificazione di questi quattro tipi di salteri avvenne verso il 1365, quando Enri­co di Kalkar Visitatore dell' Ordine dei Certosini, raggruppò i 150 Saluti Angelici in decine e pose un Padre Nostro primo di ogni decina. In seguito, verso il 1409, un altro certosino, Domenico il Prussiano, scrisse un libro che univa un salterio di 50 pensieri sullo vita di Gesù e Maria ad un Rosario di 50 Ave Maria. Questa fu la prima volta che un pensiero speciale veniva offerto ad ogni recita dell'Ave Maria. Infine, i 50 pensieri di Domenico il Prussiano vennero divisi, come Enrico di Kalkar aveva, fatto, in gruppi di dieci con un Padre Nostro nel mezzo di ogni gruppo. Tra il 1425 e il 1470, si com­posero molte variazioni di questo tipo di preghiera, ma i cambiamenti furono graduali e non improvvisi.

I Domenicani popolarizzano i pensieri speciali dell'Ave Maria

Intorno al 1470, il domenicano Alan de Rupe fondò lo prima Confraternita del Rosario e così diede impulso all'Ordine dei Domenicani a diventare quel­la dei primi missionari del Rosario. Egli iniziò a chiamare Rosario “nuovo” quella con un pensiero speciale per ogni Ave Maria (la forma da lui preferi­ta), mentre chiamava Rosario vecchio” quella con le sole Ave Maria, senza nessun pensiero di meditazione. Grazie agli sfarzi di Alan de Rupe e dei primi Domenicani, questa forma di preghiera - 150 Ave Maria con un pensiero speciale per ognuna di esse - si diffuse rapidamente nel mondo cristiano acciden­tale. È importante notare che questa forma del Rosa­rio, quella promossa da Alan de Rupe con tanta suc­cesso come il Rosario di San Domenico, è il modello sul quale si basa il nuova Rosario Biblica: un Rosa­rio con un pensiero speciale per ognuno delle 150 Ave Maria. Però il secolo XV fu un'epoca di cambiamen­ti e la forma del Rosario medioevale, benché accolta con successo, fu gradualmente abbandonata man mano che il mando cristiano usciva dal Medioevo ed entrava nel Rinascimento.

COME PREGARE CON IL ROSARIO BIBLICO

Per la recita del Rosario Biblico si usa una comune corona del Santo Rosario.

Struttura di ogni decina: Enunciazione del mistero. Breve pausa di riflessione. Padre nostro. Lettura del versetto biblico e Ave Maria

(per ogni grano più piccolo). Gloria al Padre. Invocazioni. (pag. 19-21) Canto. Alla fine di ogni quinto mistero: Salve Regina e Litanie Bibliche o Lauretane.

Utilizzazione nei gruppi Questo sussidio si può utilizzare sia individualmente che in gruppo. Infatti ogni versetto biblico è suddivi­so in due parti da un asterisco per favorire una pre­ghiera più partecipata e dialogata, tra guida e assem­blea o tra i due cori.

 

INIZIO DEL ROSARIO BIBLICO

Nel nome del Padre e del Figlio e del/o Spirito Santo. Amen.

O Dio, vieni a salvarmi. Signore vieni presto in mio aiuto. Gloria al Padre.

Io Credo in Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra; e in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, (tutti si in inchinano) il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno risuscitò da morte; salì al cielo, siede alla destra di Dio Padre onnipoten­te: di là verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la santa Chiesa cattolica, la comunione dei Santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne, la vita eterna. Amen 

 

SEQUENZA DELLO SPIRITO SANTO.

Vieni, Spirito Santo, manda a noi dal cielo un raggio della tua luce. Vieni, padre dei poveri, vieni, datore dei doni, vieni, luce dei cuori. Consolatore perfetto; ospite dolce dell'anima, dolcissimo sollievo.  Nella fatica, riposo, nella calura, riparo, nel pianto, conforto. O luce beatissima, invadi nell'intimo il cuore dei tuoi fedeli. Senza la tua forza, nulla è nell'uomo, nulla senza colpa. Lava ciò che è sordido, bagna ciò che è arido, sana ciò che sanguina. Piega ciò che è rigido, scalda ciò che è gelido, drizza ciò che è sviato. Dona ai tuoi fedeli, che solo0 in te confidano, i tuoi santi doni. Dona virtù e premio, dona morte santa, dona gioia eterna. Amen.

 

 

MISTERI GAUDIOSI

Primo mistero. L'ANNUNCIO DELl'ANGELO A MARIA

 (breve pausa di riflessione)

Padre nostro.

L'Angelo Gabriele fu mandato da Dio... a una Vergine, * La Vergine si chiamava Maria. (Lc 1, 26-27)

Ave Maria

Ti saluto, o piena di grazia,* il Signore è con Te. (Lc I, 28}

Ave Maria

Ella rimase turbata* e si domandava che senso avesse un tale saluto. (Lc I, 29

Ave Maria

L'Angelo le disse: "Non temere, Maria,* perché hai trovato grazia presso Dio". (Lc 1, 30}

Ave Maria

Ecco, concepirai un Figlio, lo darai alla luce* e lo chiamerai Gesù. (Lc 1, 32-33)

Ave Maria

Sarà grande e chiamato Figlio dell'Altissi­e il suo regno non avrà fine. (Lc 1, 32-33) Allora Maria disse all'Angelo: "Come è pos­sibile?* Non conosco uomo". (Lc I, 34) Ave Maria

Lo Spirito Santo scenderà su di te,* su te stenderà la sua ombra la potenza dell'Altissimo. (Lc 1, 35) Ave Maria

Colui che nascerà sarà dunque Santo* e chiamato Figlio di Dio. (Lc 1, 35)

Ave Maria

Allora Maria disse: "Lccomi, sono la serva del Sigflore,* avvenga di Me quello che hai detto". (Lc 1, 38)

Ave Maria , Gloria al Padre

 "Gesù, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell'inferno, porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia".

La Madonna a Fatima (13 luglio 1917)

Mio Dio, credo, adoro, spero e ti amo. Domando perdono, per quelli che non credo­no, non adorano, non sperano e non ti amano Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spiri­to Santo: ti adoro profondamente e ti offro il preziosissimo Corpo, Sangue, Anima e Divi­nità di Gesù Cristo, presente in tutti i taber­nacoli del mondo, in riparazione degli oltraggi, sacrilegi, indifferenze con cui Egli è offeso. E per meriti infiniti del suo Sacra­tissimo Cuore e del Cuore Immacolato di Maria ti domando la conversione dei poveri peccatori (l'Angelo della Pace ai tre bambini di Fatima, nel 1917)

INVOCAZIONI:

Lodato sempre sia. Il santo nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria.

Regina della Pace, Prega per noi.

San Giuseppe, Prega per noi.

San Michele Arcangelo, Prega per noi.

Canto:

MAGNIFICAT Il canto della Vergine Maria (Lc 1,4(-55) (Indulgenza parziale)

Il Magnificat è l'unica preghiera e l'unica opera composta dalla Vergine santa, o meglio composta in lei da Gesù, dato che parlava per bocca di lei. E' il più grande sacrificio di lode che Dio abbia ricevuto nella Legge della grazia. E' il cantico più umile e più riconoscente e insieme più sublime e più elevato di tutti. I misteri che racchiude sono cose, grandi e nascosti, che gli angeli stessi non li conoscono tutti.

 

"L'anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, perché ha guardato l'umiltà della sua serva. D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata. Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente e Santo è il suo nome: di generazione in generazione la sua miseri­cordia si stende su quelli che lo temono. Ha spiegato la potenza del suo braccio, ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore; ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili. Ha ricolmato di beni gli affamati, ha rimandato i ricchi a mani vuote. Ha soccorso Israele, suo servo, ricordandosi della sua misericordia, come aveva promesso ai nostri padri, ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre". Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

 

 

Secondo mistero: LA VISITA DI MARIA AD ELISABETTA

(breve pausa di riflessione)

Padre nostro

In quei giorni Maria si mise in viaggio

verso la montagna,.. * Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisa­betta. (Lc 1, 39-49) Ave Maria

Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino le sussultò in grembo.* Elisabetta fu piena di Spirito Santo. (Lc 1, 41)

Ave Maria

Esclamò a gran voce: "Benedetta tu fra le donne* e benedetto il frutto del tuo grembo". (Lc 1, 42)

Ave Maria

Beata Colei che ha creduto* nell'adempimento della parola del Signore. (Lc 1, 45}

Ave Maria

Allora Maria disse: “L'anima mia magnifica Signore,... perché ha guardato l'umiltà della sua serva". (Lc 1, 46-48)

Ave Maria

D'ora in poi tutte le generazioni mi chiame­ranno beata,* grandi cose ha fatto in me l'onnipotente. (Lc 1, 48-49)

Ave Maria

Santo è il suo nome:* di generazione in generazione la sua miseri­cordia si stende su quelli che lo temono. (Lc 1, 49-50)

Ave Maria

Ha rovesciato i potenti dai troni,* ha. innalzato gli umili. (Lc 1, 52)

Ave Maria

Ha ricolmato di beni gli affamati,* ha rimandato a mani vuote i ricchi. (Lc I, 53)

Ave Maria

Come aveva promesso ai nostri padri, * ad Abramo e alla sua discendenza, per sem­pre. (Lc 1, 55)

Ave Maria, Gloria al Padre

Gesù, perdona le nostre colpe (pag 4 Mio Dio (pag. 4) Invocazioni (pag. 4) Canto.

 

 

Terzo mistero. LA NASCITA DI GESÙ A BETLEMME

(breve pausa di riflessione)

Padre nostro

Mentre si trovava a Betlemme,* si compirono per lei i giorni del parto. (Lc 2, 6)

Ave Maria

Diede alla luce il suo Figlio primogenito,* lo avvolse in fasce. (Lc 2, 7)

Ave Maria

E lo depose in una mangiatoia,* perché non c'era posto per loro nell'albergo. (Lc 2, 7)

Ave Maria

C'erano in quella regione alcuni pastori, *... Un angelo del Signore si presentò davanti a loro. (Lc 2, 8-9)

Ave Maria

Non temete, ecco vi annunzio una grande gioia,* che sarà di tutto il popolo. (Lc 2, 19)

Ave Maria

Oggi è nato nella città di Davide un Salvatore,* che è il Cristo Signore. (Lc 2,11)

Ave Maria

Gloria a Dio nel più alto dei cieli* e pace in terra agli uomini che egli ama. (Lc2, 14)

Ave Maria

Alcuni Magi giunsero da oriente.. * Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, e prostratisi, lo adorarono. (Mt2, 1.11)

Ave Maria

Poi aprirono i loro scrigni * e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra. (Mt 2, 11)

Ave Maria

Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose,* meditandole nel suo cuore. (Lc 2, 19)

Ave Maria, Gloria al Padre

Gesù, perdona le nostre colpe (pag 4) Mio Dio (pag. 4) Invocazioni (pag. 4)

Canto.

 

 

Quarto mistero: LA PRESENTAZIONE DI GESÙ AL TEMPIO

(Breve pausa di riflessione)

Padre nostro

Secondo la Legge di Mosè, portarono il bam­bino a Gerusalemme, * per offrirlo al Signore. (Lc 2, 22)

Ave Maria

A Gerusalemme c'era un uomo di nome Simeone, * uomo giusto e timorato di Dio. (Lc. 2, 25)

Ave Maria

Lo Spirito Santo, che era sopra di lui, gli aveva preannunziato che non avrebbe visto la morte* senza prima aver veduto il Messia del Signo­re. (Lc 2, 26)

Ave Maria

Mentre i genitori portavano il bambino Gesù per adempiere la Legge, lo prese tra le braccia* e benedisse Dio. (Lc 2, 27-28)

Ave Maria

Ora lascia, o Signore, che il tuo servo vada in pace, * secondo la tua parola. (Lc 2, 29)

Ave Maria

Perché i miei occhi hanno visto la tua sal­vezza, * preparata da te davanti a tutti i popoli (Lc 2, 30)

Ave Maria

Luce per illuminare le genti* e gloria del tuo popolo Israele. (Lc 2, 32)

Ave Maria

Simeone... parlò a Maria: "Egli è qui per la rovina e la risurrezione di molti in Israele,* segno di contraddizione". (Lc 2, 34)

Ave Maria

"Perché siano svelati i pensieri di molti cuori.* E anche a te una spada trafiggerà l'a­nima". (Lc 2, 35)

Ave Maria

Fecero ritorno a Nazaret. Il Bambino cresce­va e si fortificava pieno di sapienza,* e la grazia di Dio era sopra di lui. (Lc 2, 39-49)

Ave Maria, Gloria al Padre

Gesù, perdona le nostre colpe (pag.4) Mio Dio (pag. 4) Invocazioni (pag. 4)

Canto

CANTICO DI ZACCARIA

Il Messia e il suo Precursore (Lc 1,68-79)

 Benedetto il Signore Dio d'Israele, * perché ha visitato e redento il suo popolo, e ha suscitato per noi una salvezza potente * nella casa di Davide, suo servo, come aveva promesso * per bocca dei suoi santi profeti d'un tempo: salvezza dai nostri nemici, * e dalle mani di quanti ci odiano. Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri * e si è ricordato della sua santa alleanza, del giuramento fatto ad Abramo, nostro padre, * di concederci, liberati dalle mani dei nemici, di servirlo senza timore, in santità e giustizia * al suo cospetto, per tutti i nostri giorni. E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell'Altissimo * perché andrai innanzi al Signore a preparargli le strade, per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza * nella remissione dei suoi peccati, grazia alla bontà misericordiosa del nostro Dio, * per cui verrà a visitarci dall'alto un sole che sorge, per rischiarare quelli che stanno nelle tene­bre * e nell'ombra della morte e dirigere i nostri passi * sulla via della pace.

 

 

Quinto mistero: IL RITROVAMENTO DI GESÙ AL TEMPIO

(Breve pausa di riflessione)

Padre nostro

Quando egli ebbe dodici anni, salirono a Gerusalemme,* secondo l'usanza. (Lc 2,42)

Ave Maria

Trascorsi i giorni deHa festa, mentre ripren­devano la via del ritorno, il fanciullo Gesù rimase a Gerusalemme* senza che i genitori se ne accorgessero. (Lc 2, 43)

Ave Maria

Tornarono in cerca di lui a Gerusalemme.* Dopo tre giorni lo trovarono nel tempio. (Lc 2, 45-46)

Ave Maria

Era seduto in mezzo ai dottori,* mentre li ascoltava e li interrogava. (Lc 2, 46)

Ave Maria

E tutti quelli che l'udivano erano pieni di stu­pore * per la sua intelligenza e le sue risposte. (Lc 2, 47)

Ave Maria

"Figlio, perché ci hai fatto così?* Ecco, tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo". (Lc 2, 48)

Ave Maria

"Perché mi cercavate?* Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?". (Lc 2, 49)

Ave Maria

Ma essi non compresero * le sue parole. (Lc 2, 50)

Ave Maria

Partì dunque con loro e tornò a Nazaret* e stava loro sottomesso. Sua madre serbava tutte queste cose nel suo cuore. (Lc 2, 51)

Ave Maria

E Gesù cresceva in sapienza, età e grazia, * davanti a Dio e agli uomini. (Lc 2, 52)

Ave Maria, Gloria al Padre

Gesù, perdona le nostre colpe (pag. 4) Mio Dio (pag. 4) Invocazioni (pag. 4)

Salve Regina (pag. 15) Litanie Bibliche (pag. 16) oppure Litanie Lauretane (pag. 17) Canto

 

 

MISTERI DOLOROSI

 Primo mistero: GESÙ IN AGONIA AL GETSEMANI

(Breve pausa di riflessione)

Padre nostro

Gesù andò con loro in un podere, chiamato Getsemani… * e cominciò a provare tristezza e angoscia. (Mt 26, 36-37)

Ave Maria

Disse loro: “La mia anima è triste fino alla morte; * restate qui e vegliate con me”. (Mt 26, 38)

Ave Maria

Poi si allontanò da loro* quasi un tiro di sasso e inginocchiatosi, pre­gava. (Lc 22, 42}

Ave Maria

Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! * Tuttavia non sia fatta la mia, ma la tua volontà. (Lc 22, 42)

Ave Maria

Gli apparve allora un angelo dal cielo* a confortarlo. (Lc 22, 43)

Ave Maria

In preda all'angoscia,* pregava più intensamente. (Lc 22, 44)

Ave Maria

E il suo sudore diventò come gocce di sangue* che cadevano a terra. (Lc 22, 44}

Ave Maria

Poi tornò dai discepoli e li trovò che dormi­vano.* E disse a Pietro: "Così non siete stati capaci di vegliare un'ora sola con me?". (Mt 26, 49)

Ave Maria

"Vegliate e pregate,* per non cadere in tentazione". (Mt 26, 41)

Ave Maria

"Lo Spirito è pronto,* ma la carne è debole". (Mt 26, 41)

Ave Maria, Gloria al Padre

Gesù, perdona le nostre colpe (pag 4) Mio Dio (pag. 4) Invocazioni (pag. 4)

Canto

 

 

Secondo mistero:  GESÙ È FLAGELLATO

(Breve pausa di riflessione)

Padre nostro

Misero in catene Gesù, lo condussero e lo consegnarono a Pilato.* Allora Pilato prese a interrogano: “Sei tu il Re dei Giudei?”. (Mc 15, 1-2)

Ave Maria

Rispose Gesù: "Ti mio Regno non è di que­sto mondo;...* Tu lo dici; io sono re". (Gv 18, 36-37)

Ave Maria

"Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo: per rendere testimonianza alla verità.* Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce". (Gv 18, 37)

Ave Maria

Gli disse Pilato: "Che cos'è la verità?"* E detto questo uscì di nuovo verso i Giudei e disse loro: "Io non trovo in Lui nessuna colpa". (Gv 18, 38)

Ave Maria

Allora Pilato fece prendere Gesù * e lo fece flagellare. (Gv 19, 1)

Ave Maria

Disprezzato e reietto dagli uomini,* uomo dei dolori che ben conosce il patire. (Is 53, 3)

Ave Maria

Maltrattato si lasciò umiliare* e non aprì la sua bocca, era come un agnello condotto al macello. (Is 53,7)

Ave Maria 

Egli è stato trafitto per i nostri delitti, * schiacciato per le nostre iniquità. (Is 3, 5)

Ave Maria

Egli si è caricato delle nostre sofferenze, * si è addossato i nostri dolori. (Is 53, 4)

Ave Maria

Il castigo che ci dà salvezza si è abbattuto su di lui;* per le sue piaghe noi siamo stati guariti. (Is 53, 5)

Ave Maria, Gloria al Padre

Gesù, perdona le nostre colpe (pag. 4) Mio Dio (pag. 4) Invocazioni (pag. 4)

Canto

 

 

Terzo mistero:  GESÙ È CORONATO DI SPINE

 (breve pausa di riflessione)

Padre nostro

Allora i soldati del governatore condussero Gesù nel pretorio... * spogliatolo, gli misero addosso un manto scarlatto. (Mt 27,27-28)

Ave Maria

E intrecciata una corona di spine gliela pose­ro sul capo,* con una canna nella destra. (Mt 27, 29)

Ave Maria

Poi, mentre gli si inginocchiavano davanti,* lo schernivano: "Salve re dei Giudei". Mt 27, 29)

Ave Maria

E sputandogli addosso,* gli tolsero di mano la canna e lo percuotevano sul capo. (Mi 27, 30)

Ave Maria

Gesù uscì,* portando la corona di spine e il mantello di porpora. (Gv 19, 5)

Ave Maria

Pilato disse loro: "Ecco l'uomo!".* Al vederlo i sommi sacerdoti e le guardie gridarono: "Crocifiggilo, crocifiggilo !". (Gv 19, 6)

Ave Maria

Pilato disse ai Giudei: "Ecco il vostro re" * Ma quelli gridarono "Via, via, crocifiggilo!". (Gv 19, 14-15)

Ave Maria

Disse loro Pilato: "Metterò in croce il vostro re" * Risposero i sommi sacerdoti: "Non abbiamo altro re all'infuori di Cesare". (Gv 19, 15)

Ave Maria

Pilato, presa dell'acqua, si lavò le mani davanti alla folla *: "Non sono responsabile - disse - di questo sangue; vedetevela voi!". (Mt 27,24)

Ave Maria

Allora lo consegnò loro * perché fosse crocifisso. (Gv 19, 16)

Ave Maria, Gloria al Padre

perdona le nostre colpe (pag. 4) Mio Dio (pag. 4) Invocazioni (pag 4)

Canto

 

 

Quarto mistero: GESÙ PORTA LA CROCE AL CALVARIO

(breve pausa di riflessione)

Padre nostro

Se qualcuno vuoi venire dietro a me, * rinneghi se stesso. (Lc 9, 23)

Ave Maria

Prenda la sua croce ogni giorno* e mi segua. (Lc 9, 23)

Ave Maria

Portando la croce,* si avviò verso il luogo del ebraico Gòlgota. (Gv, 19.17)

Ave Maria

Costrinsero un tale che passava, un certo Simone di Cirene. .. * a portare la croce. (Mc 15, 21)

Ave Maria

Prendete il mio giogo sopra di voi* e imparate da me. (Mt 11,29)

Ave Maria

Che sono mite e umile di cuore*, e troverete ristoro per le vostre anime. (Mt 11,29)

Ave Maria

Il mio giogo infatti è dolce e il mio carico leggero. (Mt 11,30)

Ave Maria

Lo seguiva una gran folla di popolo* e di donne che si battevano il petto e facevano lamenti su di lui. (Lc 23,27)

Ave Maria

Ma Gesù, voltandosi verso le donne, disse: “Figlie di Gerusalemme, non piangete su di me,* ma piangete su voi stesse e sui vostri figli”. (Lc 23,28)

Ave Maria

Venivano condotti insieme con lui anche due malfattori* per essere giustiziati. (Lc 23,32)

Ave Maria, Gloria al Padre

perdona le nostre colpe (pag. 4) Mio Dio (pag. 4) Invocazioni (pag 4)

Canto

 

 

Quinto mistero: GESÙ MUORE IN CROCE

(breve pausa di riflessione)

Padre nostro

Quando giunsero al luogo detto Cranio, * crocifissero lui e i due malfattori, uno a destra e l'altro a sinistra. (Lc 23,33)

Ave Maria

Gesù diceva: "Padre, perdonali,* perché non sanno quello che fanno". (Lc 23,34)

Ave Maria

Uno dei malfattori... disse: "Gesù, ricordati di me* quando entrerai nel tuo Regno. Gli rispose: "In verità ti dico, oggi sarai con me nel paradiso". (Lc 23,39.42-43)

Ave Maria

Stavano presso la croce di Gesù sua madre... * e il discepolo che egli amava. (Gv 19, 25-26)

Ave Maria

Gesù allora... disse alla Madre: "Donna, ecco il tuo figlio!”* Poi disse al discepolo: "Ecco la tua madre". (Gv 19,26-27)

Ave Maria

Gesù gridò con voce forte... * "Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbando­nato?". (Mc 15,34)

Ave Maria

Gesù... disse: "Ho sete"... * posero perciò una spugna imbevuta di aceto in cima a una canna e gliela accostarono alla bocca. (Gv 19, 28-29)

Ave Maria

Gesù, gridando a gran voce, * disse: "Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito". (Lc 23,46)

Ave Maria

Disse: "Tutto e compiuto!" e chinato il capo,* spirò. (Gv 19,30)

Ave Maria

Ha dato la sua vita per noi; quindi anche noi dobbiamo dare la vita per i fratelli. (1 Gv 3,16)

Ave Maria, Gloria al Padre

Gesù, perdona le nostre colpe (pag. 4) Mio Dio (pag. 4) Invocazioni (pag. 4)

Salve Regina (pag. 15) Litanie Bibliche (pag. 16) oppure Litanie Lauretane (pag. 17)

Canto

 

 

MISTERI GLOROSI

Primo mistero: GESÙ RISORGE DAL SEPOLCRO

(breve pausa di riflessione)

Padre nostro

Voi siete afflitti, * ma la vostra afflizione si cambierà in gioia. (Gv 16,20)

Ave Maria

Ora siete nella tristezza; ma vi vedrò di nuovo e il vostro cuore si rallegrerà* e nessuno vi potrà togliere la vostra gioia. (Gv 16, 22-23)

Ave Maria

Il giorno dopo il sabato, di buon mattino, si recarono alla tomba,* portando con sé gli aromi che avevano prepara­to. (Lc 24,1)

Ave Maria

Ed ecco che... un angelo del Signore, sceso dal cielo,* si accostò, rotolò la pietra e si pose a sedere su di essa. (Mt 28, 2)

Ave Maria

L'angelo disse alle donne:... "Non abbiate paura, voi! * So che cercate Gesù il crocifisso, non è qui". (Mt 28,5) Ave Maria

risorto, come aveva detto;* venite a vedere il luogo dove era deposto". (Mt 28,6) Ave Maria

Presto, andate a dire ai suoi discepoli: "È risuscitato dai morti, e ora vi precede in Galilea; * là lo vedrete". (Mt 28,7)

Ave Maria

Se confesserai con la tua bocca che Gesù è il Signore, * e crederai con il tuo cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti, sarai salvo. (Rm 10,9)

Ave Maria

Io sono la risurrezione e la vita;* chi crede in me, anche se muore, vivrà. (Gv 11,25)

Ave Maria

Così anche voi consideratevi morti al peccato,* ma viventi per Dio, in Cristo Gesù. (Rm 6,11)

Ave Maria, Gloria al Padre

Gesù, perdona le nostre colpe (pag. 4) Mio Dio (pag. 4) Invocazioni (pag. 4)

Canto

 

 

Secondo mistero: GESÙ ASCENDE AL CIELO

(breve pausa di riflessione)

Padre nostro

Gesù li condusse fuori verso Betània* e, alzate le mani, li benedisse. (Lc 24,50)

Ave Maria

Disse loro: Mi è stato dato ogni potere,* in cielo e in terra. (Mt 28,18)

Ave Maria

Andate dunque* e ammaestrate tutte le nazioni. (Mt 28, 19)

Ave Maria

Battezzandole,* nel nome del Padre e del Figlio e dello Spi­rito Santo. (Mt 28.19)

Ave Maria

Jnsegnando loro ad osservare* tutto ciò che vi ho comandato. (Mi 28,20)

Ave Maria

Chi crederà e sarà battezzato* sarà salvo, ma chi non crederà* sarà condannato. (Mc 16,16)

Ave Maria

Ecco, io sono con voi tutti i giorni,* fino alla fine del mondo. (Mi 28, 20)

Ave Maria

Detto questo, fu elevato in alto* sotto i loro occhi e una nube lo sottrasse al loro sguardo. (At 1,9)

Ave Maria

Se dunque siete risorti con Cristo, * cercate le cose di lassù, dove si trova Cristo assiso alla destra di Dio. (Col 3,1)

Ave Maria

Quando si manifesterà Cristo, la vostra vita, allora anche voi sarete manifestati con lui nella gloria. (Col 3,4)

Ave Maria, Gloria al Padre

Gesù, perdona le nostre colpe (pag. 4) Mio Dio (pag. 4) Invocazioni (pag. 4)

Canto

 

 

Terzo mistero: IL DONO DELLO SPIRITO SANTO A PENTECOSTE

 (breve pausa di riflessione)

Padre nostro

Tutti erano assidui e concordi nella preghie­ra,* insieme con alcune donne e con Maria, la Madre di Gesù. (At 1, 14)

Ave Maria

Venne all'improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo,* e riempì tutta la casa dove si trovavano. (At 2,2)

Ave Maria

Apparvero loro come lingue di fuoco* che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro. (Al 2, 3)

Ave Maria

Ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo* e cominciarono a parlare in altre lingue come lo Spirito dava loro il potere d'esprimersi. (At 2,4)

Ave Maria

Si trovavano allora in Gerusalemme giudei osservanti* di ogni nazione che è sotto il cielo. (At 2,5)

Ave Maria

Allora Pietro, levatosi in piedi con gli altri Undici, * parlò a voce alta. (At 2, 14)

Ave Maria

Pentitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare* nel nome di Gesù Cristo, per la remissione dei vostri peccati; dopo riceverete il dono dello Spirito Santo. (At 2, 38)

Ave Maria

Coloro che accolsero la sua parola furono bat­tezzati * e quel giorno si unirono a loro circa tremila persone. (At 2, 41)

Ave Maria

La speranza non delude,* perché l'amore di Dio è stato riversato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato. (Rm 5,5)

Ave Maria

Non sapete che il vostro corpo è tempio dello Spirito Santo che è in voi e che avete da Dio,* e che non appartiene a voi stessi?. (1 Cor  6, 19)

Ave Maria, Gloria al Padre

Gesù, perdona le nostre colpe (pag. 4) Mio Dio (pag. 4) Invocazioni (pag. 4)

Canto

 

 

Quarto mistero: L'ASSUNZIONE DI MARIA VERGINE AL CIELO

 (breve pausa di riflessione)

Padre nostro

Ha preso possesso del suo regno il Signore,* il nostro Dio, l'Onnipotente. (Ap 19,6)

Ave Maria

Rallegriamoci ed esultiamo,... perché sono giunte le nozze dell'Agnello;* la sua sposa è pronta. (Ap 19,7)

Ave Maria

Vidi anche la città santa, la nuova Gerusalemme* scendere dal cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo. (Ap 21,2)

Ave Maria

Mi mostrò la città santa, Gerusalemme... * risplendente della gloria di Dio. (Ap 21,10)

Ave Maria

Il suo splendore è simile a quello di una gemma preziosissima, * come pietra di diaspro cristallino. (Ap 21,11)

Ave Maria

Le nazioni cammineranno alla sua luce, * porteranno a lei la gloria e l'onore delle nazioni. (Ap 21,24-26)

Ave Maria

Si aprì il santuario di Dio nel cielo,* e apparve nel santuario l'Arca dell'alleanza. (Ap 11,19)

Ave Maria

Dio dimorerà tra... gli uomini... E tergerà ogni lacrima dai loro occhi * e non ci sarà più la morte. (Ap 21, 3-4)

Ave Maria

Né lutto, né lamento, né affanno, perché le cose di prima sono passate... * Ecco, io faccio nuove tutte le cose. (Ap 21,4-5)

Ave Maria

e soggiunse: "Scrivi, perché queste parole sono certe e veraci. * Ecco sono compiute!". (Ap 21, 5-6)

Ave Maria, Gloria al Padre

Gesù, perdona le nostre colpe (pag. 4) Mio Dio (pag. 4) Invocazioni (pag. 4)

Canto

 

 

Quinto mistero: LA GLORIA DI MARIA INCORONATA REGINA

(breve pausa di riflessione)

Padre nostro

Nel cielo apparve poi un segno grandioso:* una donna vestita di sole... (Ap 12,1)

Ave Maria

…Con la luna sotto i suoi piedi* e sul suo capo una corona di dodici stelle. (Ap 12, 1)

Ave Maria

Udii una gran voce nel cielo che diceva: "Ora si è compiuta la salvezza,* la forza e il regno del nostro Dio e la poten­za del suo Cristo". (Ap 12, 10)

Ave Maria

Ora, figli, ascoltatemi:* beati quelli che seguono le mie vie. (Pro 8,32)

Ave Maria

Beato l'uomo che mi ascolta,* vegliando ogni giorno alle mie porte, per custodire attentamente la soglia. (Pro 8, 34)

Ave Maria

Chi trova me trova la vita,* e ottiene favore dal Signore. (Pro 8, 35)

Ave Maria

Io amo coloro che mi amano* e quelli che mi cercano mi troveranno. (Pro 8, 17)

Ave Maria

Benedetto sia Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo,* che ci ha benedetti con ogni benedizione spi­rituale nei cieli, in Cristo. (Ef 1, 3)

Ave Maria

Nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi,* nei cieli, sulla terra e sotto terra. (Fil 2,10)

Ave Maria

E ogni lingua proclami che Gesù Cristo è il Signore,* a gloria di Dio Padre. (Fil 2, 11)

Ave Maria, Gloria al Padre

Gesù, perdona le nostre colpe (pag. 4)Mio Dio (pag. 4)Invocazioni (pag. 4)

Salve Regina (pag. 15)Litanie Bibliche (pag. 16) oppure Litanie Lauretane (pag. 17) Canto

SALVE REGINA (!ndulgenza parziale) Salve, Regina, madre di misericordia, vita, dolcezza e speranza nostra, salve. A te ricorriamo, esuli figli di Eva; a te sospiriamo, gementi e piangenti in questa valle di lacrime. Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi. E mostraci, dopo questo esilio, Gesù, il frutto  benedetto del tuo seno. O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.

RICORDATI

Ricordati, o pussima Vergine Maria, che non si è mai inteso al mondo che alcuno sia ricorso alla tua protezione, abbia implorato il tuo aiuto e chiesto il tuo patrocinio, e sia stato da te abbandonato. Animato da una tale confidenza, a te ricorro, o Madre, Vergine delle vergini, a te vengo e, peccatore quale sono, mi prostro ai tuoi piedi per domandare pietà. Non volere, o Madre del divin Verbo, disprezzare le mie suppliche, ma, benigna, ascoltale ed esaudiscile. (San Bernardo)

 

LITANIE BIBLICHE

Dalla Sacra Scrittura la Chiesa trae la lode più alta e più pura a santa Maria: alla stessa parola si ispira il formulario "Litanie bibliche a santa Maria": parola colta nel suo senso letterale, ma spesso filtrata dalla Chiesa, meditata dai Santi Padri, assunta dalla Liturgia, proposta dal Magi­stero. Il formulario consta di quarantasei invocazioni: la prima e l'ultima sono, per così dire, fuori schema: le altre quarantaquattro sono raggruppate in due sezioni che corrispondono ai due tempi essenziali della divina Rivelazione, l'Alleanza Antica e l 'Alleanza Nuova.

 

Signore, pietà

Signore, pietà

Cristo, pietà

Cristo pietà

Signore, pietà

Signore, pietà

Cristo, ascoltaci

Cristo, esaudiscici

Padre del cielo, che sei Dio abbi pietà di noi

Figlio, redentore del mondo, che sei Dio abbi pietà di noi

Spirito Santo, che sei Dio abbi pietà di noi

Santa Trinità, unico Dio abbi pietà di noi

Santa Maria, Madre di Dio prega per noi

Novella Eva

Madre dei viventi

Stirpe di Abramo

Erede della promessa

Germoglio di lesse

Figlia di Sion

Terra vergine

Scala di Giacobbe

Roveto ardente

Tabernacolo dell'Altissimo

Arca dell'Alleanza

Sede della Sapienza

Città di Dio

Porta orientale

Fonte di acqua viva

Aurora della salvezza

Gioia di Israele

Gloria di Gerusalemme

Onore del nostro popolo

Vergine di Nazaret

Vergine piena di grazia

Vergine adombrata dallo Spirito

Vergine partoriente

Serva del Signore

Serva della Parola

Serva umile e povera

Sposa di Giuseppe

Benedetta fra le donne

Madre di Gesù

Madre dell'Emanuele

Madre del Figlio di Davide

Madre del Signore

Madre dei discepoli

Madre sollecita nella Visitazione

Madre gioiosa a Betlemme

Madre offerente al Tempio

Madre esule in Egitto

Madre trepida a Gerusalemme

Madre provvida a Cana

Madre forte al Calvario

Madre orante nel Cenacolo

Donna della Nuova Alleanza

Donna vestita di sole

Donna coronata di stelle

Regina alla destra del Re

Beata perché hai creduto noi ti lodiamo

Beata perché hai custodito la Parola noi ti benediciamo

Beata perché hai fatto la volontà del Padre noi ti glorifichiamo

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, ascoltaci, Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, perdonaci, Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi.

Prega per noi, santa Madre di Dio. Perché siamo resi degni delle promesse di Cristo.

Preghiamo: O Dio, Padre del Cristo nostro Salvatore, che in Maria vergine santa e premurosa madre, ci hai dato l'immagine della Chiesa, manda il tuo Spirito in aiuto alla nostra debolezza, perché perseverando nella fede, cresciamo nell'amore, e camminiamo insieme fino alla meta della beata speranza. Per Cristo nostro Signore. Amen.

 

LITANIE LAURETANE (Indulgenza parziale)

 Le “Litanie lauretane” (dal santuario di Loreto) raccolgono numerosi appellativi con cui si invoca Maria.

Signore, pietà. Cristo, pietà. Signore, pietà. Cristo, ascoltaci. Cristo, esaudiscici. Padre del cielo, che sei Dio, abbi pietà di noi. Figlio, Redentore del mondo, che sei Dio, abbi pietà di noi Spirito Santo, che sei Dio, abbi pietà di noi Santa Trinità, unico Dio, abbi pietà di noi Santa Maria, prega per noi. Santa Madre di Dio,  prega per noi Santa Vergine delle vergini, prega per noi Madre di Cristo, prega per noi Madre  della Chiesa, prega per noi Madre della divina grazia, prega per noi Madre purissima, prega per noi Madre castissima, prega per noi Madre sempre vergine, prega per noi Madre immacolata, prega per noi Madre degna d'amore, prega per noi Madre ammirabile, prega per noi Madre del buon consiglio, prega per noi Madre del Creatore, prega per noi Madre del Salvatore, prega per noi Madre di misericordia, prega per noi Vergine prudentissima, prega per noi Vergine degna di onore, prega per noi Vergine degna di lode, prega per noi Vergine potente, prega per noi Vergine clemente, prega per noi Vergine fedele, prega per noi Specchio della santità divina, prega per noi Sede della Sapienza, prega per noi Causa della nostra letizia, prega per noi Tempio dello Spirito Santo, prega per noi Tabernacolo dell'eterna gloria, prega per noi Dimora tutta consacrata a Dio, prega per noi Rosa mistica, prega per noi Torre di Davide, prega per noi Torre d'avorio, prega per noi Casa d'oro, prega per noi Arca dell'alleanza, prega per noi Porta del cielo, prega per noi Stella del mattino, prega per noi Salute degli infermi, prega per noi Rifugio dei peccatori, prega per noi Consolatrice degli afflitti, prega per noi Aiuto dei cristiani, prega per noi Regina degli angeli, prega per noi Regina dei Patriarchi, prega per noi Regina dei Profeti, prega per noi Regina degli Apostoli, prega per noi Regina dei Martiri, prega per noi Regina dei veri cristiani, prega per noi Regina dei Vergini, prega per noi Regina di tutti i Santi, prega per noi Regina concepita senza peccato originale, prega per noi Regina assunta in cielo, prega per noi Regina del santo Rosario, prega per noi Regina della Pace, prega per noi Agnello di Dio che togli i peccati del   mondo, perdonaci, o Signore. Agnello di Dio che togli i peccati del mondo, ascoltaci, o Signore. Agnello di Dio che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi. Prega per noi, Santa Madre di Dio. E saremo degni delle promesse di Cristo.

Preghiamo: O Dio, il tuo unico Figlio ci ha procurato i beni della salvezza eterna con la sua vita, morte e risurrezione: a noi che, con il Santo Rosario della Beata Vergine Maria, abbiamo meditato questi misteri, concedi di imitare ciò che essi contengono e di raggiungere ciò che essi promettono. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Oppure O Santa Madre del Redentore, porta dei cieli, stella del mare, soccorri il tuo popolo che anela a risorgere. Tu che accogliendo il saluto dell'angelo, nello stupore di tutto il creato, hai generato il tuo Creatore, madre sempre vergine, prega per noi peccatori. Amen.

Oppure Concedi, ai tuoi fedeli, Signore Dio nostro, di godere sempre la salute del corpo e dello spirito e per la gloriosa intercessione di Maria santissima, sempre vergine, salvaci dai mali che ora ci rattristano e guidaci alla gioia senza fine. Per Cristo nostro Signore. Amen.