Maria a Medjugorje

Messaggio del 17 novembre 2012:Cari figli, vi chiedo di pregare per la pace. Pregate con me per la pace. La pace. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

L'arcivescovo di Parigi Michel Aupetit ha presieduto la Messa a Medjugorje: Il regno di Cristo è il vostro cuore

18/11/2021 - Visite: 77
IncrFont Stampa IncrFont Facebook Twitter

L’arcivescovo di Parigi, mons. Michel Aupetit, il 26 ottobre ha presieduto la santa Messa a Medjugorje assieme a 39 sacerdoti. L’arcidiocesi di Parigi ha organizzato il pellegrinaggio: insieme all’arcivescovo Aupetit, c’erano altri quattro sacerdoti e 54 pellegrini.

Riferendosi al Vangelo del giorno (Lc 13,18-21), mons. Aupetit ha parlato del regno di Dio.

«Il Signore ci parla del regno di Dio. Ma Lui dove regna? Per noi il regno corrisponde sempre a un territorio. Gli ebrei hanno la terra promessa. I musulmani, quando si trovano in maggioranza da qualche parte, parlano di “paese islamico”. Dov’è il territorio dove regna Gesù? Siamo due miliardi di cristiani e non sappiamo dov’è il regno di Cristo? Perché il regno di Cristo non è un territorio. Il regno di Cristo è il vostro cuore e, se in esso c’è solo un po’ d’amore, siate sicuri che Dio verrà a riempirlo con il suo amore e allora quel granello d’amore crescerà, come il granello di senape che diventa l’albero più grande del giardino. Il messaggio della Madonna a Medjugorje dice: “Pace, pace, pace”, niente violenza, niente conquista, niente sangue», ha detto mons. Aupetit.

«Se facciamo entrare Gesù nei nostri cuori, questo può cambiare tutta la nostra vita, come dice la Madonna quando ci chiama alla conversione. Quando Gesù entra in un cuore, cambia la nostra visione di Dio e degli altri. Invece di guardare tutto ciò che non va bene nei nostri fratelli e sorelle, guardiamoli come li vede Gesù e sappiamo ammirare ciò che c’è di bello in loro. Anche la nostra attività diventa trasformata. Quando spazzi la casa, se guardi la scopa o la polvere, ti disperi prima ancora di cominciare, ma se pensi alle persone che verranno a casa tua, che saranno felici di essere accolte con dignità, il lavoro sarà facile per te. Il regno di Dio è nel vostro cuore e la porta del nostro cuore è l’amore».

L’arcivescovo Michel Aupetit alla fine ha chiamato tutti all’amore: «Sappiamo che possiamo amare, amiamo il nostro coniuge, i nostri amici, i nostri figli, i nostri genitori... Ma quell’amore è sempre limitato, perché Gesù ci dice che se ami chi ti ama, non fai nulla di speciale. Il nostro amore, quando incontra qualche resistenza, si esaurisce presto. Quando invece riceviamo l’amore divino, come Gesù ci chiede: “Amatevi gli uni gli altri come io ho amato voi”, un tale amore, anche se è un piccolo chicco, cresce all’infinito secondo la misura di Dio», così ha concluso la sua omelia sull’altare esterno della chiesa di San Giacomo a Medjugorje l’arcivescovo di Parigi mons. Michel Aupetit.

Il parroco di Medjugorje, p. Marinko Šakota, lo ha ringraziato al termine della Messa: «È una grande gioia che l’arcivescovo Aupetit sia con noi con i suoi pellegrini. Grazie per il suo arrivo e per le parole che ci ha rivolto».

fonte: www.medjugorje.hr