Maria a Medjugorje

Messaggio del 19 luglio 1981:Anche quando sulla collina lascerò il segno che vi ho promesso, molti non crederanno. Verranno sulla collina, si inginocchieranno, ma non crederanno. E' ora il tempo di convertirsi e fare penitenza!

Richieste di preghiere


Ci sono 3 richieste di preghiera in attesa di approvazione.
IncrFont Incrementa schermo

Mamma

Mamma e Sant’Agata Vi prego aiutateci. Io sono perduto.g

05/02/2023 22:26:14

HELP ME

Vergine Santissima delle Grazie e Regina Della Pace: Tu mi conosci,sai chi sono ,senti le mie preghiere,le mie suppliche e conosci le mie necessità...

Te lo chiedo davvero con tutto il cuore...ho bisogno che accada finalmente ciò per cui prego da molto tempo.... xfavore... vieni presto in mio aiuto...senza più farmi stare ancora in attesa .. psicologicamente e moralmente è sfinente ????????????????????????

Help me.

05/02/2023 14:16:49

ANGELUS DEL SANTO PADRE AMATISSIMO guidaci dal cielo

BENEDETTO XVI

ANGELUS 

Piazza San Pietro
Domenica, 6 febbraio 2011

video )

 

Cari fratelli e sorelle!

Nel Vangelo di questa domenica il Signore Gesù dice ai suoi discepoli: «Voi siete il sale della terra... Voi siete la luce del mondo» ( Mt 5,13.14). Meditare queste immagini ricche di significato, Egli vuole trasmettere ad essi il senso della loro missione e della loro testimonianza. Il sale, nella cultura mediorientale, evoca diversi valori quali alleanza, la solidarietà, la vita e la sapienza. La luce è la prima opera di Dio Creatore ed è fonte della vita; la stessa Parola di Dio è paragonata alla luce, come proclamava il salmista: “Lampada per i miei passi è la tua parola, luce sul mio cammino” ( Sal119,105). E sempre nella Liturgia odierna il profeta Isaia dice: “Se aprirai il tuo cuore all'affamato, se sazierai l'afflitto di cuore, allora brillerà fra le tenebre la tua luce, la tua tenebra sarà come il meriggio” (58,10) . La sapienza riassume in se gli effetti benefici del sale e della luce: infatti, i discepoli del Signore sono chiamati a donare nuovo “sapore” al mondo, e alla preservazione dalla corruzione, con la sapienza di Dio, che risplende pienamente sul volto del Figlio,  Egli è la “luce vera che illumina ogni uomo” ( Gv 1,9). Uniti a Lui, i cristiani possono diffondere in mezzo alle tenebre dell'indifferenza e dell'egoismo la luce dell'amore di Dio, vera sapienza che dona significato all'esistenza e all'agire degli uomini.

Il prossimo 11 febbraio, memoria della Beata Vergine di Lourdes, celebra la Giornata Mondiale del Malato. Essa è occasione propizia per riflettere, per pregare e per accrescere la sensibilità della comunità ecclesiale e della società civile verso i fratelli e le sorelle malati. Nel Messaggio per questa Giornata , ispirato ad una espressione della Prima Lettera di Pietro: “Dalle sue piaghe siete stati guariti” (2,24), invito tutti a contemplare Gesù, il Figlio di Dio, il quale ha sofferto, è morto, ma è risorto. Dio si oppone radicalmente alla prepotenza del male. Il Signore si premia cura dell'uomo in ogni situazione, condivide la sofferenza e apre il cuore alla speranza. Esorto, pertanto tutti gli operatori sanitari a riconoscere nell'ammalato non solo un corpo segnato dalla fragilità, ma prima di tutto una persona, alla quale donare tutta la solidarietà e offrire risposte adeguate e competenti. In questo contesto ricordo, inoltre, che oggi ricorre in Italia la “Giornata per la vita”. Auspico che tutti si impegnino per far crescere la cultura della vita, per mettere al centro, in ogni circostanza, il valore dell'essere umano.

Cari fratelli e sorelle, invochiamo la materna intercessione della Vergine Maria, affinché i genitori, i nonni, gli insegnanti, i sacerdoti e quanti sono impegnati nell'educazione possano formare le giovani generazioni alla sapienza del cuore, perché raggiungano la pienezza della vita.

05/02/2023 11:49:44