Maria a Medjugorje Messaggio del 22 maggio 1986:Cari figli, oggi desidero donarvi il mio amore. Voi non sapete, cari figli, quanto è grande il mio amore e non sapete accoglierlo. In diversi modi io desidero manifestarvelo, però voi, cari figli, non lo riconoscete. Voi non capite le mie parole col cuore, perciò non capite neanche il mio amore. Cari figli, accettatemi nella vostra vita e allora potrete accettare tutto quello che io vi dico e tutto ciò a cui vi invito. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!

Le dodici stelle della Chiesa di p. Daniel-Ange




Il Santo Padre ai giovani a Toronto ha detto una frase molto semplice: "se amate Gesù, amate la Chiesa!". Chiediamo a Maria di farci vedere e amare la Chiesa così come la vede e la ama Lei. Parlerò della Chiesa costituita da 12 stelle. La prima stella è la Chiesa eterna, la Chiesa nella sua totalità. La Chiesa è eterna perché ha il suo inizio nel Cuore della Santa Trinità; attraverso tutti i secoli e tutta la storia. La Chiesa è costituita da tre grandi galassie interconnesse. C'è la galassia del Cielo, che è la più numerosa: la parte più grande della Chiesa si trova in Cielo e ogni volta che la Madre di Dio viene a visitarci sulla terra, in realtà ci manifesta l'esistenza del Cielo, ci mostra il nostro futuro, la nostra immortalità. Tra la Chiesa del Cielo e quella della Terra c'è un'altra piccola galassia che chiamiamo Purgatorio. L'amore di Dio è talmente grande che se al momento della morte il nostro cuore non è diventato ancora come quello di un bambino, il Signore ci dona la meravigliosa possibilità in Purgatorio di ritornare puri come bimbi. Sulla terra si vive il tempo della fede, in Purgatorio il tempo della speranza gioiosa e in Cielo non si vive altro che l'amore. E tra tutta queste galassie c'è un'incessante comunicazione d'amore e di vita.

Seconda stella: Gesù non è mai solo, non può esistere senza la sua Chiesa. Già con Abramo vediamo la Chiesa al suo inizio sulla terra. Prima della nascita di Gesù sulla terra c'era già la Chiesa, c'era Maria che è la Chiesa che accoglie Dio sulla terra. E la Chiesa sono anche Giuseppe, Giovanni, Elisabetta, Zaccaria, i pastori, i Magi... Gesù è circondato dalla sua Chiesa anche quando inizia la sua vita missionaria. Infatti la prima cosa che fa è dire a Natanaele, a Pietro, a Giovanni: "Seguimi!". La Chiesa è la culla della Parola di Dio così come Maria è la culla di Dio sulla terra. È la Chiesa che ci trasmette tutto di Gesù e che ci dona la sua presenza. Non ci parla solo di Lui, ma ce lo dona nell'Eucaristia; non ci sarebbe Eucaristia senza la Chiesa e ogni volta che noi evangelizziamo non annunciamo un messaggio o una teoria, ma doniamo agli altri la Persona di Dio in quanto ambasciatori di Dio.

Terza stella: Gesù si identifica con la sua Chiesa. Sulla strada di Damasco, quando Saulo chiede: "chi sei tu, Signore?", Egli non risponde: "Sono il Gesù dei cristiani che tu perseguiti", ma soltanto: "Sono Gesù che tu perseguiti". E tutte le persecuzioni contro la Chiesa che continueranno fino alla fine del mondo attaccano Gesù nella sua Chiesa. La Chiesa continua a fare nel tempo e nello spazio quello che Gesù ha fatto durante 33 anni in Palestina: continua a liberare i prigionieri, a guarire i malati, ad aprire il Cielo ai morenti.

Quarta stella: La Chiesa non è soltanto il Corpo di Gesù, è allo stesso tempo anche la Sposa. È una Sposa che può sempre essere infedele, ma lo Sposo non l'abbandonerà mai. L'unione di Gesù con la sua Chiesa è un'unione nuziale, mistica e fisiologica, perché Gesù si unisce alla sua Chiesa donandole il suo Corpo nell'Eucaristia.

Quinta stella: La santa Chiesa dei peccatori non separa mai santità e peccato. La Chiesa dona tutta la santità di Dio, soprattutto attraverso i sacramenti grazie ai quali i peccatori possono ridiventare santi. E questa santità di Dio ci viene trasmessa da dei poveri peccatori. Consapevole di questo il Santo Padre durante il Giubileo ha chiesto perdono per tutte le infedeltà della Chiesa negli ultimi duemila anni, un gesto che esprime tutta la santità della Chiesa che egli rappresenta.

Sesta stella: La Chiesa che mostra il suo lato più bello. Dappertutto, nel corso dei secoli i primi ospedali, i primi lebbrosari, gli orfanotrofi, le case per accogliere gli anziani o i malati di AIDS, sono stati fondati dai discepoli di Gesù. Là dove c'è sofferenza è presente la Chiesa. La Chiesa con i suoi santi ha segnato la storia, ha salvato la cultura umana, perché dappertutto ha sempre difeso l'uomo dall'uomo.

Settima stella: La Chiesa si rinnova continuamente in un'eterna primavera. Le GMG (Giornata Mondiale della Gioventù) sono proprio una manifestazione dell'eterna giovinezza della Chiesa. Quale capo politico e religioso sarebbe capace di radunare centinaia di migliaia di giovani provenienti da tutto il mondo se non il nostro Papa, Giovanni Paolo II? Eppure il Santo Padre non raduna i giovani intorno a sé, ma raccoglie gli ambasciatori della gioventù di tutto il mondo intorno a Dio nell'Eucaristia.

Ottava stella: La Chiesa vive l'armonia tra lo scheletro e il resto del corpo. Lo scheletro è ciò che Cristo stesso ha istituito; i vescovi, i sacerdoti, i sacramenti, ecc. Il sangue che scorre nelle sue vene è invece tutto ciò che lo Spirito Santo sveglia nella vita della Chiesa, come la santità, le opere di carità, le comunità religiose, specialmente tutte quelle nuove comunità di recente fondazione. Non si può separare ciò che Gesù ha dato da quello che dona lo Spirito Santo; Essi sono le due mani del Padre con le quali Dio costruisce il Corpo della Chiesa.

Nona stella: L'unità della Chiesa. Il sogno di Dio è che tutti i suoi figli siano uno. Il primo millennio è stato segnato da una Chiesa indivisa in se stessa. Il secondo millennio, appena terminato, è stato al contrario un tempo di grandi fratture nella Chiesa. Nel neonato terzo millennio Dio donerà nuovamente alla Chiesa, al suo Corpo, la sua originaria unitarietà. Essa diventerà molto più bella che all'inizio, perché in questa ultima fase ogni Chiesa locale ha approfondito un qualche aspetto, che poi, collegato agli altri, trasmetterà una straordinaria pienezza. L'unità si crea intorno al cuore della Chiesa: l'Eucaristia.

Decima stella: La Chiesa missionaria. Come possiamo tenere per noi tutto questo tesoro di novità, di bellezza e di luce? La Chiesa ci guarisce dal peccato ed elimina tante sofferenze; se tutti vivessero con Gesù il Vangelo non ci sarebbero più guerre, non ci sarebbe più AIDS, il divorzio, non ci sarebbero più bambini abbandonati... Quando so che Gesù è l'unica risposta a tutte le attese dell'uomo, come posso io vivere l'intimità con Lui senza fare di tutto per donarlo e rivelarlo agli altri? Questo è quello che mi "strappato" al deserto quando ero eremita: non potevo più sopportare l'idea che dei giovani si uccidessero, mentre io portavo in me la vita stessa di Dio. E vedo che anche Medjugorje da più di vent'anni è una vera scuola d'evangelizzazione per il mondo. La Madonna spesso ci richiama con parole forti come: "testimoniate la gioia di Dio con la vostra vita", "Voglio che attraverso di voi il mondo intero conosca il Dio della gioia, siate tutti il riflesso di Gesù, siate la luce che risplende nelle tenebre".

Undicesima stella: La Chiesa è l'unico luogo sulla terra dove la vita e l'amore sono protetti. Usciamo da un secolo di continue guerre dell'uomo contro l'uomo, e come se questo non bastasse, un miliardo e mezzo di bambini sono stati uccisi prima di nascere. Satana non sopporta tutto ciò che è debole, piccolo, povero, perché ogni bambino gli ricorda il piccolo Gesù nel seno di Maria, ogni persona che soffre gli ricorda l'Uomo della Croce. Anche tutta la propaganda per l'eutanasia è stata ripresa testualmente dai testi di Hitler del 1932. Satana si rivolta perché ha rifiutato di inginocchiarsi davanti a un neonato e dirgli: "Tu sei il mio Creatore". La Chiesa è coinvolta in questo grande combattimento tra la vita e la morte. E nella Chiesa, che come una madre difende i suoi piccoli, troviamo migliaia di giovani che lottano per la vita. Lo Spirito Santo suscita in tutte le generazioni tanti giovani capaci di consacrarsi, di vivere nella purezza fino al matrimonio, capaci di affidare a Maria la propria affettività, giovani non soltanto cattolici ma anche protestanti, ortodossi, ebrei.

Dodicesima stella: La Chiesa è vittoriosa. In questo grande combattimento per salvare la vita e l'amore, la Chiesa è già vittoriosa. Non ho più bisogno di credere alla risurrezione di Gesù perché ho già visto Gesù risorto nella sua Chiesa, ho visto che nessuna persecuzione, per terribile che sia, potrà mai rinchiudere a lungo la Chiesa nelle catacombe, perché nessuna pietra ha potuto tenere Gesù chiuso nella tomba più di qualche ora. Amen.
(Riduzione da registrazione)

Visite: 452

TAGS: ChiesaConversione