Maria a Medjugorje

Messaggio del 2 ottobre 2006:Cari figli, Vengo a voi in questo vostro tempo per rivolgervi la chiamata per l’eternità. Questa è la chiamata dell’amore, Vi invito ad amare, perché solo attraverso l’amore conoscerete l’amore di Dio. Molti di voi pensano che hanno fede in Dio e che conoscono le sue leggi. Si sforzano di vivere secondo esse, ma non fanno ciò che è più importante non Lo amano. Figli miei pregate, digiunate. Questa è la strada che vi aiuterà ad aprirvi e ad amare. Solo attraverso l’amore di Dio si ottiene l’eternità. Io sono con voi, io vi guiderò con amore materno. Grazie perché avete risposto”.

Chiesa

Immagine mancante
Le dodici stelle della Chiesa di p. Daniel-Ange

Il Santo Padre ai giovani a Toronto ha detto una frase molto semplice: "se amate Gesù, amate la Chiesa!". Chiediamo a Maria di farci vedere e amare la Chiesa così come la vede e la ama Lei. Parlerò della Chiesa costituita da 12 stelle. La prima stella è la Chiesa eterna, la Chiesa nella sua totalità. La Chiesa è eterna perché ha il suo inizio nel Cuore della Santa Trinità; attraverso tutti i secoli e tutta la storia. La Chiesa è costituita da tre grandi galassie interconnesse. C'è la galassia del Cielo, che è la più numerosa: la parte più grande della Chiesa si trova in Cielo e ogni volta che la Madre di Dio viene a visitarci sulla terra, in realtà ci manifesta l'esistenza del Cielo, ci mostra il nostro futuro, la nostra immortalità. Tra la Chiesa del Cielo e quella della Terra c'è un'altra piccola galassia che chiamiamo Purgatorio. L'amore di Dio è talmente grande che se al momento della morte il nostro cuore non è diventato ancora come quello di un bambino, il Signore ci dona la meravigliosa possibilità in Purgatorio di ritornare puri come bimbi. Sulla terra si vive il tempo della fede, in Purgatorio il tempo della speranza gioiosa e in Cielo non si vive altro che l'amore. E tra tutta queste galassie c'è un'incessante comunicazione d'amore e di vita.

Articolo Inserito il 27/02/2006

Immagine mancante
«Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra morte corporale» di Padre Raimondo Marchioro

Poche sono le certezze della nostra vita terrena, perché essa è davvero avvolta nel mistero. Come il pesce vive immerso nelle infinite profondità dell’oceano, così l’uomo svolge la sua esistenza nel mistero.

Articolo Inserito il 14/03/2005

Immagine mancante
La sposa di Cristo di Padre Raimondo Marchioro

La sposa di Cristo è la Chiesa. L’apostolo Paolo, nella lettera agli Efesini, parlando delle mutue relazioni che devono esistere tra il marito e la moglie, stabilisce un parallelo tra il matrimonio umano e l’unione del Cristo con la Chiesa. I due termini raffrontati si rischiarano a vicenda.

Articolo Inserito il 07/03/2005