Maria a Medjugorje

Messaggio del 3 agosto 2001:Oggi, come mai prima, gioisco con voi! Cari figli, come una Madre io prego per la pace nelle famiglie e per i figli!

Conversione

Immagine mancante
Mons. Henryk Hoser riguardo a Medjugorje: Questo è un tempo ed un luogo di conversione. Qui stiamo vivendo la nuova evangelizzazione.

L'Arcivescovo Mons. Henryk Hoser, Visitatore Apostolico a carattere speciale per la parrocchia di Medjugorje, ha fatto visita agli studi di Radio „Mir“ Medjugorje e si è incontrato con gli operatori di detta stazione radiofonica. In un colloquio molto interessante, avuto con la Capo Redattrice Sanja Pehar, egli ha condiviso la sua esperienza di due decenni di lunga attività nelle missioni in Africa, ha confrontato il Santuario di Kibeho con Medjugorje, ha parlato dei frutti di Medjugorje, della pace e del Natale. All'inizio ha detto che si rallegrava di essere ospite in un programma di Radio „Mir“ Medjugorje.

Articolo Inserito il 02/05/2019

Immagine mancante
Un viaggio a Medjugorje per cancellare una vita da drogato

La droga è una strada a un senso solo, in cui più si va avanti e più diventa impossibile invertire la marcia e tornare indietro. Nella storia di Massimo, reduce da un viaggio a a Medjugorje che ha guarito il suo corpo dall’ossessiva dipendenza dalla droga, ma soprattutto ha guarito le ferite della sua anima, il piccolo paese croato è stato un’oasi di salvezza che gli ha permesso di cambiare vita e iniziare un nuovo cammino. Nel libro Cari figli, grazie, di Padre Paolo Zorza, il giovane italiano ha raccontato come l’incontro con la Madonna di Medjugorje abbia avuto la forza di rimescolare la sua esistenza e di mettere finalmente ordine nel caos in cui era precipitato.

Articolo Inserito il 02/06/2017

Immagine mancante
L'ex abortista: La Madonna mi chiese: perché mi ferisci?

Mentre l’impero delle cliniche abortive sente per la prima volta dagli anni Ottanta le sue fondamenta vacillare sotto le scosse degli scandali e della nuova amministrazione trumpiana, si espande una delle punte di diamante della risposta cristiana alla maternità, cresciuta pazientemente senza fondi né pubblicità ma tramite la grazia e il sacrificio di alcuni uomini. Dotata di sale parto, di stanze per la partoriente e la famiglia, di un hospice perinatale, questa clinica della maternità sovverte la tendenza della medicina moderna a patologizzare il parto in ospedale (relegando paradossalmente l’aborto al privato) e che tratta la gravidanza come un affare che riguarda solo la donna, di fatto lasciandola sola a gestire uno degli eventi più sconvolgenti della vita.

Articolo Inserito il 02/06/2017

Immagine mancante
Padre Eugenio che voleva scoprire l’imbroglio

La Regina della Pace insiste che dobbiamo pregare. Così, dopo averla osteggiata, per non aver creduto a queste sue apparizioni, ho provato a rimediare, dando vita a San Paolo una nuova realtà di consacrati nella preghiera.

Articolo Inserito il 22/02/2017

Immagine mancante
Ho incontrato la Gospa e la mia vita è cambiata

Fu un sogno a portarmi a Medjugorje. Lo ricordo bene. Un sogno dai contorni non definiti, confusi, ma reali. Un sogno che fece nascere in me un desiderio profondo che, giorno per giorno, mi spronava a visitare quella Chiesa che avevo sognato. Sentivo che lì, in quel luogo, avrei avuto la svolta della mia vita. Una vita oramai ridotta a sopravvivere. Non conoscevo più la felicità da tanto tempo, da quando una forte depressione mi aveva inghiottito.

Articolo Inserito il 31/01/2017

Immagine mancante
Liberato dalla droga ora è sacerdote

Storia di Don Ivan che grazie alla Comunità Cenacolo ed alla Misericordia di Dio si è liberato dalla dipendenza

Articolo Inserito il 10/01/2017

Immagine mancante
Io lesbica e abortista, convertita a Medjugorje

Ricordo bene quel giorno di febbraio. Ero all'università. Ogni tanto guardavo fuori dalla finestra e mi chiedevo se Sara fosse già partita. Sara era rimasta incinta durante un rapida storia chiusa con un test di gravidanza positivo. Si era rivolta a me per un aiuto, non sapeva che fare. "È solo un grumo di cellule" dicevamo. Poi arrivò quella decisione. Mi sentivo fiera di aver consigliato a Sara di abortire. Credevo fermamente in quella libertà che concede alla donna di gestire la propria sessualità e di controllare la maternità, fino a eliminarla del tutto. Figli compresi.

Articolo Inserito il 23/12/2016

Immagine mancante
Suor Emmanuel: Matteo, il buongustaio ha vinto!

Questo amico carissimo è un fedele pellegrino di Medjugorje. La sua vita è cambiata radicalmente dopo un pellegrinaggio a Medjugorje nel 1996, per l’immensa gioia di sua moglie, che per tanto tempo pregava, pregava, pregava! Ha infatti messo in pratica da allora con generosità i messaggi principali della Gospa e si é messo alla Sua scuola, cercando di vivere al meglio i famosi cinque sassi per crescere nella fede.

Articolo Inserito il 26/10/2016

Immagine mancante
La visione dell'inferno di Pierina Gilli (Rosa Mistica Montichiari - Fontanelle)

Giorno 31 - Ricevetti dai mostri colpi fortissimi alla schiena e alla testa, mi parve impossibile sopportarli più oltre e credei di morire. Alle ore 14 mi apparve la Beata e mi disse: «Di [i'] alla tua Madre che venga qui con quattro suore per la recita del S. Rosario dalle ore 21, alle ore 21 e 30». Domandai quali Suore? La Beata mi fece il nome delle quattro suore della casa e poi continuò: «Tu dovrai provare un grande spavento; poi tutto sparirà; verrò io nuovamente e tutto sarà finito».

Articolo Inserito il 18/09/2016

Immagine mancante
Andrea Cunningham: “Medjugorje è un luogo particolare”

Tra i numerosi pellegrini abbiamo incontrato Andrea Cunningham dall’Irlanda del Nord, venuta in visita a Medjugorje con il marito ed i suoi cinque figli. Questa è la sua quinta visita. Ritiene che questo luogo sia qualcosa di particolare e vi torna regolarmente, perché si sente come a casa.

Articolo Inserito il 30/08/2016

Immagine mancante
Testimonianza di Marija Pavlovic su Padre Slavko:“Lui si è innamorato della Madonna”

Testimonianza di Marija Pavlovic su Padre Slavko:“Lui si è innamorato della Madonna”. Presso l’altare esterno a Medjugorje nell’estate 2012

Articolo Inserito il 04/08/2016

Immagine mancante
La Madonna di Akita

Anche l'oriente cattolico ha le sue apparizioni della Vergine, riceve i suoi messaggi e riscuote l'attenzione dell'opinione pubblica. In Giappone, ad Akita, qualcosa di eccezionalmente fuori della norma, ha fatto pensare 115 milioni di nipponici, cristiani e non (i primi costituiscono una minoranza), i quali davanti ai teleschermi e attraverso i canali d'informazione giornalistica hanno seguito con molto interesse le vicende che ci apprestiamo a riportare.

Articolo Inserito il 03/08/2016

Immagine mancante
Le apparizioni di Heede

Nel mese di marzo 1948 le Edizioni "Messaggero del Cuore di Maria" davano alle stampe il racconto dei fatti e avvenimenti accaduti tra il 1937 e il 1945 a Heede, in Germania settentrionale. Ne veniva fuori un piccolo libretto che nel 1958 aveva già raggiunto la IX ristampa, con ben tre Imprimatur, intitolato "Heede". Nella breve presentazione leggiamo tra l'altro: "Se non è ancora evidente l'origine soprannaturale di questi eventi, non è però detto che essi siano opera del maligno, o pura invenzione di malate fantasie; a noi non è lecito credere che manifestazioni di tanta confidenza e amore filiale che conduce le anime alla purissima e immacolata Maria, e per mezzo di Lei a Dio, siano opera dello spirito delle tenebre. La nostra adesione ai fatti meravigliosi di Heede non è definitiva, perché l'Autorità Suprema non si è pronunciata ancora definitivamente. Ma noi speriamo che anche per Heede suoni l'ora che ha suonato per Lourdes, per Fatima e per cento altri troni e monumenti dell'amore e della misericordia del Cuore di Maria".

Articolo Inserito il 03/08/2016

Immagine mancante
Catechesi di Marija Pavlovic - Medjugorje 28 settembre 2013

Catechesi di Marija Pavlovic - Medjugorje 28 settembre 2013

Articolo Inserito il 25/07/2016

Immagine mancante
Un caso di possessione: Germana Cele, Natal, Sudafrica 1906-1907

La relazione dei fatti riguardanti la possessione diabolica della giovane africana Germana Cele, della missione cattolica di San Michele, Nata!, Sudafrica, è stata stesa dal padre Erasmo Hòrner, della Congregazione missionaria di Mill-Hill, che, come si dirà nelle pagine seguenti, ebbe gran parte nello svolgimento dei fatti tanto da esserne considerato egli stesso uno dei protagonisti principali. La sua relazione e l’autenticità dei fatti narrati è stata confermata da Monsignor Enrico Delalle, Oblato di Maria Immacolata (OMI), vescovo del Natal, che aveva dato al padre Erasmo e al suo confratello padre Mansueto il permesso di fare l’esorcismo, e che poi presiedette personalmente ai secondi esorcismi. La relazione è stata ripresa e pubblicata dal padre Sutter, autore del precedente studio, Satana Wacht und Wirken, nella VII edizione tedesca del 1975, pp. 125-160, corre- data da approvazione ecclesiastica della curia vescovile di Malines, Belgio, in data 6 novembre 1950. Noi seguiremo questo testo nella nostra esposizione. Si direbbe che Dio, permettendo la possessione diabolica di cui stiamo parlando abbia voluto far comprendere sia ai nuovi cristiani della missione del Natal, sia a tutti coloro che ne sarebbero venuti a conoscenza, l’importanza dei sacramenti della penitenza e dell’eucarestia, e le disposizioni con le quali ognuno deve disporsi a riceverli per evitare la profanazione e il sacrilegio e per riceverne il maggior profitto e beneficio spirituale, e nello stesso tempo far conoscere il potere che la chiesa cattolica ha ed esercita sugli spiriti del male, in pieno accordo con quello che Gesù diceva agli apostoli: «Nel mio nome essi cacceranno gli spiriti cattivi» (Mc 16,17).

Articolo Inserito il 20/07/2016

Immagine mancante
Medjugorje mi ha aiutato a capire il Vangelo

Stefano Rotondo è un medico italiano. Aveva sentito parlare di Medjugorje già all’inizio delle apparizioni ed è venuto per la prima volta in pellegrinaggio dalla Regina della pace già nel 1983. Egli ci ha testimoniato che, dopo quel pellegrinaggio, la sua vita è cambiata radicalmente.

Articolo Inserito il 20/07/2016

Immagine mancante
La scrittrice spagnola María Vallejo-Nágera, una delle più quotate scrittrici contemporanee, racconta la sua profonda e radicale conversione avvenuta a Medjugorje.

Buongiorno a tutti. Mi chiamo Maria Vallejo-Nágera sono spagnola e sono un’autrice di novelle. rnrnVi vorrei raccontare questa piccola storia della mia vita che è cambiata completamente quando sono andata per la prima volta in quel paesino chiamato Medjugorje, nel cuore della Bosnia Erzegovina, nel 1999. rn

Articolo Inserito il 19/07/2016

Immagine mancante
Confessione e' conversione

Un sussidio per la preparazione al sacramento della riconciliazione Centro Missionario P. De Foucauld Cuneo

Articolo Inserito il 11/07/2016

Immagine mancante
Testimonianza di Maria - Medjugorje 24 Giugno 2013

Testimonianza di Maria - Medjugorje 24 Giugno 2013

Articolo Inserito il 06/07/2016

Immagine mancante
Il Cammino Neocatecumenale - A cura di Ezechiele Pasotti

Nel 1964, Francisco (Kiko) Argüello, un pittore nato a León (Spagna), e Carmen Hernández, laureata in chimica e formatasi nell’Istituto Misioneras de Cristo Jesús, si incontrano tra i baraccati di Palomeras Altas, alla periferia di Madrid. Dopo tre anni, in questo ambiente composto soprattutto da poveri, si forma una sintesi kerigmatico-catechetica che, sostenuta dalla Parola di Dio, dalla Liturgia e dall’esperienza comunitaria, e sulla scia del Concilio Vaticano II, diventerà la base di ciò che il Cammino Neocatecumenale porterà in tutto il mondo.

Articolo Inserito il 05/07/2016

Immagine mancante
Convertitevi tutti i giorni - di padre Petar

Convertirsi vuol dire riconoscere che Dio esiste e capire che lui è al primo posto nella nostra vita. Questo significa che la vita dell'uomo solo allora ha un senso, se è in armonia con i progetti che Dio ha con lui.

Articolo Inserito il 04/07/2016

Immagine mancante
Corriamo alla fonte della Misericordia!

Il S. Padre ha indicato tre mete spirituali a cui puntare nel prossimo Giubileo ...

Articolo Inserito il 04/07/2016

Immagine mancante
Dalla bestemmia alla preghiera: Tullio De Piscopo si racconta

Nel libro “La mia vita è cambiata a Medjugorje” di Gerolamo Fazzini, il virtuoso batterista racconta il suo rapporto con Maria e del pellegrinaggio a Medjugorje progettato con Pino Daniele

Articolo Inserito il 01/07/2016

Immagine mancante
La mia vita è cambiata a Medjugorje

Gerolamo Fazzini non appartiene al al “club dei ‘medjugoriani” ciononostante si è fatto conquistare dalle tante storie di conversione…

Articolo Inserito il 01/07/2016

Immagine mancante
Luglio 1990: PAPA' VITTORIO CI NASCONDE QUALCOSA

Primavera 1995. Papà Vittorio non ha proprio voglia di accompagnare sua moglie a Medjugorje. Preferisce il suo giardino. Bisogna ammettere che la pia Ginetta, fin dal suo primo pellegrinaggio, dell'anno precedente, non fa che tormentarlo perché vada a convertirsi ai piedi della Gospa. Mentre brontola "Convertirmi io?

Articolo Inserito il 30/06/2016

Immagine mancante
Settembre 1993: UN PROTESTANTE VEDE LA MADONNA

Bisogna ammetterlo, Barry è un duro. Sua moglie Patricia? Un tesoro di delicatezza e io sospetto che preghi senza interruzione, tanta è la luce che emana. Dalla nativa Inghilterra veniva spesso a dissetarsi alla sorgente di Medjugorje e ad affidare alla Gospa il suo marito protestante. Che meraviglia sarebbe se un giorno anche lui potesse scoprire la gioia di camminare con il Dio Vivente! Benché battezzato protestante, Barry non credeva in Dio e con fierezza faceva a meno di lui.

Articolo Inserito il 30/06/2016

Immagine mancante
Il vero miracolo è riscoprire di avere fede in Dio

Che giorno è stato Ferragosto? Niente a che vedere con le code, le scampagnate, i giochi in spiaggia e i fuochi d’artificio. Quella è una giornata che per me comincia sempre con il silenzio, la riflessione e la preghiera. Strano andare a Messa a Ferragosto? Affatto...

Articolo Inserito il 28/06/2016

Immagine mancante
Padre Jozo: « Maria è qui e ha bisogno di noi»

Intervista con padre Jozo

Articolo Inserito il 23/06/2016

Immagine mancante
Jelena Vasilj: La vera essenza dell'amore

L'amore è come la luce, ogni qualvolta proviamo a prenderla in mano essa ci sfugge. È una parola che sovente pende dalle nostre labbra, eppure spesso ci rende muti. Ci sembra così familiare, anche se, scoraggiati, quotidianamente non ne riconosciamo il volto. Possiamo osservare che il tempo in cui viviamo spesso ci presenta un tipo di amore che deve necessariamente essere ricco di energia emotiva, concentrato nelle numerose esperienze forti che, una volta terminate, ci buttano a terra e lasciano un vuoto ancora più profondo di prima; nonostante ciò qualcuno potrebbe dire: "Comunque meglio amare piuttosto che non amare". Tali esperienze, dato che le nostre passioni sono così invasive, di solito ignorano un progetto concepito quando ancora il tempo non c'era, quando il Padre generava il Figlio nel suo eterno progetto d'amore, che è lo Spirito Santo. Il Padre spirava l'amore verso il Figlio e il Figlio verso il Padre, e così crearono il mondo nella loro eterna danza d'amore. Quando parliamo d'amore, oppure amiamo, attingiamo alla fonte che è l'immagine stessa della Santissima Trinità scolpita nel cuore dell'uomo sin dalla creazione. Qualsiasi altro amore, se non è basato su questa immagine, recede molto facilmente in un'idolatria d'altri o di se stessi.

Articolo Inserito il 20/06/2016

Immagine mancante
Jelena Vasilj: Beati gli afflitti

Quando meditiamo sulla sofferenza umana dobbiamo partire sempre dal fatto che ci troviamo davanti a un mistero inesauribile. Essa infatti è parte dell’uomo, che è mistero a se stesso ed è conosciuto in profondità solo dal suo autore. La sua vita, dice San Paolo, è nascosta e verrà rivelata nella sua gloria con la venuta di Cristo (cfr. Col 3,4). La sofferenza è la più forte testimonianza che l’uomo non è solo, che egli ha la sua origine altrove, cioè in Dio. L’uomo è stato affascinato dall’idea di possedere la propria vita sin dall’inizio, quando ancora egli si trovava nel giardino dell’Eden, appropriandosi delle prerogative che la vita porta in sé. E non solo della sua, ma anche di quella degli altri. Dio gli fa tuttavia presto comprendere che tale decisione avrebbe avuto gravi conseguenze, tali da portarlo a conoscere la morte (cfr. Gen 2,17).

Articolo Inserito il 20/06/2016

Immagine mancante
Mirjana: ciò che chiede la Madonna

Così ha detto Mirjana, con tanta semplicità nella sua testimonianza ai giovani del Festival: Il mio giorno preferito è il 2 del mese dal 1987. Il 2 di ogni mese prego con la Madonna per i non-credenti ma Lei non dice mai "i non credenti"; dice sempre "quelli che non conoscono l'amore di Dio". E Lei chiede il nostro aiuto, e questo non lo dice solo a noi sei veggenti, ma a tutti quelli che sentono la Madonna come la loro madre.

Articolo Inserito il 19/06/2016

Immagine mancante
Marija ci ha parlato dei primi giorni delle apparizioni, quando molti giovani, anche di Medjugorje, erano indecisi.

Qui c'era una discoteca che è bruciata qualche giorno prima delle apparizioni. A questi giovani rimasti senza discoteca, che non sapevano più dove andare, pareva che la Madonna proponesse di cominciare a salire sulla collina delle apparizioni. E così è nato il primo gruppo di preghiera. Quando la polizia ci proibì di andare sulle colline, Ella ci fece venire nei campi.

Articolo Inserito il 14/06/2016

Immagine mancante
Testimonianza del 12 aprile 1997

Per la Madonna nessuna situazione è disperata. Nella Cappella dell'Oasi della Pace il 12 aprile un centinaio di italiani hanno assistito all'apparizione a Marija Pavlovic' Lunetti. Essa ha poi conversato con i presenti. Così ha detto in succinto...

Articolo Inserito il 14/06/2016

Immagine mancante
I gruppi di preghiera nel movimento di preghiera mariano - Padre Slavko

I gruppi di preghiera nel movimento di preghiera mariano, di Padre Slavko, 1996.

Articolo Inserito il 08/06/2016

Immagine mancante
Perché appare la Regina della Pace

Un giovane di nome Cristian ha detto al suo collega "Ti dico quello che poche volte ho detto nella mia vita: la cosa più grande è avere la Mamma, ed io invece non ce l'ho, è morta per me!" "Cosa è successo? 'Mia Madre per dare la vita a me è dovuta morire, pur sapendo (mi diceva mia zia) che se io non fossi nato, lei non sarebbe morta. Volevano uccidere me per salvare lei, ma lei non ha accettato. Infatti è morta per me!" Tutto questo è successo sotto il monte Mosor sulle spiagge del mare Adriatico. La madre è andata incontro alla morte consapevolmente per salvare il suo bambino. Questo è un gesto da Madre eroica!

Articolo Inserito il 28/05/2016

Immagine mancante
Medjugorje, il vero miracolo è la conversione del cuore

A Medjugorje non si viene per turismo, né per propria scelta. Qui ci si arriva grazie ad una chiamata speciale della “Gospa”, la Madonna che ogni anno convoca in questo luogo milioni di pellegrini. Moltissimi dei quali italiani.

Articolo Inserito il 20/12/2015

Immagine mancante
Dopo l’abuso i miei genitori non meritavano rispetto e amore. La conversione di Phyllis Roelfs

Nell’Agosto del 1999 ero il più lontano possibile dalla Chiesa Cattolica! Avevo giusto ordinato libri online che criticavano la fede cattolica e smascheravano il cattolicesimo. ...

Articolo Inserito il 20/12/2015

Immagine mancante
Il digiuno

Si digiunava, inoltre, alla vigilia di alcune feste, come quelle del Sacro Cuore di Gesù, del Sacro Cuore di Maria, ed alla vigilia del Natale. Digiunare alla vigilia del Natale è sempre stata l'impresa più difficile. Per Natale, infatti, si preparano sempre tante leccornie, il che fa vacillare la fermezza del nostro proposito. Si digiunava anche prima della festa di S. Antonio e dell’Assunzione della Beata Vergine Maria. Oggi, purtroppo, in alcune famiglie si mangia carne anche di venerdì.

Articolo Inserito il 16/10/2015

Immagine mancante
Padre Slavko: Vi invito alla rinuncia in questo tempo di grazia

La Madonna ci invita alla rinuncia in questo tempo di grazia. Io so la parola rinuncia in lingua italiana, ma come probabilmente in tutte le altre lingue per prima ha un senso negativo. Rinunciare: ma nel profondo di questo processo, di questo fatto di rinunciare alle cose, alle abitudini del peccato, significa il cammino della libertà o verso la libertà. Rinunciare significa avere coraggio, lasciare le cose che in questo momento ci impediscono di incontrare Maria, di incontrare Gesù. E questo "Tempo di grazia" è tempo della Quaresima in cui vogliamo, rinunciandoci, avvicinarci a Gesù che soffre con Maria che ha sofferto con Lui.

Articolo Inserito il 26/07/2013

Immagine mancante
Testimonianza di Umberto in occasione del 30° anniversario (25 giugno 2011)

Tutto cominciò nell’Agosto del 2008, quando decisi di partire per la prima volta per Medjugorje.

Articolo Inserito il 01/06/2013

Immagine mancante
La Santa Vergine di Medjugorje converte... dei cinesi.

Alla fine del Luglio 91 ho visto e ascoltato un gruppo di cinesi che, davanti alla statua della Madonna di Lourdes, nella chiesa di Medjugorje, cantavano dei canti mariani in cinese; ho scoperto in seguito che venivano da Hong — Kong, città cosmopolita dove la religione tradizionale è il buddismo e il numero dei cattolici raggiunge appena le 200 migliaia. Questo è bastato perchè la persecuzione contro la chiesa arrivasse anche lì. Ovunque vi sono spie del regime.

Articolo Inserito il 22/07/2012

Immagine mancante
Una conquista clamorosa di Maria: da luterano a cattolico ed apostolo (La conversione di Wayne Weible).

Nell’Ottobre dell’85 Wayne Weible è ancora un giovane giornalista luterano di Myrtle Beach (South Caroline), proprietario di quattro testate. La sua vita non è stata facile: ha appena divorziato dalla moglie e abbandonato quattro figli, ora sta ricominciando una nuova vita con una nuova famiglia. E’ tanto irritato con Dio da non voler più frequentare la Chiesa. Ma Maria ha un progetto su di lui e irrompe all’improvviso nella sua esistenza per fare di un giornalista protestante, completamente ignaro delle apparizioni di Maria, un araldo cattolico dei Suoi Messaggi. Ecco alcuni brani del libro di Wayne Weible (citato in Eco n’97 p.8) che ne raccontano la conversione:

Articolo Inserito il 22/07/2012

Immagine mancante
Vicka di Medjugorje: Come amare i propri nemici?

Vicka insegna con atti e parole e...con il suo sorriso. L’orrore e l’odio divampano, talvolta anche tra i più buoni. E questo si comprende, perché l’orrore induce alla ribellione. Vicka invece, va fino in fondo nel proclamare il messaggio evangelico dell’amore ai nemici. Che ella l’abbia nel suo cuore è già una gran cosa. Lech Walesa in prigione non riuscì a perdonare e se la cavò in modo meraviglioso affidando il suo perdono a Maria a cui si era totalmente donato. Egli concluse la preghiera dicendo: “Perdona Tu quelli che ci offendono quando noi non lo possiamo.” Ad amare i propri nemici vi si giunge con la grazia di Dio. Ma in una situazione di violenza e di odio come si può osare proclamare concretamente questo amore ad orecchie che non saprebbero intenderlo? Come fare senza suscitare collera e ritorsione?

Articolo Inserito il 01/07/2012

Immagine mancante
Il contenuto dei messaggi per chi non lo conosce. Come Vicka ripete l’annuncio dopo la sua esperienza con Maria

Molti lettori dell’ultima ora chiedono un ‘esposizione anche breve del contenuto fondamentale del messaggio di Medjugorje. Lo facciamo di buon grado attraverso le parole che Vicka ha rivolto al grande gruppo Regina della Pace di Roma, che si raduna dopo il messaggio di ogni mese per la spiegazione di Don Amorth (20/9/92)

Articolo Inserito il 17/06/2012

Immagine mancante
Il programma di Maria su di noi e sul mondo

Noi abbiamo sempre l'impressione di sapere fare tutto da soli... Non pensiamo che è Dio l'unica ragione per cui esistiamo e viviamo... Allora diventa chiaro anche il peso e il valore di tutto quello che Dio ha fatto per te costantemente nella tua vita giorno dopo giorno in modo stupefacente... Bisogna dunque essere ciechi per non capire che uno dei doni più grandi che Dio ci ha fatto è la presenza di Maria. Si dirà: la Madonna c'era già, come mai ora appare? Ma se la Madonna c'era già, perchè allora non la conoscevi?

Articolo Inserito il 26/08/2010

Immagine mancante
Rottura col rock satanico e pianto liberatore a Medjugorje

Un giovane capellone, alto, dallo sguardo aperto e con un largo sorriso. Tutta la scorsa estate, inosservato, si era messo a disposizione dei pellegrini d’Irlanda, Li accompagnava sul Podbrdo e sul Krizevac. Pregava con loro, parlava di sè, della propria conversione. Volentieri accoglieva l’invito di cantare durante l’adorazione della sera, ma mai disse ai francescani della parrocchia che la musica era stata la sua vocazione. Quando lo si seppe, lo si pregò di dire qualcosa di più della sua vita, del suo gruppo di rock n’roll, delle sue produzioni, della sua esperienza a Medjugorje. Così rispose cordialmente a P.Slavko...

Articolo Inserito il 28/02/2010

Immagine mancante
Mohamed convertito a Medjugorje

2 Agosto 1990. Non a caso... nel giorno stesso dell’invasione del Kuwait, una dorma austriaca mi fece conoscere Mohamed, un arabo del Medio Oriente. Questo quarantenne, sposatosi in Germania con una tedesca nella Chiesa cattolica, era a Medjugorje con la moglie e i figli. La madre aveva insegnato loro la Bibbia, il padre il Corano. Marito e moglie avevano concordato di istruire liberamente i ragazzi. Lui viveva secondo le prescrizioni del profeta Mohamed (Maometto), suo omonimo.

Articolo Inserito il 02/12/2009

Immagine mancante
Convertitevi tutti i giorni - di padre Petar Ljubicic

Convertirsi vuol dire riconoscere che Dio esiste e capire che lui è al primo posto nella nostra vita. Questo significa che la vita dell'uomo solo allora ha un senso, se è in armonia con i progetti che Dio ha con lui. Il piano di Dio è che l'uomo lo conosca, lo ami con tutto il suo essere, si conceda a lui completamente e lo serva con gioia, per diventare perfetto e santo.

Articolo Inserito il 06/11/2009

Immagine mancante
Folgorata da Maria a Medjugorje, rinuncia a tutto e si consacra a Dio era sempre alla moda... adesso prenderà i voti di povertà, castità e obbedienza

Il prossimo 13 settembre, nella casa madre della Fraternità francescana di Betania, a Terlizzi, farà la sua prima professione religiosa. Sara Farci , 30 anni, conosciuta nel Meratese (Lc) per aver lavorato tanti anni come coach e programmatore neurolinguistico facendo formazione aziendale per importanti società , prenderà presto i voti di castità , povertà e obbedienza.

Articolo Inserito il 18/10/2009

Immagine mancante
Padre Jozo Zovko:Europa, non cancellare le tue radici cristiane

Abbiamo sentito con quanta forza e sofferenza il nostro amato Papa Giovanni Paolo II ha gridato ai popoli Europei: "Non cancellate le radici cristiane, non cancellate Gesù perché la famiglia europea è nata dalla Croce; la sua storia e la sua cultura sono segnate dal Vangelo". Non lo hanno ascoltato! Hanno risposto: Abbiamo i soldi, abbiamo l'euro.

Articolo Inserito il 13/07/2009

Immagine mancante
Antonio Socci: Una storia emblematica. Come Paolo Brosio è andato a Medjugorje....

Pronto, Paolo? Sto cercando Paolo Brosio, uno dei volti più noti della televisione. Dall’altra parte del telefono si sentono forti folate di vento e un respiro affannoso. Infine un lontano: “Pronto, chi è?”. Dico il mio nome e chiedo dove mai si trovi. “Sono a Palermo” mi spiega “per una puntata di Stranamore, ma in questo momento sto salendo il Monte Pellegrino col rosario in mano alla ricerca del santuario di santa Rosalia”.

Articolo Inserito il 20/04/2009

Immagine mancante
Cari giovani, ecco i messaggi che Maria vi dà

Così VICKA ha detto ai giovani giovedì mattina 2 agosto ...

Articolo Inserito il 23/02/2009

Immagine mancante
Don Gabriele Amorth: La donna nemica di satana:“Desidero condurvi alla santità”

Maria fa paura a satana per la sua umiltà, purezza, obbedienza e perché Immacolata.

Articolo Inserito il 02/02/2009

Immagine mancante
Padre Jozo: Una Mamma ti dice: “convertiti e diciditi subito a pregare”

La grazia, non la diplomazia ha piegato il comunismo! Quando i cristiani, i figli vedono la Madonna, sanno che è la più bella di tutte le altre mamme. Per gli occhi dei figli il volto della mamma è sempre bello, ma i veggenti e le altre persone che hanno visto o vedono la Madonna, la più generosa e bella delle mamme, vedono un volto stupendo, meraviglioso.

Articolo Inserito il 12/01/2009

Immagine mancante
I cinque sassi

Forse anche tu, da ragazzo, passando vicino ad uno specchio d’acqua con i tuoi compagni di gioco, hai preso dei sassi ben levigati e piatti, e hai sfidato i tuoi amici nel gioco a chi gettava questi sassi a pelo d’acqua, facendoli balzare più volte sulla superficie, contando il numero di questi balzi, prima che il sasso si inabissasse nelle profondità dell’acqua. Vinceva chi riusciva a collezionare il maggior numero di balzi.

Articolo Inserito il 11/01/2009

Immagine mancante
ANKA: Dall’ATEISMO alla FEDE e al DONO DI SE’ : travolta dalla grazia alla Messa italiana

Al ritiro dei sacerdoti che si è svolto a Medjugorje in novembre (vedi Eco 68), P. Jozo ha fatto parlare Anka Blasevit, una ragazza iugoslava convertitasi a Medjugorje 5 anni fa. E stata una testimonianza vibrante con note drammatiche che ha coinvolto e commosso i sacerdoti presenti: molti piangevano.

Articolo Inserito il 10/11/2008

Immagine mancante
Padre Slavko: « Cari figli... »

La Madonna, nel suo ultimo messaggio, il primo di quest'anno 1987, dice: « Cari figli, oggi desidero invitarvi tutti a vivere nell'anno nuovo tutti i messaggi che vi do. Cari figli, sapete che sono restata a lungo a causa vostra per potervi insegnare come fare i passi sulla strada della santità. Perciò, cari figli, pregate senza sosta e vivete tutti i messaggi che vi do perché questo lo faccio con grande amore verso Dio e verso di voi ». La prima parola della Madonna è: « Cari figli », questo non è senza importanza. La Madonna ci invita, senza condizioni. Non ha detto: « Cari figli, voi che pregate. Cari figli, voi che digiunate ». Tutti sono cari figli. Anche se so che non ero buono, e ho fatto molte cose che non sono buone, la Madonna mi dice personalmente: « Caro figlio », « Cara figlia ». Proprio quando sono lontano, quando sono nel peccato ho bisogno di questa parola. Che cosa facciamo sapendo che siamo peccatori o soprattutto sapendo che gli altri sono peccatori? Li allontaniamo da noi, li giudichiamo? La Madonna non fa così.

Articolo Inserito il 27/10/2008

Immagine mancante
Padre Slavko: « Io invito le famiglie alla santità. Che le famiglie siano un luogo dove nasce o sta nascendo la santità »

Oggi è la festa della Sacra Famiglia e io penso che la spiegazione questa sera deve andare in questa direzione. La Madonna ci insegna una vita nuova, soprattutto per le famiglie e nelle famiglie. ...

Articolo Inserito il 13/10/2008

Immagine mancante
Padre Slavko:« Il mio cuore segue attentamente i vostri passi »

L'ultimo messaggio di Natale è anche l'ultimo messaggio dell'anno. Proverò a spiegarlo alla luce dei messaggi principali. Lo leggo: « Cari figli, anche oggi benedico il Signore per tutto quello che mi sta facendo, ma in modo particolare per il dono di poter stare anche oggi con voi. Cari figli, in questi giorni il Padre sta offrendo grazie particolari a tutti coloro che aprono i cuori. Io vi benedico e desidero che anche voi, cari figli, conosciate le grazie e tutto mettiate alla disposizione di Dio affinché lui sia glorificato attraverso di voi. Il mio cuore segue attentamente i vostri passi ».

Articolo Inserito il 29/09/2008

Immagine mancante
Padre Slavko: Siamo invitati di nuovo a dire il nostro « si »

Perché queste apparizioni? La Madonna stessa ha risposto a questa domanda: «Io sono venuta per portarvi la pace. Io sono la Regina della pace ». Tutto questo tempo non serve per dare nuovi inviti, messaggi, ma serve per l'educazione alla pace. Che cosa fa la Madonna per educarci alla pace? Che cosa ci propone di fare per essere pronti a portare la pace senza condizioni? La Madonna ha dato diversi elementi perché noi possiamo capire che cosa dobbiamo fare.

Articolo Inserito il 15/09/2008

Immagine mancante
Padre Slavko: « Pregate, cari figli, solo così potrete conoscere tutto il male che sta in voi ed offrirlo al Signore, in modo che il Signore possa purificare del tutto i vostri cuori »

Nel messaggio di giovedì scorso 4 dicembre la Madonna dice: « Cari figli, anche oggi vi invito a preparare i vostri cuori per questi giorni in cui il Signore desidera in modo particolare purificarvi da tutti i peccati del vostro passato. Voi, cari figli, non potete farlo da soli perciò ci sono qua io ad aiutarvi. Pregate, cari figli, solo così potrete conoscere tutto il male che sta in voi ed offrirlo al Signore in modo che il Signore possa purificare del tutto i vostri cuori. Perciò, cari figli, pregate senza sosta e preparate i vostri cuori nella penitenza e nel digiuno ».

Articolo Inserito il 21/07/2008

Immagine mancante
Padre Slavko: « Desidero che anche per voi la croce sia gioia »

Nel messaggio di ieri, la Madonna ha detto: « Cari figli, per questi giorni mentre festeggiate la Croce desidero che anche per voi la croce sia gioia. In modo particolare, cari figli, pregate per poter accettare la malattia e le sofferenze con l'amore come Gesù le ha accettate. Soltanto così potrò con la gioia darvi le grazie e guarigione che Gesù mi permette ». Possiamo dire che questo messaggio contiene tutto quello che la Madonna ha detto sulla Croce. La Madonna desidera che la mia croce, la tua croce, le tue sofferenze, diventino gioia per me e per te. Domandiamoci: umanamente la Madonna sa che cosa dice o forse è proprio un'idealista che ha dimenticato come siamo? Ognuno di noi ha qualche croce o qualche sofferenza e la Madonna desidera - e se la Madonna desidera io credo possiamo dire che esiste la possibilità - che le nostre croci diventino gioia per noi.

Articolo Inserito il 09/06/2008

Immagine mancante
Padre Jozo nella Messa di mezzanotte per i giovani: Medjugorje sia segno di conversione per tutta la Chiesa!

Grazie fratelli e sorelle che non siete andati a dormire: trasformeremo insieme questa notte in una notte di grazie. 8 anni e 50 giorni fa il cielo si è aperto qui su questo luogo santo e ci ha donato delle parole di coraggio: “Non temete!” La collina delle apparizioni ora ci parla, ci abbraccia, ci mette le mani attorno perché possiamo ascoltare la voce di nostra Madre: “Non abbiate paura, vi ho chiamati, siete importanti per Me”. Da 8 anni e 50 giorni questa voce del cielo ha cercato i suoi figli...

Articolo Inserito il 05/05/2008

Immagine mancante
Padre Jozo Zovko: La guarigione del cieco

Mi ricordo dell'uomo cieco, di nome Jozo, che riguardo a quanto accadeva non aveva alcuna difficoltà, non aveva alcuna domanda da porre. Lui ha creduto subito. Essendo cieco, ha detto alla sua nipotina: Portami qualcosa dal posto dove appare la Madonna. La bambina, una piccolina di appena sei anni, gli dice: Nonno, sulla collina non c'è niente. Ma tu troverai qualcosa, insiste il nonno.

Articolo Inserito il 14/04/2008

Immagine mancante
Don Gabriele Amorth: LA DONNA NEMICA DI SATANA : Richiami incalzanti

Forse può stupire quanto spesso la Vergine, nei suoi messaggi, ci metta in guardia da Satana. In realtà si stupisce solo chi non conosce la Bibbia o chi, come tanti teologi moderni, l’hanno svuotata di contenuto, con interpretazioni riduttive che ne misconoscono il valore.

Articolo Inserito il 17/03/2008

Immagine mancante
Padre Slavko: « Siate luce a tutti e testimoniate nella luce »

Adesso sono quattro i veggenti che hanno ogni giorno le apparizioni. Ieri è finita la pausa di Vicka che è durata quaranta giorni: dal 24 aprile fino al 3 giugno incluso, Vicka non ha visto la Madonna. Il 23 aprile la Madonna ha terminato di raccontarle l'avvenire del mondo, il 22 aprile le ha affidato il nono segreto e il 4 giugno sono ricominciate le apparizioni. Vicka è a Zagabria perché ha delle difficoltà, è ammalata allo stomaco e forse sarà operata in questi giorni. Attraverso Marija la Madonna dà i messaggi ogni giovedì.

Articolo Inserito il 25/02/2008

Immagine mancante
Marija Pavlovic Lunetti parla ai pellegrini italiani - Medjugorje, 24 giugno 2003

Saluto tutti voi italiani che siete venuti oggi così numerosi e vi ringrazio che siete venuti qua alla festa della Madonna, Regina della Pace. Domani festeggiamo i 22 anni da quando la Madonna è apparsa. La prima volta la Madonna è apparsa verso sera il 24 giugno, proprio come oggi; è apparsa a Ivan, Vicka, Mirjana e Ivanka. Il giorno dopo la Madonna è apparsa anche a me e a Jakov, al posto di un altro ragazzo che si chiamava Ivan e a mia sorella Milka. Dal momento che la Madonna è apparsa, noi abbiamo cominciato a vivere questa avventura con la Madonna; di conseguenza anche tutti voi che avete abbracciato il suo messaggio e che l’avete portato nelle vostre case, voi che avete cominciato a venire, a ritornare e a vivere nella vostra vita, nella vostra famiglia, il messaggio della Madonna Regina della Pace.

Articolo Inserito il 12/02/2008

Immagine mancante
Padre Slavko: « Vi invito perché mi offriate i vostri cuori, affinché io possa cambiarli e farli simili al mio Cuore »

Giovedì scorso 15 maggio, la Madonna ha detto: « Cari figli, oggi vi invito perché mi offriate i vostri cuori, affinché io possa cambiarli e farli simili al mio Cuore. Voi vi domandate perché non potete soddisfare le mie richieste, non potete perché non mi avete dato i vostri cuori perché io li cambi. Voi parlate e non lo fate. Vi invito a fare tutto quello che vi dico così sarò con voi ». Con questo suo semplice modo ha ripetuto tutto quello che vuole da noi.

Articolo Inserito il 04/02/2008

Immagine mancante
Padre Slavko: « Cari figli, voi dimenticate che siete tutti importanti »

Vi leggo il messaggio di giovedì scorso e provo un po' a spiegarlo, pensando a tutti gli altri messaggi: « Cari figli, oggi vi invito a pregare. Cari figli, voi dimenticate che siete tutti importanti. In modo particolare gli anziani nella famiglia sono importanti. Incitateli a pregare. Tutti i giovani siano con la propria vita l'esempio agli altri, diano testimonianza per Gesù. Cari figli, vi supplico, cominciate a cambiarvi nella preghiera e saprete che cosa dovete fare ». Sul livello pratico le apparizioni ci mostrano come si va verso la pace e come si riceve la pace. E su questo punto penso che tutti possiamo trovare la nostra risposta alla domanda « perché sono qua ». Forse perché credo che questo luogo -da cinque anni è diventato un luogo di preghiera, di digiuno, di risveglio della fede, per avere la pace, per poter vivere la riconciliazione con Dio e con gli altri.

Articolo Inserito il 17/12/2007

Immagine mancante
Padre Slavko: Il piano del Signore non è universale, è individuale

L'ultimo messaggio dice: « Cari figli, vi invito di nuovo alla preghiera col cuore. Se pregate, cari figli, col cuore, si scioglierà il ghiaccio dei vostri fratelli e scomparirà ogni barriera. La conversione sarà facile per tutti quelli che vorranno accoglierla. Questo è un dono che dovete implorare per il vostro vicino ». In questo messaggio la Madonna ha ripetuto tutto quello che ha detto fino ad oggi. Per esempio, se dice: « Vi invito di nuovo alla preghiera col cuore » allora è molto importante la preghiera. Voi sapete che domanda il Credo, 7 Padre, Ave, Gloria, il Rosario intero, leggere la Bibbia e partecipare alla Messa il più spesso possibile, confessarsi: tutto questo è sul livello della preghiera.

Articolo Inserito il 09/10/2007

Immagine mancante
L’ADDIO DI PADRE JOZO SUL PODBRDO AI SACERDOTI: “NON TEMERE! IO SONO CON TE”

Da questo posto, dove la Madonna è apparsa in quest’ora sette anni, 4 mesi e 16 giorni fa, quando ha toccato questo posto dove stanno adesso i tuoi piedi, Lei come una pellegrina dal Signore mandata, desiderate prendere per la mano come figlio e dirti: non temere... Chiamato anche tu come sacerdote sotto la croce, desidera dirti qui: non temere, sono Io, Io sono con te, non aver paura a tornare nella tua parrocchia a vedere in ogni volto il mio Figlio. Non temere, tu che sei diventato lievito, ad entrare nella farina, tu che sei più forte e puoi farla diventare pane... Ho bisogno di te, delle tue mani perché sono consacrate.., perché anche chi ti ha rifiutato pensa ho bisogno delle tue mani che possono rialzarmi; sono le uniche che possono sciogliere le mie catene, la mia schiavitù... Ho bisogno di te: voglio mandarti da qui come Jahvè ha mandato Davide davanti a Golia, davanti ai filistei. Non sapeva il numero, ma ha detto: “io posso nel nome di Jahvè” e, uscito fuori, ha vinto, ha liberato il popolo... Tu puoi, non nel tuo nome, ma nel nome di Gesù accendere, dalla tua vita, la luce nella vita di tutti gli altri che vogliono incontrarti, perché tu sei uno che porta la novella buona...

Articolo Inserito il 27/09/2007

Immagine mancante
DOVE ARRIVA L’AMORE APPRESO ALLA SCUOLA DI MARIA

Marija Pavlovic dona un rene al fratello che aveva poche speranze di vita.

Articolo Inserito il 16/07/2007

Immagine mancante
Padre Slavko: Siete troppo preoccupati delle cose materiali

Cari figli, vi invito anche oggi alla conversione. Siete troppo preoccupati delle cose materiali e poco delle cose spirituali. Aprite i vostri cuori e di nuovo lavorate di più per la vostra conversione personale. Decidetevi ogni giorno a dedicare un tempo a Dio e alla preghiera, finché la preghiera diventi per voi un incontro gioioso con Dio. E' solamente così che la vostra vita avrà senso e contemplerete con gioia la vita eterna. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.(25.04.2000)

Articolo Inserito il 25/06/2007

Immagine mancante
Sono i tempi dell’anti-cristo: non temete “prendete l’armatura di Dio per resistere nei giorni cattivi”

Di fronte alla confusione e al disorientamento, che minaccia tanti fratelli per il levarsi di voci “autorevoli” che disapprovano, come priva di fondamento, la loro esperienza spirituale di conversione, dovuta agli interventi molteplici di Maria, dobbiamo conservare la pace, unita alla prudenza dei serpenti e alla semplicità delle colombe. Anche se un clima “ufficiale” di derisione, e, nel caso migliore di commiserazione, accompagna spesso chi crede negli interventi di Maria, dobbiamo stare tranquilli e non dubitare, perché ciò che ci porta a Dio e rinnova la nostra vita non può essere che opera di Dio.

Articolo Inserito il 25/06/2007

Immagine mancante
Accettare con amore la Croce

In preparazione alla festa della Esaltazione della Croce che a Medjugorje ricorre la domenica antecedente il 1 settembre (questa volta l’undici settembre), il tema della croce è stato ripreso negli incontri dei frati con i pellegrini. P. Jozo ha ricordato che la vera conversione del cuor avviene quando si decide di abbracciare la croce: allora essa diventa la nostra vittoria, diventa segno di gioia e di salvezza.

Articolo Inserito il 28/05/2007

Immagine mancante
“Ho parlato con Mirjana dei segreti” di P. Barnaba Hechich ofm

Sui segreti ho parlato almeno novanta minuti con Mirjana. Mi ha confermato: i segreti che lei conosce sono dieci, i primi due sono ammonimenti.

Articolo Inserito il 07/05/2007

Immagine mancante
Padre Slavko: Gesù vuol rinnovare la sua nascita nei vostri cuori!

La chiave che apre il cuore è l'amore e se amiamo sappiamo anche ascoltare. Se amiamo, possiamo diventare più sensibili alla parola di Dio. Quindi, il nostro compito in preparazione al Natale dovrebbe essere quello di lavorare sull'apertura del nostro cuore, chiedendoci cosa ci chiude il cuore agli altri e al prossimo. Perché sia chiaro cosa significa essere sensibili alla parola di Dio, pensiamo a un bambino solo a casa che piange perché la mamma non è con lui. Non appena la mamma gli dice: "Non avere paura, sono qui", il bambino smetterà di piangere perché è sensibile alla parola della mamma.

Articolo Inserito il 02/04/2007

Immagine mancante
Padre Slavko: Non c'è pace, figlioli, dove non si prega

“Cari figli! Oggi vi invito a vivere la pace nei vostri cuori e nelle vostre famiglie, ma non c'è pace, figlioli, dove non si prega e non c'è amore, non c'è fede. Perciò, figlioli, vi invito tutti a decidervi oggi di nuovo per la conversione. Io vi sono vicina e vi invito a venire tutti, figlioli, nelle mie braccia per aiutarvi, ma voi non volete e così Satana vi tenta; anche nelle cose più piccole, la vostra fede viene meno; perciò, figlioli, pregate e mediante la preghiera avrete la benedizione e la pace. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”. Messaggio del 25 marzo 1995

Articolo Inserito il 19/02/2007

Immagine mancante
Padre Petar Ljubicic: Medjugorje, luogo di pellegrinaggio e di conversioni sconvolgenti

Secondo le dichiarazioni dei veggenti, la Madonna appare a Medjugorje da più di 25 anni. Da allora, Medjugorje è diventata fonte di grazie e vero prodigio. In questo luogo di grazia dove Dio è all'opera giungono milioni di pellegrini da tutto il mondo. Qui tutti percepiscono la grazia in un modo speciale. Molti, in questo luogo, hanno scoperto la fede ed hanno vissuto la conversione personale. Centinaia di malati gravi sono stati guariti. Sono sorti migliaia di gruppi di preghiera. A Medjugorje possiamo imparare come si venera e si loda Dio, come si prega col cuore, come si fa penitenza in modo sincero. Tanti uomini che si affidano a Dio con cuore aperto vivono molte esperienze spirituali. Lo dimostrano i seguenti esempi:

Articolo Inserito il 08/01/2007

Immagine mancante
Padre Slavko: La prima cosa che si deve capire è la volontà del Signore anche nella sofferenza.

Le apparizioni continuano ancora, ogni sera. Ivanka, Vicka, Jacov, Marija e Ivan vedono ancora, ogni sera, la Vergine. Adesso sono quasi 46 mesi, al 24 aprile saranno 46 mesi. Una storia già lunghissima. Nessuno da noi osava desiderare una cosa simile a queste vicende. Questo modo di apparizioni non è conosciuto nella storia della Chiesa. Tanti si domandano come mai, come è possibile? E anche noi ci domandiamo come sia possibile.

Articolo Inserito il 30/10/2006

Immagine mancante
Una luterana idealista: dopo tante speranze deluse approda alle certezze dell’amore di Dio

Una luterana idealista: dopo tante speranze deluse approda alle certezze dell’amore di Dio. La storia di Susanna.

Articolo Inserito il 12/10/2006

Immagine mancante
Padre Slavko: « Io busso, ma ancora tanti cuori non si aprono »

Ieri sera (Giovedì Santo) c'era un messaggio così: «Cari figli, io vi ringrazio perché avete cominciato a pensare di più alla gloria del Signore nei vostri cuori. Oggi è il giorno nel quale ho desiderato di non dare più i messaggi perché vi sono alcuni che non li accettano. La Parrocchia si è mossa. Ha accettato. E io desidero d'ora in avanti darvi i messaggi in un modo che non è successo mai dall'inizio del mondo».

Articolo Inserito il 21/09/2006

Immagine mancante
Principe islamico, da Allah a Dio (di Andrea Tornielli)

Tra le grazie e i presunti miracoli attribuiti all'intercessione della Madonnina di Civitavecchia c'è anche la conversione di un principe musulmano, avvenuta dopo che la moglie, colpita da un cancro, era stata misteriosamente guarita. È uno degli elementi inediti contenuti nel libro La Madonna si fa la strada. Civitavecchia nel tempo di Maria (Edizioni Ares, pagg. 456, 15 euro), un libro del giornalista Riccardo Caniato che arriva in libreria in questi giorni. L'autore, caporedattore del mensile Studi Cattolici ha interrogato tutti i testimoni della vicenda iniziata nel febbraio di dieci anni fa, quando una statuina di gesso proveniente da Medjugorje iniziò a versare lacrime di sangue, e ha raccolto numerose segnalazioni di grazie ricevute così come sono state annotate dagli stessi protagonisti.

Articolo Inserito il 21/09/2006

Immagine mancante
Hai guarito la mia lingua mi hai riaperto gli occhi

Avevo 20 anni, vivevo in un ambiente cristiano ma senza Cristo nel cuore. Spinto da uno stato di inferiorità dovuto alla balbuzie, cercai un alibi in libri di psicologia, di autoipnosi, di occultismo. Poi, tutto preso dal desiderio di sviluppare al cune facoltà psichiche che mi facessero superare il mio stato, mi imbattei nelle filosofie orientali “liberanti”! Nessuno mi aveva detto che Lui solo “guarisce tutte le tue malattie, salva dalla fossa la tua vita e sazia di beni i tuoi giorni” mentre tu ”rinnovi come aquila la tua giovinezza” (Salmo 103).

Articolo Inserito il 24/07/2006

Immagine mancante
Una fotomodella: A Medjugorje sbalzata da cavallo... ha visto il suo SIGNORE

22 anni: un volto dolcissimo, ormai tutto sorriso, nasconde una tristissima storia. Dalla cruda descrizione che ella mi fa della sua “vita demoniaca” vuol far risaltare la grandezza della misericordia che Dio le ha usato, come esempio per tutti della sua paziente attesa verso i peccatori (1 Tim 1).

Articolo Inserito il 12/06/2006

Immagine mancante
Padre Slavko: « Abbandonate i vostri cuori a me »

Voglio dire solo una breve cosa sui veggenti. Sono ancora quattro che hanno le apparizioni quotidiane: sono Vicka, Marija, Jakov e Ivan. ...

Articolo Inserito il 22/05/2006

Immagine mancante
Le dodici stelle della Chiesa di p. Daniel-Ange

Il Santo Padre ai giovani a Toronto ha detto una frase molto semplice: "se amate Gesù, amate la Chiesa!". Chiediamo a Maria di farci vedere e amare la Chiesa così come la vede e la ama Lei. Parlerò della Chiesa costituita da 12 stelle. La prima stella è la Chiesa eterna, la Chiesa nella sua totalità. La Chiesa è eterna perché ha il suo inizio nel Cuore della Santa Trinità; attraverso tutti i secoli e tutta la storia. La Chiesa è costituita da tre grandi galassie interconnesse. C'è la galassia del Cielo, che è la più numerosa: la parte più grande della Chiesa si trova in Cielo e ogni volta che la Madre di Dio viene a visitarci sulla terra, in realtà ci manifesta l'esistenza del Cielo, ci mostra il nostro futuro, la nostra immortalità. Tra la Chiesa del Cielo e quella della Terra c'è un'altra piccola galassia che chiamiamo Purgatorio. L'amore di Dio è talmente grande che se al momento della morte il nostro cuore non è diventato ancora come quello di un bambino, il Signore ci dona la meravigliosa possibilità in Purgatorio di ritornare puri come bimbi. Sulla terra si vive il tempo della fede, in Purgatorio il tempo della speranza gioiosa e in Cielo non si vive altro che l'amore. E tra tutta queste galassie c'è un'incessante comunicazione d'amore e di vita.

Articolo Inserito il 27/02/2006

Immagine mancante
In comunione tra noi e con i santi

"Cari figli, oggi gioisco con il vostro Patrono... Chiedete attraverso i vostri santi protettori, affinché vi aiutino a crescere nell’amore verso Dio" (messaggio del 25 luglio). È un chiaro richiamo da parte della Madonna a volgere i nostri sguardi verso il Cielo e riconoscere quegli amici che il Signore stesso ci dona per imparare a camminare verso di Lui.

Articolo Inserito il 23/02/2006

Immagine mancante
Essere i santi del terzo millennio

"Il tema è molto vasto" esordisce il giovane monaco " ma voglio comunque tentare di dirvi come fare a diventare santi!

Articolo Inserito il 09/02/2006

Immagine mancante
Antonio Socci:“Se non vi convertirete perirete tutti”

Due clamorose (e inedite) dichiarazioni di Benedetto XVI (sulla Madonnina di Civitavecchia) e di Giovanni Paolo II (su Medjugorje) illuminano l’unica via di salvezza possibile di fronte a un terrorismo (e a una catastrofe) che non è possibile prevenire né con gli eserciti né con altri sistemi di difesa.

Articolo Inserito il 30/01/2006

Immagine mancante
Padre Slavko: Quando ritorni a casa

Caro pellegrino, cercatore di Dio! Quando ti rechi in pellegrinaggio a Medjugorje, sei invitato a pregare in chiesa, a partecipare alla Santa Messa, a confessarti, a metterti in adorazione davanti a Gesù Sacramentato, a salire sul Krizevac (il monte che ci richiama alla mente la passione di Cristo, la nostra sofferenza e la nostra croce) e a pregare sul Podbrdo, la Collina delle Apparizioni. Credo che hai fatto tutto questo, che hai rinnovato la tua fede, il tuo amore e la tua speranza, e che ti sei convinto quanto Dio ti è vicino. È questo il motivo dei tuo viaggio a Medjugorje.

Articolo Inserito il 02/01/2006

Immagine mancante
I doni di Dio di Don Giuseppe Tomaselli

Quanto di bene si riscontra nelle creature, viene dal Creatore. A Dio dunque vada l'onore e la gloria. Purtroppo, ordinariamente, non si pensa a ciò. Il ricco dice: La ricchezza è mia; io ne sono padrone e ne faccio quello che più mi aggrada! - Chi ha qualche attitudine, fisica od intellettuale, ne va orgoglioso e suole disprezzare chi ne è privo. Questo scritto si propone di far vedere quali siano i principali doni che Iddio fa all'umanità, di esortare al sentimento di gratitudine e di far meditare sulla responsabilità che ognuno ha davanti a Dio per i doni ricevuti. L'importanza del lavoro si può rilevare dalle parole di Gesù Cristo: A chi più è stato dato, più sarà domandato. -

Articolo Inserito il 02/01/2006

Immagine mancante
Antonio Socci: Conversione contro la catastrofe

Proprio in questi giorni di «allarme terrorismo» sull'Europa e l'Italia, arrivano sorprendenti novità su due misteri «apocalittici»: Medjugorje (dove la prospettiva dei «dieci segreti» è ormai vicina e disvelarsi) e Civitavecchia (con quelle lacrime di sangue della Madonnina che, secondo autorevolissimi interpreti, riguardano direttamente il futuro prossimo dell'Italia). Due casi, come si sa, molto legati: la statuetta di Civitavecchia veniva appunto dal villaggio dell'Erzegovina dove da 24 anni avvengono le apparizioni della Vergine. Al centro delle due novità di queste ore si trovano Giovanni Paolo II e Benedetto XVI. E sono due casi seri al contrario di quello che i giornali hanno montato strumentalmente su Harry Potter.

Articolo Inserito il 22/09/2005

Immagine mancante
Marija: rinunciare al peccato.

Durante una conferenza a Medjugorje, Marija ci ha riferito alcune parole della Santa Vergine poco conosciute, ma molto importanti: "Molti vengono qui per chiedere a Dio la guarigione fisica, ma alcuni di loro vivono nel peccato. Costoro non comprendono che devono cercare innanzitutto la salute dell'anima, che è la più importante, e purificarsi. Essi dovrebbero, per prima cosa, confessarsi e rinunciare al peccato".

Articolo Inserito il 21/07/2005

Immagine mancante
Padre Slavko: La Madonna vuole che cominciamo a vivere radicalmente la nostra vocazione

Questi ammonimenti e questi messaggi hanno un semplice significato, non dicono niente di nuovo, ma riportano ai Vangeli prima di Natale, alle parole di Gesù su quello che deve succedere: segni nel cielo, nelle stelle, nel sole, terremoti... La Madonna non può dire altre cose, ma se dice questo dovrebbe servire alla nostra fede, non alla paura, all'angoscia, alle nuove preoccupazioni...

Articolo Inserito il 23/06/2005

Immagine mancante
Padre Slavko: La conversione dura tutta la vita

Una cosa per me molto importante per tutti noi è quello che la Madonna ha domandato al gruppo di Ivan alcune settimane fa: fare una settimana di esercizi spirituali, farli dove si trovano, non andare in cerca di un chiostro o di un ritiro, ma farli nella vita quotidiana.rn

Articolo Inserito il 16/06/2005

Immagine mancante
Padre Slavko: Tutti coloro che ascoltano i messaggi della Madonna appartengono alla sua Parrocchia

La Madonna ci invita alla conversione e se domanda la nostra mano, se ha detto tante volte nei messaggi: « Vi voglio guidare », non vuole guidarci ad una catastrofe, ma vuole salvarci. E nessuna reazione in questo senso: non lavorare, non pregare, perché tutto è già prestabilito. No, noi se diamo la mano alla Vergine, la Vergine ci guida, non solo noi personalmente, ma tutto il mondo su una strada giusta, la strada della pace. Sappiamo che le catastrofi sono possibili, perché vengono dalla natura o dall'uomo che distrugge, che può distruggere. Per questa ragione la Madonna ci invita alla preghiera.

Articolo Inserito il 25/05/2005

Immagine mancante
Padre Slavko: Credo, significa decidersi per Dio

Sono ormai cinquantaquattro mesi dall'inizio delle apparizioni, questa è una lunghissima storia, è un fenomeno mondiale. Abbiamo lasciato fare tutti gli esperimenti per assicurarci, per vedere che cosa succede e adesso si può dire che la medicina, la psicologia, la patologia, non hanno più niente da dire. Adesso è rimasta solo la teologia, la pastorale, la spiritualità, la mistica, per vedere, per continuare a ricercare tutto quello che succede qua. Che cosa vuole la Madonna in tanti mesi di apparizioni? La pace. La Madonna ha affidato la pace nelle nostre mani, ne siamo responsabili. Così mostra una grande confidenza in noi, pregandoci di aiutarla a portare la pace in questo mondo. La Madonna come Madre ci invita ad aiutarla a portare la pace nel mondo: come si fa? Ha detto molto semplicemente: « Pregate e digiunate ». Pregare ogni giorno il Credo significa deciderci per Dio: ti dò la mia vita oggi, in ogni momento, in ogni difficoltà, nella sofferenza, nel lavoro, nello studio; so a chi appartengo. Questo è il Credo. La Madonna vuole che noi preghiamo ogni giorno, perché ogni giorno sia un impulso, un cammino verso il Signore . La Madonna come Madre vuole essere con noi e può esserlo solo se noi Le dedichiamo tempo, meditando la sua vita e avvicinandoci con la nostra vita alla sua vita.rn

Articolo Inserito il 12/05/2005

Immagine mancante
Don Gabriele Amorth: Cosa significa

"Consacrarsi alla Madonna" vuol dire accoglierla come vera madre, sull’esempio di Giovanni, perché lei per prima prende sul serio la sua maternità su di noi. La consacrazione a Maria vanta una storia molto antica, anche se si è andata sempre più sviluppando negli ultimi tempi.

Articolo Inserito il 11/04/2005

Immagine mancante
Lettera inviata dal parroco di Medjugorje al Santo Padre, Papa Giovanni Paolo II

Dopo l’apparizione della Vergine, in data 30 novembre 1983, la veggente Marija Pavlovic è venuta a dirmi: «La Madonna dice che si deve avvisare subito il Sovrano Pontefice ed il Vescovo sulla urgenza e la grande importanza del messaggio di Medjugorje».

Articolo Inserito il 04/04/2005

Immagine mancante
Don Angelo mi avvicinò a Dio...

Quella che presento è la piccola testimonianza della grande conversione che ha cambiato la mia vita; ero non credente, di famiglia atea, sposato in chiesa solo per piacere a mia moglie. Un giorno fu proprio lei a chiedermi di accompagnare don Angelo a Medjugorje come semplice autista.

Articolo Inserito il 21/03/2005

Immagine mancante
«Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra morte corporale» di Padre Raimondo Marchioro

Poche sono le certezze della nostra vita terrena, perché essa è davvero avvolta nel mistero. Come il pesce vive immerso nelle infinite profondità dell’oceano, così l’uomo svolge la sua esistenza nel mistero.

Articolo Inserito il 14/03/2005

Immagine mancante
Testimonianza di Heather Parsons

Testimonianze da Medjugorje,La testimonianza di Heather Parsone risale a circa 20 anni fa, nel 1985, cioè, praticamente all’inizio delle apparizioni della Regina della Pace a Medjugorje. Questa testimonianza fu scritta da lei quattro anni più tardi.

Articolo Inserito il 07/03/2005

Immagine mancante
Testimonianza di un omosessuale convertito a Medjugorje

La Madonna ci stupisce sempre per la delicatezza che adopera per aiutare i suoi figli a realizzare una rinascita di tutto il loro essere quando si abbandonano a Lei con fiducia. Samuel, un parrucchiere francese, è venuto in pellegrinaggio l'inverno scorso a Medjugorje e racconta ...

Articolo Inserito il 28/02/2005

Immagine mancante
Padre Slavko: La fede che la Madonna vuole che impariamo è un abbandono al Signore

Noi abbiamo sentito dal dott. Frigerio dell'equipe medica di Milano che dove termina la tecnica, la scienza, la medicina, la psicologia e la psichiatria deve continuare la fede... È vero, ha detto il dott. Frigerio, come già il dott. Joyeux: « Noi abbiamo trovato i nostri limiti, possiamo dire che non si tratta di una malattia, di una patologia. Sono sani nel corpo e nell'anima ». Esistono questi inviti positivi e adesso, per uno che crede, cosa resta? O buttare via tutto e dire non interessa o fare un salto nella fede. E questo è il punto per il quale tutto succede. I veggenti quando parlano su questo fenomeno parlano molto semplicemente: « Cominciamo a pregare, viene un segno della luce, ci inginocchiamo, ci mettiamo a parlare, riceviamo i messaggi, tocchiamo la Madonna, la sentiamo, la vediamo, ci mostra il Paradiso, l'Inferno, il Purgatorio... ».

Articolo Inserito il 23/12/2004

Immagine mancante
I sogni di San Giovanni Bosco: La pernice e la quaglia

Il 16 gennaio 1865 Don Bosco raccontava ai suoi ragazzi un sogno che aveva fatto due giorni prima.

Articolo Inserito il 13/12/2004

Immagine mancante
I sogni di San Giovanni Bosco:La decima collina

La sera del 22 ottobre 1864, Don Bosco narrava ai giovani del l’Oratorio questo sogno, nel quale gli era stato rivelato con quanta facilità gli innocenti superino gli ostacoli che rendono agli altri assai più ardua la via della salvezza.

Articolo Inserito il 29/11/2004

Immagine mancante
Padre Slavko: La Madonna ci fa responsabili per la pace in questo mondo

La Madonna a Mirjana parla molto sui non credenti e la invita sempre a pregare per loro. Ogni giorno siamo più vicini alla fine delle apparizioni e agli avvenimenti predetti nei messaggi, ma noi non sappiamo quando e come tutto questo succederà.

Articolo Inserito il 17/11/2004

Immagine mancante
Impurità e pornografia : i responsabili dello sfascio

Enormi sono le responsabilità di chi, calpestando il pudore nel modo di vestirsi o negli atteggiamenti, dà scandalo al prossimo.

Articolo Inserito il 15/11/2004

Immagine mancante
Impurità e pornografia

L’impurità è la piaga universale della nostra epoca. Al tempo del diluvio, dice la Bibbia, ogni carne aveva corrotto la sua vita per cui Dio disse: «Sterminerò dalla faccia della terra ogni vivente.., e mandò il diluvio che fece perire tutti» (Gn. 6:7).

Articolo Inserito il 08/11/2004

Immagine mancante
Padre Slavko:« Sono quattro anni che vi invito alla conversione »

Vi saluto tutti, ben arrivati. In questi giorni molto caldi so che venire, fare un pellegrinaggio non è molto facile, ma questo è sicuramente anche il segno del vostro amore per la Madonna e anche la vostra voglia di capire cosa significa la pace, portarla nel proprio cuore e portarla anche al mondo. Non vi dirò la situazione coi veggenti; suppongo che abbiate letto molte cose nei libri e nei giornali; vi voglio invece dire un po' la spiritualità dei messaggi, cioè cosa significa o cosa può significare tutto questo per noi.

Articolo Inserito il 05/11/2004

Immagine mancante
La bestemmia

Chi bestemmia: a) Offende Dio direttamente e nel modo più brutale; b) ricambia l’amore di Dio con l’odio di Satana; c) ferisce intimamente la fede e la pietà dei credenti; d) diffonde lo scandalo più grave, specialmente tra i piccoli; e) degrada se stesso al di sotto di ogni livello sociale.

Articolo Inserito il 02/11/2004

Immagine mancante
Ferita nel fisico, guarita nell'anima

Mariana, una giovane del Messico, racconta ...

Articolo Inserito il 25/10/2004

Immagine mancante
I sogni di San Giovanni Bosco: Il fazzoletto della purezza

Nella notte dal 14 al 15 giugno 1861 Don Bosco sognò di trovarsi in una vasta pianura, nella quale sorgeva un bel palazzo con grandi terrazzi, e si estendeva una piazza. In un angolo di questa vide una Signora che distribuiva un fazzoletto a un gran numero di giovani affollati intorno a Lei. Preso il fazzoletto, salivano e si disponevano sul lungo terrazzo.

Articolo Inserito il 25/10/2004

Immagine mancante
«Io vivo, ma non sono più io che vivo,è Cristo che vive in me»

Quando con S. Paolo potremo esclamare: «Io vivo, ma non sono più io che vivo, è Cristo che vive in me» (GaI. 2,20), allora potremo dire di aver fatto grandi passi sulla via della santità.

Articolo Inserito il 18/10/2004

Immagine mancante
Ritornate al fervore primitivo

Tante volte la Madonna nei suoi messaggi ha parlato della S. Messa. Il giovedì 3.4.86 ha detto: Cari figli! Vi invito a vivere la S. Messa. Molti di voi ne hanno sperimentato la bellezza, ma ci sono anche coloro che non vengono volentieri. Io vi ho scelto, cari figli ed è nella S. Messa che Gesù vi dà le sue grazie. Perciò vivete coscientemente la S. Messa e la vostra venuta sia piena di gioia. Venite con amore ed accogliete in voi la S. Messa. E il 16.5.85: Desidero che ogni vostra Messa sia esperienza di Dio. E ancora: Venite a Messa, perché questo è un tempo che vi è dato in dono. Sono molti a venire regolarmente (ogni giorno) anche se fa cattivo tempo, perché mi vogliono bene e desiderano manifestare in modo speciale il loro amore. Vi chiedo di dimostrare il vostro amore col venire a Messa. Il Signore vi ricompenserà largamente (21.11.85). Erano gli anni in cui ogni sera si vedeva la Chiesa piena della gente del paese.

Articolo Inserito il 13/10/2004

Immagine mancante
I mezzi per conseguire il Paradiso

In questa quarta parte fra i mezzi suggeriti da diversi autori, per conseguire il Paradiso, ne suggerisco cinque ...

Articolo Inserito il 11/10/2004

Immagine mancante
I sogni di San Giovanni Bosco: Una passeggiata dei giovani al paradiso

Questo sogno Don Bosco lo ebbe nelle notti del 3, 4, 5 aprile 1861. È un sogno originale sotto tanti aspetti ed è testimoniato dai due primi e più autorevoli cronisti dell’Oratorio di Don Bosco: Don Domenico Ruffino e Don Giovanni Bonetti, che lo definirono «uno di quei sogni che il Signore si compiace a quando a quando di man dare ai suoi servi fedeli ».

Articolo Inserito il 11/10/2004

Immagine mancante
Il mio cibo è fare la volontà del Padre

Se siamo fermamente convinti che Gesù Cristo è Dio, insieme con il Padre e lo Spirito Santo e che, dopo la morte, secondo le nostre opere compiute in questa vita, egli ci darà il premio o il castigo, non ci rimane altro che dare la scalata alla santità per conquistare il premio eterno.

Articolo Inserito il 04/10/2004

Immagine mancante
Un vescovo austriaco: Qui troviamo quello che non si trova altrove: conversione, confessione, vocazioni

Prima di partire da Medjugorje, ai primi di dicembre, l'arcivescovo di Salisburgo, Mons. Georg Eder ha manifestato così le sue impressioni: «... Mi sono sempre posto una domanda: perché questi messaggi così semplici che continuano a ripetersi? Sempre questo invito alla preghiera, al digiuno, al pentimento... Mi sono detto: tutto questo deve avere un senso. Cosa fa una madre che educa i suoi figli? Ripete sempre le stesse cose. Così anche Maria a Medjugorje si comporta nello stesso modo. Ella insegna a pregare e lo fa in maniera molto semplice...

Articolo Inserito il 13/09/2004

Immagine mancante
La povertà evangelica

L’essenza della santità sta nell’amore di Dio per se stesso con tutta la mente, con tutto il cuore e con tutte le forze e il prossimo come noi stessi per amore di Dio. (cfr. Mt. 22,37-40).

Articolo Inserito il 10/09/2004

Immagine mancante
Padre Slavko: « Apritevi a Dio e Dio potrà agire tramite voi »

Il messaggio più importante qui è la presenza della Madonna - sono già cinquanta mesi - ogni sera. Alcuni si domandano: come mai per un così lungo tempo? Perché? Per me questo tempo diventa un argomento per l'autenticità. Se fossero stati solo quindici giorni, cinquanta giorni, qualcuno forse avrebbe detto: « Non abbiamo potuto fare le ricerche e non sappiamo cosa succedeva ». Ma sono state fatte tutte le ricerche possibili e la scienza, la medicina, ci hanno detto: « È inspiegabile per noi ». I veggenti hanno una spiegazione molto semplice: « Noi vediamo la Madonna ». E loro non spiegano, dicono solo: « Noi vediamo ». Tutti quelli che hanno aperto il loro cuore sanno Chi parla.

Articolo Inserito il 08/09/2004

Immagine mancante
La santità

Dio ci ha messi in questo mondo affinché, con la sua grazia e la nostra cooperazione, possiamo raggiungere il fine della nostra vita, propostoci da lui, e cioè la salvezza eterna, il Paradiso. Si potrà ottenere ciò camminando nella via della santità.

Articolo Inserito il 07/08/2004

Immagine mancante
Le due gestazioni

Quando l’uomo ha risposto alla chiamata di Dio con la conversione e ha cercato di purificarsi con la penitenza, si è reso disponibile a comprendere il fine per il quale il Signore l’ha chiamato. Ecco, dunque, il significato del presente tema: le due gestazioni, nelle quali tale fine viene chiarito.

Articolo Inserito il 28/07/2004

Immagine mancante
La confessione è la vostra guarigione

Nella sua esposizione al festival dei giovani, don Cosimo Cavalluzzo ha posto al centro la confessione che guarisce dal peccato: "Giovani, guardate bene nel vostro cuore... Che cosa avete guadagnato con il peccato? Niente. Ed avete perso la pace, la gioia, la fiducia in voi stessi...Avete perso tutto, eppure questa non è la fine. Dio torna sempre ad accostarsi a te, Gesù non è venuto per condannarti, ma per amarti, per guarirti, per salvarti".

Articolo Inserito il 21/07/2004

Immagine mancante
Padre Jozo: Ritorniamo al primo fervore

P.Jozo ha esposto ai giovani del Festival gli avvenimenti degli inizi. Eccone in succinto alcuni tratti, perché anche noi ritorniamo al "primitivo fervore".

Articolo Inserito il 16/07/2004

Immagine mancante
La chiamata di Dio

Nei suoi piani, Dio, fin dall’eternità, con un grande atto di predilezione ci ha chiamati alla vita naturale e con altrettanto amore continuamente ci chiama alla vita soprannaturale, a raggiungere, cioè, quel grado di santità che desidera da noi, con la sua grazia e la nostra collaborazione.

Articolo Inserito il 07/07/2004

Immagine mancante
Dall'ateismo all'amore alla Croce attraverso i messaggi

Arrivano spesso a noi testimonianze di conversione grazie alla Regina della Pace; tra le tante scegliamo questa ...

Articolo Inserito il 01/07/2004

Immagine mancante
Padre René Laurentin: ritorniamo al primitivo fervore - Le regole di un gruppo di preghiera

Il 25 maggio '83 la Vergine aveva ripetuto il desiderio che venisse formato un gruppo di preghiera totalmente abbandonato a Dio. Il 16 giugno detta a Jelena le regole del gruppo.

Articolo Inserito il 09/06/2004

Immagine mancante
Padre Livio Fanzaga: Da Fatima a Medjugorje il piano della Madonna per salvare i fratelli dalla dannazione

...La Gospa si sente contenta perché in questi diciassette anni di grazia l'abbiamo avuta come guida nel cammino della santità. Non è mai successo che la Madonna prendesse per mano una generazione intera e la educasse alla preghiera, alla conversione, alla santità, a concepire l'esistenza terrena come cammino verso l'eternità e ci indicasse quali sono i punti chiave del vivere cristiano... Abbiamo avuto un magistero straordinario in questo periodo di smarrimento spirituale, in cui il mondo cerca di costruire se stesso senza Dio; addirittura la grande grazia di essere presi per mano dalla Madonna per riscoprire le fondamenta della fede.

Articolo Inserito il 07/06/2004

Immagine mancante
Don Gabriele Amorth: I Santuari mariani luoghi di liberazione da Satana

Di solito le persone possedute dal Diavolo vengono liberate in Santuari mariani o in altri luoghi di culto. – Il caso di due bambine che sta all'origine del "Santuario di Santa Maria dei Miracoli", a Morbio Inferiore.

Articolo Inserito il 05/04/2004

Immagine mancante
I mezzi che abbiamo per non finire all'inferno

Che cosa raccomandare a chi già osserva la Legge di Dio? La perseveranza nel bene! Non basta essersi incamminati sulle vie del Signore, è necessario continuare per tutta la vita. Dice Gesù: "Chi avrà perseverato sino alla fine sarà salvato" (Mc 13, 13).

Articolo Inserito il 05/04/2004

Immagine mancante
I peccati che regalano più clienti all'inferno

È particolarmente importante tener presente la prima insidia diabolica, che trattiene tante anime nella schiavitù di Satana: è la mancanza di riflessione, che fa perdere di vista il fine della vita. II demonio grida alle sue prede: "La vita è un piacere; dovete cogliere tutte le gioie che la vita vi regala". Gesù invece sussurra al tuo cuore: 'Beati quelli che piangono." (cfr. Mt 5, 4)... "Per entrare in cielo bisogna farsi violenza." (cfr. Mt 11, 12)... "Chi vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua." (Lc 9, 23).

Articolo Inserito il 29/03/2004

Immagine mancante
Quindici minuti ...

Non è necessario, figlio mio, sapere molto per farmi piacere. Basta che tu abbia fede e che ami con fervore. Se vuoi farmi piacere ancora di più, confida in me di più, se vuoi farmi piacere immensamente, confida in me immensamente. Allora parlami come parleresti con il più intimo dei tuoi amici, come parleresti con tua madre o tuo fratello.

Articolo Inserito il 29/03/2004

Immagine mancante
Preparazione alla Comunione e alla Confessione

“Figlia, quando ti accosti alla santa confessione, — diceva Gesù alla beata Suor Faustina — questa sorgente della Mia misericordia, scendono sempre sulla tua anima il Mio sangue ed acqua, che uscirono dal Mio Cuore e nobilitano la tua anima. Ogni volta che vai alla santa confessione immergiti tutta nella Mia misericordia con grande fiducia, in modo che io possa versare sulla tua anima l'abbondanza delle Mie grazie. Quando vai alla confessione, sappi che io stesso ti aspetto in confessionale, Mi copro soltanto dietro il sacerdote ma sono io che opero nell'anima. Lì la miseria dell'anima s'incontra col Dio della misericordia. Dì alle anime che da questa sorgente della misericordia possono attingere le grazie unicamente col recipiente della fiducia. Se la loro fiducia sarà grande, la Mia generosità non avrà limiti, i rivoli della Mia grazia inondano le anime umili, i superbi sono sempre nell'indigenza e nella miseria, poiché la Mia grazia si allontana da loro e va verso le anime umili (529).

Articolo Inserito il 08/03/2004

Immagine mancante
Padre Jozo Zovko: la conversione

Desidero parlarvi di un avvenimento particolare. Non vi parlerò della guerra che causa tanti morti e che è terribile nel mio paese. Anche i vostri soldati sono li a Medjugorje, a Mostar e in altre zone, come soldati dell'O.N.U. Io non desidero parlare di guerra, ma desidero parlare della Pace che esiste nel mio paese.

Articolo Inserito il 22/01/2004

Immagine mancante
La conversione

La conversione è la risposta alla chiamata di Dio, un vero dono che Egli ci offre e che noi accettiamo; per il quale noi, illuminati dalla fede, riconosciamo Gesù Cristo, Dio, il solo, il vero e l’unico Dio, il nostro Dio e il nostro tutto, come lo chiamava S. Francesco d’Assisi, e per Lui abbandoniamo le vie del peccato per seguire quelle della grazia.

Articolo Inserito il 22/01/2004

Immagine mancante
La conversione di un giovane austriaco a Medjugorje : la vocazione è nata a Medjugorje

Grande sorpresa ha destato nel mondo economico austriaco la rinuncia a un’eredità miliardaria da parte di un giovane figlio di nobile famiglia. Georg Mayr Melnhof, di Salisburgo, 27 anni, nono di dieci figli, laureato a Vienna, dopo aver assunto la guida dell’azienda paterna all’inizio del 1995, ha deciso in settembre di entrare in seminario. “Le cose sono andate così -riferiamo succintamente un’intervista del giovane-.

Articolo Inserito il 16/01/2004

Immagine mancante
La lezione di un pastore anglicano: A Medjugorje ha trovato Maria e con Lei è iniziato il rinnovamento della sua chiesa. Esorta i cattolici... al rosario: mediante Maria rinnoverete il mondo.

Sebbene Medjugorje sia riconosciuta nel mondo come centro spirituale dei cattolici che venerano la Regina della Pace, negli ultimi anni si incammina verso Medjugorje un numero sempre maggiore di cristiani non cattolici per pregare con fiducia la Madonna e per chiedere la Sua materna intercessione presso Dio. Fra gli altri il pastore di una chiesa anglicana di Londra,il signor Robert Llewelyn, che qui ha sostato e pregato recentemente: piuttosto anziano, e tuttavia ancora tutto freschezza e spirito, di profonda spiritualità. Da ogni sua parola irradiano pace e gioia che si trasfondono in chi conversa con lui. Ecco la sua testimonianza:

Articolo Inserito il 22/12/2003

Immagine mancante
LA VEGGENTE MIRIANA PARLA CON I PELLEGRINI – Medjugorje 3 Ottobre 2003

Sapete che le apparizioni sono iniziate il 24 giugno 1981 e fino al Natale del 1982 io le ho avute tutti i giorni con gli altri. Nel giorno di Natale 82 ho ricevuto l'ultimo segreto, e la Madonna mi ha detto che non avrò più apparizioni tutti i giorni.

Articolo Inserito il 03/10/2003