Lieto riconoscimento

Un uomo pratico, positivo, alieno da fanta¬sticherie vegliava al capezzale di un morente, di professione tipografo. Da circa mezz'ora l'agonizzante si andava lentamente spegnendo. Il respiro si era fatto lentissimo e debolissimo. Venne il momento in cui il vigilante lo credet¬te morto; ma improvvisamente le sue pupille si riaprirono, animate da un'espressione di in¬tensa meraviglia e di lieto riconoscimento; portò in alto le braccia come per stringere al petto qualcuno, e con volto illuminato da giu¬bilo esclamò: - Tu, tu, madre mia! -. Detto ciò, ricadde morto sui guanciali.
Nessuno mi potrà persuadere che questo uomo non abbia realmente veduto la propria madre.
Hudson Tuttle.