Maria a Medjugorje Messaggio del 2 dicembre 2009:Cari figli, in questo tempo di preparazione e di gioiosa attesa, io come Madre desidero indicarvi ciò che è più importante: la vostra anima. Può nascere in essa mio Figlio? E’ purificata con l’amore dalla menzogna, dalla superbia, dall’odio e dalla malvagità? La vostra anima ama al di sopra di tutto Dio come Padre e il fratello in Cristo? Io vi indico la strada che innalzerà la vostra anima all’unione completa con mio Figlio. Desidero che mio Figlio nasca in voi. Che gioia per me, la Madre. Vi ringrazio.

Incontro con Ivan




Riportiamo qui di seguito un estratto da una testimonianza del veggente Ivan Dragicevic che abbiamo ascoltato a Medjugorje qualche tempo fa. Eventuali piccole imprecisioni nel testo sono imputabili alla trascrizione della parola parlata e tradotta, che il veggente non ha potuto visionare ed eventualmente correggere.

Premessa : In questo breve incontro con voi, vorrei farvi partecipi delle cose essenziali alle quali la Madonna ci ha invitati durante questi anni. Prima di parlare del contenuto di messaggi, vorrei però fare una piccola introduzione. L’ inizio delle Apparizioni, nel 1981, è stato per noi e per i nostri famigliari, una grande sorpresa. Io avevo sedici anni e fino a quel momento non potevo neanche sognare che questo potesse accadere, cioè che la Madonna potesse apparire. Né i sacerdoti, né i miei genitori mi avevano mai parlato di questo. Non avevo una particolare attenzione o devozione verso la Madonna e non credevo più di tanto, andavo in chiesa e pregavo insieme con i miei genitori e quando pregavo con loro non vedevo l’ora che la preghiera finisse per scappare. Così ero da bambino.

Non vorrei che oggi mi guardaste come una persona perfetta o come un santo. Io sono un uomo, un uomo giovane come tanti altri, cerco di diventare migliore, di progredire sulla via della conversione. Anche se vedo la Madonna, non mi sono convertito dall’oggi al domani. Io so che la mia conversione è un processo, un programma per la mia vita durante il quale devo persistere, devo ogni giorno cambiare, devo rinunciare al peccato ed al male.

Devo dire che in questi anni quasi non è passato giorno senza che dentro di me sorgesse una domanda : “Madre,perché proprio io? Non ce n’erano migliori di me? Madre, ma io faccio quello che tu mi chiedi? Tu, sei contenta di me?“. Ad un incontro, quando ero da solo con Lei, chiesi: “Perché proprio io?“ Sorridendo, Lei mi rispose: “Sai, caro figlio, io non cerco i migliori“.

Ecco, nel 1981 la Madonna ha puntato il suo dito verso di me, mi ha scelto per essere uno strumento nelle Sue mani e nelle mani di Dio. Per questo sono contento: per me, per la mia vita, per la mia famiglia questo è un grande dono, ma anche una grande responsabilità, una responsabilità davanti a Dio e davanti alle persone, perché voi sapete che a chi il Signore ha dato tanto, tanto richiede. Credetemi, non è facile essere con la Madonna ogni giorno, parlare con Lei, essere ogni giorno in questa luce del Paradiso e dopo questo incontro tornare su questa terra e continuare con la vita quotidiana. A volte mi occorre qualche ora per riprendermi e tornare nella realtà quotidiana.

I messaggi: I messaggi più importanti che Ella ci ha dato in questi anni riguardano la pace, la conversione, la preghiera, il digiuno, la penitenza, la fede forte, l’amore, la speranza. Questi sono i messaggi più importanti, i messaggi centrali. All’inizio delle Apparizioni la Madonna si è presentata come Regina della Pace e le prime Sue parole sono state: “Cari figli, vengo perché mi manda mio Figlio in vostro aiuto. Cari figli, pace, pace, pace. La pace deve regnare tra l’uomo e Dio e tra gli uomini. Cari figli, questo mondo e questa umanità si trovano in un grande pericolo di autodistruzione “. Sono queste le prime parole che la Madonna ci ha incaricato di trasmettere al mondo e da queste parole noi vediamo come è grande il Suo desiderio di pace. La Madonna viene per insegnarci la strada che porta alla vera pace, a Dio. La Madonna dice: “Se non c’è la pace nel cuore dell’uomo, se l’uomo non è in pace con se stesso, se non c’e pace nelle famiglie, cari figli, non può esserci la pace nel mondo”.

Voi sapete che se un componente della vostra famiglia non ha la pace, non ha pace tutta la famiglia. Per questo la Madonna ci invita e dice: “Cari figli, in questa umanità di oggi ci sono troppe parole, perciò non parlate della pace, ma cominciate a vivere la pace, non parlate della preghiera ma cominciate a vivere la preghiera, in voi stessi, nelle vostre famiglie, nelle vostre comunità“. Poi la Madonna continua: “ Solo con il ritorno della pace, della preghiera la vostra famiglia, l’umanità possono guarire spiritualmente. Questa umanità è spiritualmente malata”.

Questa è la diagnosi. Ma poiché una Madre si preoccupa anche di indicare il rimedio al male, Lei ci porta la medicina divina, il rimedio per noi e per i nostri dolori. Lei vuole curare e bendare le nostre ferite , Lei vuole consolarci, Lei vuole incoraggiarci, Lei vuole risollevare questa umanità peccatrice perché è preoccupata per la nostra salvezza. Perciò la Madonna dice : “ Cari figli, io sono con voi, vengo in mezzo a voi per aiutarvi perché venga la pace. Perché solo con voi io posso realizzare la pace. Perciò, cari figli, decidetevi per il Bene e lottate contro il male e contro il peccato “.

La Madre parla in modo semplice e ripete che Lei non si stanca mai. Come voi madri, quante volte avete ripetuto ai vostri figli : fate i bravi, studiate, lavorate, non fate quello che è sbagliato. Penso che questo lo ripetiate migliaia di volte ai vostri figli e penso che ancora non vi siate stancate. Quale madre tra di voi può dire di non comportarsi così? Così fa anche la Madonna con noi. Lei educa, Lei insegna, Lei ci porta verso il bene, perché ci ama. Non viene per portarci la guerra, per punirci, per criticarci, per annunziare la seconda venuta di Gesù Cristo, per parlarci della fine del mondo. Lei viene come la Madre della Speranza perché vuole portare la speranza in questa umanità. Nelle famiglie stanche,nei giovani, nella Chiesa, e dice a tutti noi : “ Cari figli, se voi siete forti, anche la Chiesa è forte, se siete deboli, anche la Chiesa è debole, perché voi siete la Chiesa viva, voi siete i polmoni della Chiesa. Questo mondo ha un futuro, ma voi dovete cominciare a cambiare, nella vostra vita dovete mettere Dio al primo posto, dovete instaurare con Lui un altro rapporto, più sano e più giusto, un nuovo dialogo, una nuova amicizia”. In un messaggio, la Madonna dice: “ Voi su questa terra siete pellegrini, solo di passaggio”. Perciò dobbiamo deciderci per Dio, insieme a Lui camminare lungo la nostra vita, a Lui consacrare la nostra famiglia, insieme a Lui camminare verso il futuro. Se noi andiamo verso il futuro senza di Lui,siamo condannati a perderci.

La Madonna ci invita a far ritornare la preghiera nella nostre famiglie, perché Lei vuole che ogni famiglia diventi un gruppo di preghiera. Lei vuole che i sacerdoti stessi, nelle loro parrocchie, organizzino e guidino i gruppi di preghiera. La Madonna ci invita alla Santa Messa, come centro della nostra vita, ci invita alla Confessione mensile, all’Adorazione del Santissimo e della Croce, a pregare il santo Rosario nelle nostre famiglie e a leggere le Sacre Scritture. Lei dice : “ Cari figli, leggete la Sacra Scrittura: se leggerete le parole di Gesù, Lui potrà nascere di nuovo nelle nostre famiglie : questo diventerà cibo spirituale nel cammino della vostra vita. Cari figli, perdonate al vostro prossimo, amate il vostro prossimo”. Cari amici, queste sono cose importanti che la Madonna ci dà, la Madre ci porta tutti nel suo cuore ed intercede per ciascuno di noi presso Suo Figlio. In un messaggio, la Madonna dice: “ Cari figli, se voi sapeste quanto vi amo, piangereste dalla gioia” . Così grande è l’amore della Madre.

Tutti i messaggi e tutto quello che ci dà sono per tutto il mondo, non esiste alcun messaggio per un paese od una nazione particolare. Sempre ed ogni volta dice : “Cari figli miei”, perché Lei è Madre e siamo tutti importanti, perché ha bisogno di tutti noi. Lei non rifiuta nessuno. La Madonna non tiene conto se qualcun altro è migliore di noi, invece Lei chiede che ciascuno di noi apra la porta del proprio cuore e faccia quello che può fare. Lei dice: “Cari figli, non cercate gli sbagli negli altri, non li criticate, ma pregate per loro”. Perciò il messaggio della preghiera, insieme al messaggio della pace, è uno dei più importanti inviti che la Madonna ci fa. Tantissime volte la Madonna ha ripetuto il messaggio : “pregate, pregate, pregate” e, credetemi, non si è ancora stancata. Lei vuole cambiare il modo della nostra preghiera, Lei ci invita alla preghiera con il cuore. Pregare con il cuore significa pregare con amore, con tutto il nostro essere. In questo modo la nostra preghiera diventa un incontro, un dialogo con Gesù Cristo. Perciò , vi dico, è molto importante decidersi per la preghiera.

Noi oggi diciamo che non abbiamo tempo, non abbiamo tempo per la famiglia, per la preghiera, poiché diciamo che lavoriamo tanto e siamo molto impegnati, ed ogni volta che dobbiamo stare con la famiglia o pregare è sempre un problema di tempo. Ma la Madonna dice semplicemente: ”Cari figli, non potete dire sempre che non avete tempo: il problema non è il tempo, il problema è l’amore, perché quando amate e volete qualcosa trovate sempre il tempo e quando non amate e non vi piace qualcosa non trovate mai il tempo per questo”. Allora la domanda che dobbiamo porci è se amiamo veramente Dio. Perciò la Madonna ci invita tanto alla preghiera perché vuole svegliarci da questo morire spirituale, dal coma spirituale in cui si trova l’umanità oggi, riportarci alla fede ed alla preghiera. Io spero che risponderemo tutti all’invito della Madonna ad accettare i suoi messaggi e diventare con Lei costruttori di un mondo nuovo, degno dei figli di Dio. Che la vostra venuta qui sia l’inizio di un vostro ritiro spirituale che continui, tornando a casa, nelle vostre famiglie, insieme ai vostri figli.

Fonte: Rivista Medjugorje Torino - www.medjugorje.it

Visite: 419

TAGS: IvanTestimonianzaVeggenti