Maria a Medjugorje

Messaggio del 23 Giugno 2002:Cari figli, all’inizio delle apparizioni ho detto “Pace! Pace! Pace!” Anche oggi, cari figlioli, vi invito alla pace. Insieme con la Madre, pregate per la pace; per la pace nelle vostre famiglie, per la pace nel mondo. Se non avete la pace, pregate! Pregate nelle famiglie. Vi ringrazio, figlioli, perché avete risposto alla mia chiamata.

Fra Vidal Lodriguez Lopez a Medjugorje

27/01/2013 - Visite: 1205
IncrFont Stampa IncrFont Facebook Twitter
Fra Vidal Lodriguez Lopez, ofm, Rettore e Vicario della Pontificia Università Antonianum di Roma, è stato a Medjugorje nel mese di giugno del 2008.

Da cinque anni è incaricato dell'Antonianum e di circa cento francescani di tutto il mondo, provenienti da paesi, lingue, colori e culture differenti che stanno studiando a Roma e che successivamente torneranno ai loro paesi ad evangelizzare.

Egli ritiene che un addestramento intellettuale e teologico a tutti i livelli sia necessario per la responsabilità che hanno i preti davanti al Vangelo ed al popolo di Dio. La Chiesa desidera che tutti siano responsabili ed abbiano una solida formazione intellettuale che possa dare risposte a coloro che stanno cercando Dio. San Bonaventura diceva che non si può studiare teologia senza una vita spirituale. La teologia non è nè la medicina nè la matematica, ma la rivelazione della natura spirituale di Dio. L'intera vita di un credente, particolarmente dei religiosi e dei sacerdoti, dovrebbe essere penetrata dalla fede.

"Ho conosciuto Medjugorje attraverso i francescani di Croazia e di Bosnia-Herzegovina che stanno studiando a Roma. Ecco perchè sono venuto. In una Casa internazionale come la nostra è molto importante ascoltare e rispettare l'esperienza degli altri. Ho sentito tante cose belle e buone e vengo qui con occhi aperti a vedere questo fenomeno innegabile di fede. Tanti stanno venendo qui a cercare Gesù. Siamo tutti stanchi ed affamati. Sono venuto anche per incontrare i francescani che lavorano qui. Alcuni di loro li conosco da Roma. Vedo che stanno lavorando molto e stanno facendo un buon lavoro, e questo è molto importante. Dobbiamo offrire ai fedeli una vita pastorale buona e seria."