Maria a Medjugorje

Messaggio del 25 luglio 1993: Cari figli, vi ringrazio per le vostre preghiere e per l'amore che mi mostrate. Vi invito a decidervi a pregare per le mie intenzioni. Cari figli, offrite delle novene sacrificandovi la dove vi sentite più legati. Io desidero che la vostra vita sia legata a me; sono vostra madre e desidero, cari figlioli, che satana non vi distolga perché lui desidera portarvi sulla cattiva strada, ma non lo può se voi non glielo permettete. Per questo figlioli rinnovate la preghiera nei vostri cuori e così capirete la mia chiamata e il mio vivo desiderio di aiutarvi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!

Una tentazione svelata dalla luce

04/09/2022 - Visite: 616
IncrFont Stampa IncrFont Facebook Twitter

L’anima è più importante del corpo, ci ricorda la Madonna… Un’amica italiana l’ha ben compreso!

Cristina, brilla per la sua grande bellezza. Sposata da 12 anni con un uomo che ama, 3 bambini. Credente e molto religiosa, cerca con tutto il cuore di vivere i messaggi di Medjugorje, compreso la confessione mensile.Tutto filava liscio, quando una sera, durante una cena, incontra un uomo e subito ecco il colpo di fulmine, si sente molto attratta da lui. L’uomo comincia a riempire i suoi pensieri, la sua immaginazione, il suo cuore… Tutto il suo essere ne è impadronito, è più forte di lei. Disorientata, chiede a Dio di proteggerla, visto che si rende conto che anche l’uomo prova la stessa attrazione verso di lei. Cristina non vuole tradire suo marito, ma teme di crollare, tanto che gli chiede di accompagnarla sempre quando esce, per essere protetta. Dopo tre settimane va a confessarsi. Dice i suoi peccati, e pur non avendo commesso peccato di adulterio, confessa al sacerdote questa attrazione e gli espone semplicemente le tentazioni che vive, al limite della sopportazione. Il sacerdote l’ascolta e dopo averle dato qualche consiglio per combattere e vincere, le dà l’assoluzione. Nel momento in cui le parole dell’assoluzione vengono pronunciate, tutti i sentimenti di Cristina per quest’uomo svaniscono completamente, come il fumo della sigaretta trasportato dal vento. Le sembra di uscire da un film bizzarro e di trovarsi di nuovo con i piedi per terra. “Ma cosa trovavo in quell’uomo, si chiedeva, non ha niente di speciale!” Cristina non capiva cosa avesse visto in lui da essere tanto affascinata, fino a qualche minuto prima!

“Non avevo mai realizzato la potenza di questo sacramento, ha confidato più tardi. Una semplice assoluzione mi ha liberato! Ho capito che il demonio non ama la luce, ha bisogno dell’ombra per agire e dissimulare il luridume delle sue azioni. E’ bastato che io portassi tutto alla luce (una bella umiliazione per me!), ed esponessi le mie tentazioni al sacerdote, perchè il diavolo lasciasse la presa!”

Grazie Signore per questa vittoria della Luce! Grazie per aver evitato la distruzione di questa famiglia! Grazie cara Gospa, perché la confessione mensile è stata l’ancora di salvezza di Cristina.

“Invitate le persone a confessarsi ogni mese, soprattutto i primi venerdì del mese. La confessione mensile sarà un rimedio per la Chiesa d’Occidente!”. (6.08.82)

di Suor Emmanuel

Fonte: https://sremmanuel.org/newsletter/15-novembre-2009/

Confessione Testimonianze