Maria a Medjugorje

Messaggio del 30 maggio 1985:Cari figli, vi invito nuovamente alla preghiera del cuore. Che la preghiera, o cari figli, sia nutrimento quotidiano per voi, soprattutto in questi giorni, in cui il lavoro dei campi vi affatica a tal punto da non poter pregare col cuore. Pregate, e così potrete superare ogni stanchezza. La preghiera sarà per voi gioia e riposo. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!

I giovani: bombardati e inondati!

29/07/2022 - Visite: 342
IncrFont Stampa IncrFont Facebook Twitter

Al termine del bellissimo festival dei giovani nella prima settimana di agosto, non posso che stupirmi. Che bagno di grazie è stato per queste migliaia di giovani venuti da ogni parte! Se si ascoltano le confidenze sulla loro vita, li troviamo bombardati in mille maniere da prove che neppure i loro genitori conoscono fino in fondo. Braccati dalle insidie onnipresenti del Male, che non cessa di volerli deboli, depressi, schiavi delle passioni distruttrici e talvolta invitanti al suicidio! E la Madre di Dio, da parte sua, non cessa di chiamarli, di rialzarli, di entusiasmarli, proponendo loro il Cammino per eccellenza, rivelando loro il vero scopo della loro vita sulla terra e la vera pace. E’ semplicemente spettacoloso! Non ha forse Lei cominciato tutto qui con sei adolescenti senza cultura, fragili e vulnerabili? Perché sono stati scelti questi giovani, quando c’erano dei santi adulti in questo villaggio? Non dimenticherò mai le parole di Padre Jozo Zovko: "Se io fossi stato la Madonna, non avrei mai scelto quei ragazzi!" Eppure la Madonna li ha scelti. Lei ha detto: "Questa è la volontà di Dio". Dio ha i suoi propri piani! La Gospa ha detto anche a Jacov: " Non scelgo per forza i migliori!" Tutti abbiamo allora le nostre possibilità! La volontà di Dio era che questi sei giovani siano la voce della Regina della Pace nel nostro mondo senza pace. Per loro che fantastica missione!

Cosa è che attira così tanto i giovani a Medjugorje? Mi sembra evidente che i giovani si sentano semplicemente invitati! Un tale raduno di giovani per motivi religiosi non può essere realizzato da nessuno. Avviene perché il Cielo ha deciso così, è Dio che gestisce il tutto. Se ci fosse "un trucco" fatto da mani d’uomo per attirare tanti giovani, la maggior parte delle parrocchie lo avrebbe già utilizzato per portare i loro giovani a Dio.

Quando faccio una missione, mi colpisce vedere a che punto il cuore della Gospa si occupa dei giovani. Un giorno, in un villaggio sperduto della Polonia, dei giovani mi dissero tristemente: "Noi desideriamo andare a Medjugorje, ma è impossibile, i nostri genitori non hanno neppure il denaro per pagare i nostri studi!" A queste parole il mio cuore si è ribellato. Molti giovani dei paesi più ricchi sono venuti già tante volte senza alcuna preoccupazione economica! Allora ho detto alla Gospa: "Fai qualcosa per invitarli, non puoi non esaudirmi! Forse che non li esaudirai perché i loro genitori non hanno abbastanza denaro? Non sei tu la loro Madre?" E mi sono udita dire a quei giovani: "Non c’è problema, basta che voi preghiate così la vostra Madre del cielo: ‘Mamma, hai invitato tanti giovani a Medjugorje, perché non me? Non sono forse anche io il tuo figlio prediletto? Non ho forse bisogno anche io di conversione?’ E vedrete cosa succederà! Scommetto che ci troveremo presto là!" Infatti l’estate seguente, un gruppo di giovani polacchi mi ha fermato vicino alla Chiesa: "Suora, non ci riconosci?" Non credevo ai miei occhi, erano i giovani di quel villaggio! E ognuno di loro aveva la propria storia da raccontare di come aveva avuto il denaro!

Molti giovani ci confessanno, arrivando a Medjugorje: "Ma cosa c’è di così speciale qui? Sapevo nel mio cuore che dovevo venire a Medjugorje, allora sono partito subito, ma non so perché sono qui e cosa devo fare in questi giorni" La risposta è semplice: "Anche se tu non lo sai, la Gospa lo sa! Capirai più tardi, non ti preoccupare!" I giovani sono semplicemente invitati e molto calorosamente! La Gospa vede le loro difficoltà e le loro aspirazioni, Lei possiede migliaia di chiavi per aprire i loro cuori alla vita.

Alcuni esempi
    • La Madonna è essenzialmente Madre e molti giovani fanno l’esperienza dell’amore materno per la prima volta a Medjugorje! Molti non hanno più la madre a casa. Di fronte alle ferite generate oggi dalla crisi della maternità, la presenza materna della Gospa diventa per loro fonte di profonda guarigione. E’ un balsamo vitale per i loro cuori! Lei dà loro quella sicurezza a cui loro tanto aspirano! Essi fanno esperienza della sua indefettibile tenerezza materna e del suo cuore comprensivo. Alcuni giovani dicono: "Non voglio più lasciare questo luogo, qui ho la sensazione di trovarmi nel seno di mia madre, ho bisogno di passare più tempo con lei" Effettivamente la loro vera identità si rafforza a contatto con la Gospa.

    • Come una Madre, la Madonna viene ogni giorno! Anche questo è fonte di guarigione, perché la fedeltà della presenza dei genitori si è fatta rara. Se le persone che hanno più di cinquantanni si stupiscono che la Madre di Dio appaia tutti i giorni, non sentiamo mai questa lamentela da parte dei giovani. Al contrario, questo è per loro il segno che conosce bene i loro bisogni e li esaudisce! Circondati da troppo stress, hanno bisogno di questa sicurezza!

    • Come una Madre, la Madonna viene ogni giorno alla stessa ora. Questo punto di riferimento sistematico, aiuta i giovani a costruirsi nella pace.

    • Come una Madre, la Madonna parla con semplicità e le sue parole vengono dal cuore, è una famiglia! Poiché molti giovani sono senza vita di famiglia e di relazioni familiari, le parole della Madonna sono dei fari che li guidano in mezzo alla confusione del mondo e tra gli eccessi di informazione. La Madonna è la loro infermiera che guarisce le loro ferite.

    • La Madonna è una educatrice esigente e i giovani aspirano a trovare qualcuno di esigente! Non è una mamma che li vizia, non fa compromessi con il Vangelo, non ha paura di perdere il loro cuore con la fermezza, al contrario di quello che fanno molti genitori. Come il Papa Giovanni Paolo II, Lei crede profondamente in loro! Li rende consapevoli di quanto la loro vita sia preziosa. Molti di loro sono sfuggiti all’aborto ed apprezzano di scoprire che la loro vita è una benedizione! La Madonna dice loro: "Ringraziate Dio Creatore, cari figli, che vi ha creato in modo così meraviglioso!" Scoprono con sorpresa come possono crescere se decidono di mettersi alla Sua scuola. Lei non minimizza le loro capacità e non teme di mostrare loro la verità. Li provoca a diventare ciò che sono in verità e non ciò che il mondo vorrebbe che fossero.

    • La Madonna è molto audace con loro, chiamandoli alla santità, che la maggior parte di loro abbraccia!

    • In una parola si sentono a casa a Medjugorje! Si possono permettere di essere loro stessi.

    • La Madonna fa sentir loro che Gesù non è un giudice, ma un Cuore amante che li attende con i suoi tesori.

    • La Madonna è la Regina della Pace e i figli desiderano questa vera pace; sono stanchi delle false paci e delle false luci.

    • La Madonna li aiuta a trovare la loro strada in questo mondo e la loro vocazione. Dà loro molta speranza per il loro avvenire!

    • Maria invita sempre nuovi figli presso di Se ed i giovani hanno l’occasione di fare nuove amicizie con gente che condivide la loro fede. La Gospa non chiama forse Medjugorje "il luogo dell’incontro dei cuori"?

    • A Medjugorje in particolare, Maria è il rifugio dei peccatori. I giovani possono aprire i loro cuori, confessare tutto ciò che hanno fatto prima senza essere giudicati. Allora accettano che Gesù li purifichi in vista di una nuova partenza.

    • La Madonna fa loro scoprire cosa significhi essere cattolico e far parte della Chiesa Universale. Scoprono i cattolici che vengono dall’Asia, dall’Africa, dall’Australia, dall’Europa, dalle due Americhe e imparano ad apprezzarli!

    • Nel 1982 è avvenuto un fatto unico nella storia della chiesa: la Madonna ha formato il suo proprio gruppo di preghiera ed ha scelto dei giovani. Ha chiesto loro di mettersi alla sua scuola per quattro anni. La Madonna ha anche dato loro un "programma": Come appartenerle e come diventare santi! Oggi i giovani pellegrini possono aderire e partecipare alle apparizioni della notte sulla montagna. In questo luogo essi la percepiscono come una Madre incredibilmente vicina.
Quest’anno per aiutare i giovani del festival, 440 sacerdoti sono veniti da tutto il mondo! Hanno "lavorato" di giorno e spesso di notte per ascoltare, confessare…E’ stato un bellissimo raccolto!

di Suor Emmanuel

Fonte: https://sremmanuel.org/newsletter/august-2008-2/

Festival dei giovani Suor Emmanuel Testimonianze