Maria a Medjugorje

Messaggio del 25 settembre 2002: Cari figli,anche in questo tempo di inquietudine vi invito alla preghiera. Figlioli, pregate per la pace affinché nel mondo ogni uomo senta l'amore per la pace. Soltanto quando l'anima trova la pace in Dio si sente contenta e l'amore scorrerà per il mondo. E in modo speciale, figlioli, siete chiamati a vivere e a testimoniare la pace, pace nei vostri cuori e nelle famiglie, e attraverso voi la pace scorrerà anche per il mondo. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Venuti dall'aldilà: «Non ero pronta»

01/08/2005 - Visite: 2379
IncrFont Stampa IncrFont Facebook Twitter
Nel libro intitolato Le anime del Purgatorio mi hanno detto, Maria Simma narra: «Un'anima [di persona defunta] mi fece questo racconto:
- Non avendo osservato le leggi della circolazione, sono rimasta uccisa sul colpo, a Vienna, mentre ero in motocicletta. Le chiesi:
- Eri pronta per entrare nell'eternità?
- Non ero pronta - soggiunse, - ma Dio dà a chiunque non pecchi contro di lui con insolenza e presunzione due o tre minuti per potersi pentire. E solo chi rifiuta è dannato.
L'anima proseguì con il suo commento interessante e istruttivo:
- Quando uno muore in un incidente, le persone dicono che era la sua ora. È falso: ciò si può dire soltanto quando una persona muore senza sua colpa. Ma secondo i disegni di Dio, io avrei potuto vivere ancora trent'anni; allora sarebbe trascorso tutto il tempo della mia vita.
Perciò l'uomo non ha il diritto di esporre la sua vita a un pericolo di morte, salvo in caso di necessità».