MaM
Messaggio del 25 ottobre 1995:Cari figli! Oggi vi invito ad andare nella natura perché là incontrerete Dio il Creatore. Figlioli, oggi vi invito a ringraziare Dio per tutto ciò che vi dà. Ringraziandolo, voi scoprirete l'Altissimo e tutti i beni che vi circondano. Figlioli, Dio è grande ed il suo amore è grande per ogni creatura. Perciò, pregate per poter comprendere l'amore e la bontà di Dio. Nella bontà e l'amore di Dio Creatore, anch'io sono con voi come un dono. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!

Mi è caro riproporre ancora il Libro "Il mio Cuore trionferà" di Mirjana Soldo

?

Mi è caro riproporre ancora il Libro “Il mio Cuore trionferà” di Mirjana Soldo, prima di tutto perché è un documento che riporta la storia vissuta da una veggente fin dai primi giorni delle Apparizioni della Madonna a Medjugorje. Esso contiene tanti episodi della sua vita e tante testimonianze. Tra queste vorrei parlare dei segreti. Infatti quando si incontra Mirjana è frequente qualche domanda sui “Segreti”. E diciamola tutta:  spesso siamo più interessati ai segreti che ai messaggi. Del resto la Madonna stessa, incontrando i veggenti, parla spesso con loro dei segreti, e anche questo ci incuriosisce...

Possiamo trovare tante informazioni sui segreti a partire dalle pagine 126-127.

Singolare è la storia del rotolo sul quale sono scritti tutti i 10 segreti. Vi riporto appunto qualche passaggio delle pagine 143-145...

“(La Madonna) mi porse qualcosa simile a una pergamena arrotolata, spiegando che vi erano scritti tutti e dieci i segreti, e che avrei dovuto mostrarla al sacerdote da me scelto per rivelarli quando sarebbe giunta l’ora. La presi in mano senza guardarla...”

“Mi accorsi di tenere ancora in mano il rotolo che mi aveva consegnato. Avendo sempre visto la Madonna come vedo qualsiasi essere umano, era naturale prendere un oggetto dalla sua mano, come avrei fatto con chiunque; ora che l’apparizione era terminata, ero stupefatta nel vedere quel rotolo ancora nelle mie mani. Cos’è successo? Mi chiesi. Perché tengo in mano un oggetto del Cielo? Come tanti fatti verificatisi nei diciotto mesi precedenti, non potevo che considerarlo un mistero di Dio.

Il rotolo di color beige, era costruito da un materiale simile alla pergamena – non proprio carta o tessuto, una via di mezzo. Lo svolsi con cura e vi trovai i dieci segreti scritti in elegante calligrafia, in corsivo. Non vi erano decorazioni o illustrazioni: ogni segreto era scritto con parole semplici e chiare, simili a quelle utilizzate dalla Madonna quando me li spiegò la prima volta. I segreti non erano numerati, ma riportati in ordine, uno dopo l’altro: il primo, scritto in alto e l’ultimo, in basso; ogni evento con la rispettiva data.

In quel momento, tuttavia, ero troppo triste per pensare al futuro...”

“Quando a Medjugorje arrivò la notizia che non avevo più le apparizioni quotidiane, tutti rimasero sbalorditi. Iniziarono a girare le ipotesti più disparate sui segreti; io, però, ero attentissima a non lasciarmi sfuggire nessun particolare sul loro contenuto e su quando si sarebbero verificati. Mi chiedevo addirittura se noi veggenti dovessimo accennare al fatto di averli ricevuti; la gente sembrava spesso più interessata ai segreti che ai messaggi.

Il fatto che la Madonna mi avesse affidato i segreti mi aveva provocato molta pressione ed ansia. Con il tempo, tuttavia Dio mi aveva aiutato a capire e ad accettare tutto...”

“Srotolai la pergamena e la riposi tra i miei documenti importanti, ma ero sempre preoccupata che qualcuno potesse trovarla e leggerla. Un giorno mentre mia cugina e un’amica erano a casa nostra, qualcosa mi spinse mostrarla loro. Sulle prime resistetti, poi la sensazione si fece irresistibile; tolsi la pergamena dal nascondiglio. Mi cugina la tenne in mano e disse di aver visto qualcosa di simile a una preghiera o a una poesia. La mia amica, invece, disse di aver visto una lettera in cui una persona chiedeva aiuto. Nessuna delle due aveva visto la stessa cosa; mi resi conto che solo io potevo leggere quello che vi era scritto. Probabilmente quest’episodio era accaduto per darmi pace: da quel giorno, infatti, non ci pensai né me ne preoccupai più. La Madonna non ha mai parlato di questo...”

Questa famosa pergamena comparirà di nuovo a pagina 274. Mirjana infatti scrive così: “Un giorno un soldato dell’ONU venne a casa nostra. “Abbiamo trovato il vostro appartamento di Sarajevo (la città era stata devastata, tante case erano sventrate dalle bombe..), disse, e mi consegnò un pacco contenente i nostri documenti. Fra di essi vi era la pergamena.” (sic!) Ora sarà senz’altro a Medjugorje ben nascosta, in qualche nascondiglio della casa di Mirjana.

Sono tanti gli interventi sui segreti da parte di Mirjana. Vorrei riportare solo questo:

“Sono dispiaciuta per quelli che mi fanno domande oscure sulle catastrofi bibliche o la fine del mondo. C’è chi crede che i segreti siano tutti  negativi. Forse hanno la coscienza sporca: pensando come hanno vissuto la vita, temono una punizione di Dio, o forse non hanno molta bontà dentro di sé e si aspettano brutte cose. Ma non si può cambiare nulla essendo preoccupati per i segreti. Ognuno dovrebbe preoccuparsi solo di cambiare se stessa.

Mi chiedono come faccio a sopportare il peso dei segreti, ma penso che siano gli altri, più che io personalmente, ad essere preoccupati. Chi si preoccupa dei segreti non ha visto la Madonna e non conosce tutto il progetto di Dio – perché la Madonna vieni qui o a cosa ci sta preparando. Ma se la tua vita è nelle sue mani, e Dio è nel tuo cuore, cosa può farti del male?

Se costoro mi conoscessero e vedessero quanto mi piace ridere e scherzare, nessuno avrebbe più paura dei segreti. Chi conosce davvero l’amore di Dio è pieno di gioia. Non ha senso parlare del futuro quando uno di noi potrebbe morire anche domani. (Sarebbe interessante leggere l’episodio raccontato da Mirjana a pag. 335 seguenti). La Madonna ce lo ricorda sempre nei suoi messaggi, come quando ha detto: “Figli miei, la vostra vita è solo un battito in confronto alla vita eterna.”

Non posso rivelare molto sui segreti, ma posso dire questo: la Madonna ha deciso di cambiare il mondo. Non è venuta per annunciare la nostra distruzione, ma per salvarci, e con suo Figlio trionferà sul male.

Se la Madre nostra ha promesso di sconfiggere il male, di cosa dovremmo avere paura?”

Il libro “Il mio Cuore trionferà” è pieno di aneddoti, insegnamenti e testimonianze. Il libro non ha un indice tematico e neppure un indice. Vorrei accennare solo a queste tematiche: le locuzioni interiori di Mirjana (pag. 190). La storia drammatica dei suoi studi, le esperienze di Mirjana con San Giovanni Paolo II (a partire da pag 183, 184..), la storia del suo cappotto nuovo (189), l’esperienza del perdono di Mirjana verso Milosevic (da pag. 232), Mirjana profuga a Montemelino (246..), l’esperienza della sua terza gravidanza finita male (290). In tutto il libro giganteggia la figura di Padre Slavko. È anche molto bello vedere come Mirjana si prepara e vive il due di ogni mese.

Non basta leggere questo libro una volta sola: bisogna rileggerlo e annotare le sue testimonianze. Tornando su quello che si è già letto si capisce il suo vissuto a volte drammatico, il suo cammino, quello che è davvero importante per lei. A volte noteremo un particolare, altre volte una parola messa lì non a caso.

È un libro da avere e da regalare: ti fa sentire il respiro della Madonna stessa. E non è bello tutto questo?

Tanti auguri di Buona Solennità dell’Assunta!

Vi benedico.

Padre Armando


Fonte: ML Informazioni da Medjugorje