Maria a Medjugorje Messaggio del 6 gennaio 1989:Figli miei! In questi giorni di festa avete pregato molto, però le vostre mani spesso sono rimaste vuote. Voi pregavate per le vostre piccole cose, mentre Gesù voleva darvi se stesso. Desidero che questa sera ciascuno di voi si chieda: quando nella preghiera mi sono sentito vuoto?

Agosto 1995: IL ROSARIO ALL’AMERICANA

MESSAGGIO del 25 agosto 1995. "Cari figli, oggi v'invito alla preghiera. Che la preghiera sia per voi vita. Una famiglia non può dire che è nella pace, se non prega. Perciò, la vostra giornata cominci con la preghiera del mattino, e la sera finisca con il ringraziamento. Figlioli, Io sono con voi, vi amo, vi benedico e desidero che ognuno di voi sia nel mio abbraccio. Non siete pronti a pregare ogni giorno. Grazie per aver risposto alla mia chiamata".




Il mio amico Denis Nolan era professore di religione all'università di Notre-Dame (Indiana, USA). Essendo dotato di un grande cuore di bambino, Denis aveva conquistato subito gli studenti perché aveva l'abitudine di arricchire i suoi corsi con mille aneddoti presi dalla sua vita e da quella dei suoi conoscenti, mostrando quanto Gesù e Maria sono vivi e attivi nella vita di tutti i giorni. Non sono affatto sicura che facesse di loro dei buoni teologi studiosi, ma piuttosto dei cristiani entusiasti del loro Dio e degli eccellenti testimoni. Naturalmente al suo ritorno da Medjugorje i suoi studenti hanno avuto un resoconto dettagliato del suo pellegrinaggio con applicazione immediata dei buoni consigli della Gospa: hanno deciso tutti di dire una decina del rosario prima di ogni lezione. Presto frutti di grazie e benedizioni sono piovuti sugli studenti, e questo ha trasformato i corsi in occasioni di scambi di idee sulle meraviglie del Dio vivente. Tra gli altri studenti sono avvenute molte conversioni e tutto l'affare Medjugorje si è diffuso a macchia d'olio.

Denis ha trovato protestanti, ebrei e perfino atei che gli chiedevano dei rosari! Nell'ottobre 1987, Denis si è assentato ancora per andare a Medjugorje e al suo ritorno una studentessa gli ha confidato: - Durante la sua assenza, Sig. Nolan, abbiamo detto una decina di rosario prima di ogni ora di lezione. I supplenti erano contrari pensavano che noi cercassimo di tirare sull'ora di lezione. Poiché non volevano guidare il rosario, dicevamo la nostra decina da soli. Qualche giorno fa mentre facevamo il giro della classe per sapere se qualcuno avesse delle intenzioni di preghiera, ho detto a voce alta: "Preghiamo perché Dio protegga mio fratello Brian." - Denis le ha chiesto allora : "Perché hai pregato per tuo fratello?" Lei ha risposto che un giorno lui aveva detto durante una lezione: " Se non avete intenzioni particolari pregate per i membri della vostra famiglia." Lei aveva semplicemente preso l'abitudine di pregare per suo fratello. - La mattina seguente - ha ripreso la studentessa - mio fratello, che aveva un appuntamento d'affari con una signora all'hotel Ramada Inn a Indianapolis, a causa di circostanze impreviste si è reso conto che sarebbe stato in ritardo di dieci minuti all'appuntamento. Una chiamata dieci minuti prima dell'ora fissata per chiederle se poteva aspettarlo dieci minuti in più. Lei gli ha risposto: "Va bene". Esattamente dieci minuti dopo l'ora dell'appuntamento, mentre mio fratello stava parcheggiando la macchina nel parcheggio del Ramada Inn, ha visto un jet schiantarsi sull'albergo, puntando il muso esattamente nella stanza dove questa donna lo aspettava. E' stata uccisa sul colpo.

Denis ha aggiunto: - Che fortuna ha avuto quell'uomo di avere una sorella che aveva preso l'abitudine di metterlo tutti i giorni sotto il manto della Madonna dicendo la sua decina del rosario prima delle lezioni! Egli riconosce, come i suoi genitori mi hanno detto dopo, che la fede di sua sorella gli ha salvato la vita. E' la chiamata della Madonna a Medjugorje che aveva aumentato la sua fede e l'aveva incoraggiata a dire il rosario. Denis racconta ancora: - Un giorno un'altra studentessa (Linda E) mi ha detto che un mese prima suo padre era entrato nella sua stanza per annunciarle che sua madre e lui stavano per divorziare. Allora lei, studentessa dell'ultimo anno, e suo fratello, al secondo anno, avevano deciso di ritrovarsi tutte le sere in cantina per dire il rosario per i loro genitori. Una settimana dopo, mi ha detto che suo padre è entrato di nuovo nella sua stanza per dirle che non ci sarebbe stato più il divorzio. La settimana seguente mi ha annunciato che è andata a messa con tutta la famiglia per la prima volta in dieci anni! La settimana dopo mi ha detto che la loro vita in famiglia non era mai stata così felice come ora, da quando se ne ricordava. Tutto questo è successo dopo che suo fratello e lei avevano cominciato a dire il rosario tutte le sere e avevano messo tutta la famiglia sotto il manto della Madonna! -

Fonte: Suor Emmanuel

Visite: 488

TAGS: Santo RosarioSuor Emmanuel