La benvenuta apparizione

Mio padre moriva in Germania il 18 marzo 1892, e mia madre veniva a convivere con noi a Odessa; ma cadeva a sua volta malata e moriva il 6 maggio dell'anno seguente. Mia madre si era sempre conservata scettica irriducibile circa l'esistenza dell'aldilÓ e la sopravvivenza dello spirito umano. Pochi minuti prima di morire, ricuperando un istante di coscienza di sÚ (giaceva inconscia da un paio d'ore), si rialz˛ da se stessa nel letto, protese in alto le braccia e, col volto atteggiato a grande sorpresa, esclam˛: - PapÓ, papÓ -, come se le si fosse presentata inattesa e benvenuta l'apparizione di lui; quindi cadde riversa nelle braccia di mia moglie, esalando l'ultimo respiro. Mia madre aveva l'abitudine di chiamare suo marito con l'appellativo di papÓ, come noi bimbi. Certifico che quanto affermo Ŕ veritÓ.
Rud C. Gittermann.