Maria a Medjugorje

Messaggio del 25 aprile 1987:Cari figli, anche oggi vi invito tutti alla preghiera. Sapete, cari figli, che Dio concede grazie speciali nella preghiera; perciò cercate e pregate, perché possiate comprendere tutto ciò che vi offro qui. Io vi invito, cari figli, alla preghiera col cuore; sapete che senza preghiera non potete comprendere tutto ciò che Dio programma attraverso ciascuno di voi: perciò pregate. Desidero che attraverso ognuno si realizzi il disegno di Dio, che cresca tutto ciò che Dio vi ha dato nel cuore. Perciò pregate, perché la benedizione di Dio possa proteggere ognuno di voi da tutto il male che vi minaccia. Io vi benedico, cari figli. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!

Venuti dall'aldilà: «Se non avessi creduto...»

05/09/2005 - Visite: 1955
IncrFont Stampa IncrFont Facebook Twitter
In una famiglia di mia conoscenza, una cara e amorosa bimba ebbe la sventura di perdere la mamma in età troppo tenera perché le sembianze di lei rimanessero impresse nella sua memoria.
La piccola si ammalò gravemente.
- Mi riconosci, angelo mio? - le sussurrò piangendo all'orecchio il babbo.
Ma la risposta non venne. D'un tratto quel visino pallido parve animarsi; gli occhi si spalancarono radiosi, le braccia esangui e rattrappite si protesero in alto in un supremo sforzo impulsivo, lo sguardo si fissò nell'indefinito, come se penetrasse nell'aldilà, e le labbra si agitarono pronunciando una sola parola: - Mamma! - con accento di sorpresa, di gioia, di trasporto estatico; e con quel grido supremo la bimba passa in grembo alla madre che l'attendeva.
Il ministro che ebbe ad assistere alla beatitudine di questa dipartita esclamò: - Se non avessi creduto all'assistenza dei nostri defunti al letto di morte, ora non potrei più dubitarne.
H. Harhaugh.