Maria a Medjugorje Messaggio del 25 giugno 2006:Cari figli, con grande gioia nel mio cuore vi ringrazio per tutte le preghiere che avete offerto per le mie intenzioni, in questi giorni. Sappiate, figlioli, non vi pentirete nè voi, nè i vostri figli. Dio vi ricompenserà con grandi grazie e meriterete la vita eterna. Io vi sono vicino e ringrazio tutti coloro che, durante questi anni, hanno accettato i miei messaggi, li hanno trasformati in vita e hanno deciso per la santità e la pace. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Padre Slavko: « Da oggi darò meno messaggi, ma sono con voi »




Siamo rimasti colpiti quando abbiamo letto il testo del messaggio del1'8 gennaio perché la Madonna ha detto: « Non vi do più i messaggi tutti i giovedì, ma ad ogni venticinque del mese ».

La Madonna ha cominciato a dare i messaggi del giovedì dal 1° marzo 1984.

Per la loro struttura sono molto semplici e costituiscono come le pietre di un mosaico che la Madonna ha cominciato a fare con noi: il mosaico della educazione che ci ha dato il Signore attraverso di Lei.

I primi messaggi sono: pace, conversione. preghiera, digiuno e fede. La pace sempre come la meta, o il perché delle apparizioni.

La conversione come la strada. Cioè se qualcuno domandava: come posso raggiungere la pace? La risposta era: « Apriti alla conversione, cioè cambia la tua vita, le tue relazioni verso te stesso, verso gli altri uomini, verso la natura, verso Dio ». E se qualcuno ha detto: « Sì, voglio la pace, ma voglio anche convertirmi, che cosa devo fare per convertirmi »? La Madonna ha risposto: « Prega, digiuna, abbi fede », cioè, credi. Concretamente significa: « Lasciati guidare da me ».

Questi messaggi principali sono come la struttura. Ma per poter camminare verso la pace e la conversione, pregando, digiunando, lasciandoci guidare, avevamo bisogno di impulsi concreti, di avvisi concreti. La Madonna ora ha completato l'educazione attraverso questi messaggi e decide di non parlare più tutti i giovedì. Io posso dire che eravamo un po' viziati. Eravamo abituati tutte le settimane a sentire: « Cari figli... ». Queste parole si ascoltavano volentieri, anche se sapevamo che non sempre eravamo proprio bravi. E anche adesso: « Cari figli, vi ringrazio perché avete risposto alla mia chiamata », anche se sappiamo che non abbiamo sempre risposto o che la risposta non è completa.

Io sto spiegando questo messaggio prima del 25 gennaio. Per questa ragione dico: vedremo quale struttura avranno i messaggi che darà una volta al mese e come parlerà la Madonna.

Questo messaggio è per me molto interessante e molto importante. Molto importante nel senso che è un messaggio della serie del giovedì e l'ultimo. Ma nella sua struttura è anche molto interessante.

La Madonna ringrazia. Le due prime frasi sono un ringraziamento: « Desidero ringraziarvi per ogni risposta ai messaggi ».

Una delle pietre del mosaico è sicuramente un invito a ringraziare.

La Madonna non si stanca di ringraziare noi tutti. Ringrazia per ogni. risposta anche coloro che non hanno risposto, che vogliono rispondere dopo. E uno speciale ringraziamento vale per tutti quelli che hanno fatto i sacrifici e le preghiere, che hanno offerto.

Non c'è bisogno di spiegare che significa sacrificio, ma parlando molte volte con Marija Pavlovic ho visto nella sua vita spirituale una speciale sensibilità, è diventata molto sensibile per quanto riguarda i sacrifici e ho visto che anche le più piccole cose, che forse noi non vediamo, Marija le prende e le offre al Signore. Fa i sacrifici. Molte volte ha parlato di questi piccoli sacrifici coi quali vuole mostrare il suo amore e anche il suo abbandono alla Madonna. Quando Marija parla di sacrifici si vede che li fa con amore e non sono difficili.

Questo messaggio è caratterizzato dalle parole « Cari figli ». Il messaggio dice: « Cari figli, desidero dare d'ora in avanti i messaggi, non più, cari figli, tutti i giovedì, ma ad ogni venticinque del mese ».

In questa frase abbiamo due volte « Cari figli ».

Se si sentono questi messaggi un po' con il cuore, possiamo dire che la Madonna sa che sentivamo questi messaggi con amore e che li aspettavamo con gioia. Dicendoci « Cari figli »,e come se ci volesse consolare. Sentendo questo messaggio molta gente si è chiesta il perché e si è sentita triste di non poter più avere i messaggi settimanali. La Madonna ha terminato una educazione, ha dato tanti avvisi, e se vogliamo, possiamo averLa sempre con noi attraverso questi messaggi.

Da adesso in avanti possiamo tutte le settimane prendere un messaggio e, settimana per settimana, viverlo di nuovo meditando.

Se cominciamo così, scopriremo molte altre cose che non abbiamo mai visto nei messaggi, perché forse non ne avevamo neanche il tempo, non eravamo maturi.

Il primo passaggio, attraverso questi messaggi era sicuramente utile, ma non poteva essere tanto approfondito come un secondo o un terzo. Adesso non bisogna essere tristi o lamentarsi perché la Madonna non dà più i messaggi settimanali, ma bisogna vedere la possibilità di approfittare di tutti gli avvisi che ci ha dato attraverso questi messaggi.

Molta gente si è domandata che può significare la frase: « Il tempo è arrivato quando si è compiuto tutto quello che ha desiderato il mio Signore ».

Questa frase non la possiamo spiegare. E non è bene fare molte conclusioni. Che significa arrivato? Quale tempo? O che cosa è compiuto? Che cosa ha desiderato il suo Signore? Forse possiamo dire: « È compiuto questo tempo della educazione, avete già tutte le regole, se volete potete continuare, se continuate avrete la pace ».

Molti hanno telefonato e domandato se verranno presto svelati tutti i segreti. Può anche significare questo. Ma non si sa, e, se non si sa non dobbiamo trarne delle conclusioni.

La frase: « Da oggi darò meno messaggi, ma sono con voi » è la frase più importante di questo messaggio, perché ha detto « Sono con voi ». Non è la prima volta che la Madonna dice: « Sono con voi », lo ha ripetuto tante volte, dicendo: « Voglio guidarvi », « Abbandonatevi totalmente a me », « Io sono la vostra Madre », « Voglio che siate con me, voglio che veniate in Cielo, voglio che siate salvati ».

Allora la Madonna promette la Sua presenza. « Io sono con voi », significa questo.

Per me il segreto più profondo di Medjugorje è la Sua presenza.

Con la Sua presenza ha creato una situazione dove hanno potuto essere coltivate la pace e la gioia, dove la gente ha potuto più facilmente aprirsi al Signore, più facilmente sentire di aver bisogno della preghiera, del digiuno, della confessione, della Messa.

Ecco, se noi continuiamo a pregare, a vivere questi messaggi, la Madonna sarà sempre in modo speciale a Medjugorje, attirerà figli da tutto il mondo e rinnoverà la Chiesa della quale è diventata Madre sotto la Croce. Nell'ultimo messaggio del 1986 ha detto: « Io voglio seguire i vostri passi attentamente ». È un'altra frase con lo stesso significato di: « Io sono con voi ». La Madonna fa attenzione a noi e segue i nostri passi attentamente, amandoci. Questa è una sicurezza della fede sapendo che non siamo soli e che la Madonna non ci lascerà soli come non ha lasciato solo suo Figliò, nemmeno sul Calvario. È la stessa Madonna che parla, Lei che è stata fedele fino all'ultimo a Gesù, Suo Figlio. Parla la Madonna che ha preso la responsabilità per tutti noi quando ha sentito la parola: « Ecco il tuo figlio »: l'ha presa con tutto il cuore, con tutta la vita e viene e sta con noi.

Nella frase successiva dice: « Cari figli, perciò vi supplico, ascoltate i miei messaggi, viveteli affinché io vi possa guidare ».

La Madonna ci supplica che ascoltiamo e viviamo i suoi messaggi. Perché? « Affinché io vi possa guidare ».

Allora se non ascoltiamo e se non viviamo significa che non ci lasciamo guidare. Se non ci lasciamo guidare finiremo sicuramente nelle tenebre, nella distruzione alla quale ci prepariamo lasciando Dio o rinunciando alla nostra guida, alla nostra Madre.

Leggendo « Vi supplico », mi viene in mente quando la Madonna ha detto una volta « Io sono già salvata, ma voglio che voi siate salvati ». La Mamma ci supplica e ci dice: « Io sono già salvata. Ho trovato la mia strada. Ho trovato la mia vita, ma ti supplico non farti distruggere, che anche tu possa trovare tutto quello che cerchi ».

Qui la Madonna è molto umana, molto Madre, supplicandoci: « Io sono salvata, non prego per me, ma per voi; se fate per voi, fate anche per me ». Maria non può essere Madre senza che noi vogliamo essere suoi figli.

Lei guida. In questo mondo molto complicato, confuso, pieno di guerre, di rabbia, di aggressioni, di tristezza, di distruzioni è molto importante, forse più che in altri secoli, essere guidati per una strada, una via nella quale noi possiamo vivere sempre nella luce, nella pace e riconciliati. Questo messaggio nella sua struttura è rimasto come tutti gli altri messaggi, con molti « Cari figli ». La Madonna voleva esprimere, anche parlando umanamente, la sua tristezza.

C'è anche la frase che ha ripetuto sempre: « Grazie perché avete risposto alla mia chiamata », ma in questo ultimo messaggio del giovedì l'ha fatta precedere da « Cari figli », e cioè: « Cari figli, grazie perché avete risposto alla mia chiamata

La Madonna è cosciente e dicendoci « Cari figli » vuole consolarci, vuole guidarci, vuole mostrarci che è molto interessata a noi, che ogni nostra risposta, che significa uscire dal peccato, è per la Madonna un dono.

Fonte: P. Slavko Barbaric

Visite: 1143

TAGS: Messaggi di MedjugorePadre Slavko