Maria a Medjugorje

Messaggio del 5 dicembre 1985:Cari figli, vi invito a prepararvi al Natale con la penitenza, la preghiera e le opere di carità. Non guardate, cari figli, alle cose materiali, perché allora non potrete gustare il Natale. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!

Quanto ha sofferto la Madonna per noi!

22/10/2007 - Visite: 1586
IncrFont Stampa IncrFont Facebook Twitter
Se penso a Maria SS.ma tribolata, perseguitata, straziata dalle perfidie di Satana lungo il corso della sua vita - e so per fede che non ha mai trasgredito neanche leggermente la legge dl Dio confesso che cresce In me proporzionalmente la stima e quindi l’amore nei suoi confronti. Sono certo che Il demonio non ha mai risparmiato ne tentativi ne persecuzioni, perché si era accorto dl trovarsi davanti a una creatura diversa dalle altre. Ci è riuscito dopo anni e anni con Eva: non avrebbe potuto riuscirci anche con Maria?! Faceva male le sue previsioni: la Vergine, sostenuta dallo Spirito Santo, con l’eroismo della sua corrispondenza continua e generosa, non ha mai ceduto né poco nè tanto alle sue proposte, mantenendosi così immacolata, ossia senza colpa, sempre! Di qui la acredine crescente dell’avversario, cui Lei avrebbe schiacciato trionfalmente il capo con la sua umiltà (cfr. 6n 111, 15).

Possibile? Una creatura apparentemente limitata sarebbe riuscita a tanto? Ne andava dell’onore di Lucifero! Eppure Maria ha vinto e come, in modo insuperabile, non deludendo mai la stima riposta In Lei dalla SS. Trinità. Pensandola in prove su prove, senza intervalli di sosta, me la sento più vicina, più umana, più Mamma ... perché ha percorso la mia stessa strada, ha sofferto le medesime angosce — sia pure in maniera diversa - è stata odiata da Satana.. .oso dire nel mio piccolo: come me!