Maria a Medjugorje

Messaggio del 27 settembre 2016:Cari figli, anche oggi vi invito a pregare in questo tempo per tutti coloro che soffrono, che vivono le loro Vie Crucis. Pregate per loro, affinché accettino la croce come volontà di Dio ed affinché Dio si glorifichi attraverso di loro.

Maggio 1995: QUANDO E DIVENTATO IMPOSSIBILE

01/07/2016 - Visite: 1442
IncrFont Stampa IncrFont Facebook Twitter
MESSAGGIO del 25 maggio 1995. "Cari figli! V'invito, figlioli: aiutatemi, con le vostre preghiere, ad avvicinare quanti più cuori è possibile al mio Cuore Immacolato. Satana è forte e con tutte le forze vuol attirare a sé e al peccato quante più persone è possibile. Per questo sta in agguato per carpirne, ogni momento, di più. Vi prego, figlioli, aiutatemi perché vi possa aiutare. Io sono vostra Madre e vi amo, e perciò desidero venirvi in aiuto. Grazie per aver risposto alla mia chiamata". 

E' già difficile vivere quando troviamo ostacoli insormontabili sulla nostra strada, mentre facciamo progetti umani, quando poi i nostri progetti sembrano venire da Dio e pensiamo che debbano servire alla sua gloria, allora non capiamo più niente, ci sentiamo quasi abbandonati. Peggio ancora maturiamo il vago sospetto che Dio non completi quello che ha cominciato e che quindi tanto vale lasciar perdere. Uno dei miei amici era stato chiamato al sacerdozio e molto generosamente aveva detto il suo SI a Gesù. Possedeva grandi qualità di cuore e un'acuta intelligenza. Ma proprio allora una valanga di problemi si è abbattuta su di lui tanto che la sua decisione di diventare prete gli è sembrata irrealizzabile. Davanti un muro, a sinistra una barriera, un ostacolo a destra... tutto sembrava congiurare per fare abortire la sua vocazione. Perfino il Direttore del Seminario lo respingeva. Ha cominciato allora a dubitare, persuadendosi di non avere le doti giuste, tuttavia la chiamata rimaneva ferma in fondo al cuore, inevitabile. Conosceva Marta Robin che aveva confermato la sua vocazione; un giorno è andato a trovarla per dirle che non sarebbe diventato prete, perché tutto gli andava di traverso (salvo il cuore!) e che si trovava nella totale impossibilità di procedere in quella direzione. Marta viveva in una grande intimità con la Beata Vergine (che veniva a visitarla tutte le settimane quando Marta riviveva la passione). Ha detto al mio amico queste parole indimenticabili: - Quando è diventato umanamente impossibile, vuol dire che tocca alla Santissima Vergine Maria ottenercelo! - Oggi il mio amico è prete e raramente ho visto un prete cosi eccezionale!