Maria a Medjugorje Messaggio del 25 febbraio 1987: Cari figli, desidero avvolgervi con il mio manto e condurvi tutti verso la via della conversione. Cari figli, vi prego, date al Signore tutto il vostro passato, tutto il vostro male che si è accumulato nei vostri cuori. Desidero che ognuno di voi sia felice; ma con il peccato nessuno può esserlo. Perciò, cari figli, pregate e nella preghiera conoscerete la nuova vita della gioia. La gioia si manifesterà nei vostri cuori e così potrete essere testimoni gioiosi di ciò che Io e mio Figlio desideriamo da ognuno di voi. Vi benedico. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!
Messaggi straordinari imm1 imm2 imm3 imm4

Messaggio del 2 novembre 2017 (Mirjana)

Cari figli, guardandovi radunati intorno a Me, la vostra Madre, vedo molte anime pure, molti miei figli che cercano l’amore e la consolazione che però nessuno gli offre. Vedo anche coloro che fanno del male: perché non hanno un buon esempio, perché non hanno conosciuto mio Figlio, il bene che silenziosamente si diffonde attraverso le anime pure, la forza che regge questo mondo. I peccati sono molti, però c’è anche l’amore! Mio figlio vi manda a Me, la madre, affinché vi insegni ad amare ed affinché comprendiate che siete tutti fratelli. Lui desidera aiutarvi. Apostoli del mio amore, basta un vivo desiderio della fede e dell’amore perché mio Figlio vi accetti: però dovete essere degni, avere buona volontà e cuori aperti. Mio Figlio entra nei cuori aperti. Io, come Madre, desidero che conosciate di più mio Figlio, Dio nato da Dio, cosicché comprendiate la grandezza del Suo amore di cui avete così tanto bisogno. Lui ha preso su di i vostri peccati, ha ottenuto la redenzione per voi ed in cambio ha chiesto di amarvi gli uni con gli altri. Mio Figlio è amore. Lui ama tutti gli uomini senza distinzione, uomini di tutti i paesi e di tutti i popoli. Se vivreste, figli miei, l’amore di mio Figlio, il Suo regno sarebbe già sulla terra, perciò apostoli del mio amore pregate, pregate affinché mio Figlio ed il Suo amore siano più vicini, per poter essere esempio d’amore e poter aiutare tutti coloro che non Lo hanno ancora conosciuto. Non dimenticate mai che mio Figlio, unico e trino, vi ama. Pregate ed amate i vostri pastori. Vi ringrazio

2017-11-02 mirjana

Richieste di preghiera

  • X davide
  • Turbata
  • Dio, unico maestro di preghiera
  • Commento al Vangelo
  • Dal Vangelo secondo Luca (Lc 18,1-8) Dio farà giustizia ai suoi eletti che gridano verso di lui.

Notizie

imgnews «Vedo la Chiesa del terzo millennio afflitta da una piaga mortale, si chiama islamismo. Invaderanno l’Europa. Ho visto le orde provenire dall’Occidente all’Oriente: dal Marocco alla Libia, dall’Egitto fino ai paesi orientali». Questa è la scioccante visione di San Giovanni Paolo II, mai pubblicata prima d’ora. Testimone della confessione è monsignor Mauro Longhi, della Prelatura dell’Opus Dei.
imgnewsVangelo Mt 25,14-30: Sei stato fedele nel poco, prendi parte alla gioia del tuo padrone.
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola: «Avverrà come a un uomo che, partendo per un viaggio, chiamò i suoi servi e consegnò loro i suoi beni. A uno diede cinque talenti, a un altro due, a un altro uno, secondo le capacità di ciascuno; poi partì. Subito colui che aveva ricevuto cinque talenti andò a impiegarli, e ne guadagnò altri cinque. Così anche quello che ne aveva ricevuti due, ne guadagnò altri due. Colui invece che aveva ricevuto un solo talento, andò a fare una buca nel terreno e vi nascose il denaro del suo padrone. Dopo molto tempo il padrone di quei servi tornò e volle regolare i conti con loro. Si presentò colui che aveva ricevuto cinque talenti e ne portò altri cinque, dicendo: “Signore, mi hai consegnato cinque talenti; ecco, ne ho guadagnati altri cinque”. “Bene, servo buono e fedele – gli disse il suo padrone –, sei stato fedele nel poco, ti darò potere su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone”. Si presentò poi colui che aveva ricevuto due talenti e disse: “Signore, mi hai consegnato due talenti; ecco, ne ho guadagnati altri due”. “Bene, servo buono e fedele – gli disse il suo padrone –, sei stato fedele nel poco, ti darò potere su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone”. Si presentò infine anche colui che aveva ricevuto un solo talento e disse: “Signore, so che sei un uomo duro, che mieti dove non hai seminato e raccogli dove non hai sparso. Ho avuto paura e sono andato a nascondere il tuo talento sotto terra: ecco ciò che è tuo”. Il padrone gli rispose: “Servo malvagio e pigro, tu sapevi che mieto dove non ho seminato e raccolgo dove non ho sparso; avresti dovuto affidare il mio denaro ai banchieri e così, ritornando, avrei ritirato il mio con l’interesse. Toglietegli dunque il talento, e datelo a chi ha i dieci talenti. Perché a chiunque ha, verrà dato e sarà nell’abbondanza; ma a chi non ha, verrà tolto anche quello che ha. E il servo inutile gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti”».
imgnewsNel III e nel IV secolo, molti uomini e molte donne sono stati ispirati dall’esempio di un umile eremita ora noto come Sant’Antonio Abate e hanno lasciato tutto ciò che avevano per condurre una vita di preghiera e contemplazione nel deserto egiziano. Uno dei centri principali di questo tipo radicale di esistenza monastica era un’area nota come Scetis, situata nella zona nord-occidentale del delta del Nilo. Secondo un antico documento intitolato Detti dei Padri del Deserto, in quella comunità viveva un monaco che aveva dei dubbi sulla presenza di Gesù nell’Eucaristia a Messa.
imgnewsOggi inizia la Novena a Cristo Re
imgnewsSono loro i veri discriminati, quelli di cui poco si parla ma che più dei medici rischiano di essere denunciati nel caso di mancata vendita delle pillole abortive (Ru486 nelle farmacie ospedaliere) che vengono spesso falsamente chiamate “contraccettivi d’emergenza”. Il problema è quindi duplice: da una parte la legge dello Stato non protegge esplicitamente il loro diritto di obiezione, riconosciuto dalla deontologia, dall’altro le case farmaceutiche presentano come contraccettivi composti chimici che sono abortivi. Ma infine sorge la domanda: basta il diritto all'obiezione di coscienza per combattere la cultura della morte?
imgnewsImmaginate la situazione peggiore possibile. Quella di essere ammalati, di aver sempre più bisogno di farmaci per curarsi, ma di non aver soldi a sufficienza per poterli comprare. Ebbene, questo scenario da incubo è vissuto da sempre più italiani, anno dopo anno. Anche nel 2017, il rapporto sulla povertà sanitaria del Banco Farmaceutico, pubblicato oggi, rivela questa drammatica verità: cresce il bisogno di farmaci (+9,7%, quindi un decimo in più, rispetto all’anno precedente) e anche il numero di coloro che non possono acquistare farmaci per ragioni economiche (+4% rispetto al 2015). Quest’ultimo è un fenomeno che riguarda ormai più di mezzo milione di persone: 580mila che non possono acquistare medicinali.
imgnews“Né vendette né facili scappatoie. La dignità dobbiamo scoprirla prima di tutto su noi stessi, perché noi valiamo il sangue di Cristo”. Sono le parole dell’attrice Beatrice Fazi sui recenti casi di molestie che dagli Stati Uniti stanno infiammando il dibattito anche in Italia dopo la massiccia campagna stampa – ma non giudiziaria – che vede protagonista il regista Fausto Brizzi, accusato da diverse attrici di molestie. La simpatica Melina di Un medico in Famiglia si è confidata in questa intervista alla Nuova BQ entrando in punta di piedi, ma senza fare sconti alla verità, su un argomento che i giornali stanno trattando con furore e poco rispetto umano verso tutti i protagonisti.
imgnews L’Alto commissario Onu per i diritti umani ha gettato addosso a Roma la responsabilità per le condizioni terribili dei migranti nei centri di detenzione libici. Ma Roma ha fatto molto più dell’Onu per loro
imgnews Esce oggi in libreria Si salvi chi vuole. Manuale di imperfezione spirituale, il nuovo libro di Costanza Miriano. Ecco una parte del primo capitolo.
imgnewsIl cardinale Reinhard Marx, arcivescovo di Monaco, membro del “C9” e uno dei principali consiglieri del Pontefice, ha lanciato nei giorni scorsi il dibattito sulla possibilità di ordinare sacerdoti dei laici maturi, i cosiddetti “Viri Probati.
imgnews«Chi è contro l'aborto diffonde false notizie». Così il New York Times svela il vero obiettivo della campagna contro le fake news. Si vuole obbligare i social network a far fuori pagine e siti politicamente scorretti.
imgnewsPolonia. Lo spot del Ministero della Salute per uno stile di vita sano. Come? Con i conigli, che si riproducono vertiginosamente. Un pugno nell'occhio pro family al politicamente corretto, ma che è parte del programma governativo 500+ che sta invertendo la curva demografica.
imgnewsIl referendum australiano sulle nozze gay dimostra che certi "successi" nascono dall'indottrinamento forzato di un popolo: iniquità e autoreferenzialità delle democrazie per confermare un consenso fabbricato artificiosamente. Col placet ecclesiastico.
imgnewsGrande gioia in Ungheria per il decreto con cui Papa Francesco ha riconosciuto il martirio di János Brenner, giovane sacerdote ungherese vittima della repressione comunista. L’atteso riconoscimento è arrivato proprio durante l’anno memoriale indetto dalla Diocesi di Szombathely per il 60mo anniversario della morte di don János.
imgnews“La Dalit Liberation Sunday è un appello all’intera comunità cristiana in India per rinnovare il nostro totale supporto ai dalit. Dobbiamo rimanere accanto a quanti vengono sfruttati, emarginati e discriminati nella società. Ho chiesto a tutte le Chiese cristiane e ai cristiani di celebrare la Dalit Liberation Sunday e manifestare la nostra solidarietà con i fratelli e le sorelle dalit”: con queste parole il vescovo Anthonisamy Neethinathan, presidente dell’Ufficio per le caste e le tribù svantaggiate, in seno alla Conferenza episcopale indiana (Cbci) annuncia all'agenzia Fides che il 12 novembre, è stata celebrata, la “Domenica per la liberazione dei dalit” (Dalit Liberation Sunday) in tutte le chiese, istituzioni e comunità cristiane dell’India. “Urge esprimere solidarietà con i Dalit dell’India,” ha detto il vescovo Neethinathan, che guida la diocesi di Chingleput, Tamil Nadu, in India meridionale.
imgnewsLa lotta della Chiesa contro la schiavitù, in duemila anni di storia, è una verità storica documentata, fra le altre cose, da bolle papali e scomuniche dei commercianti di schiavi, sempre rinnovate dal XV al XIX Secolo. Ma un libro, scritto dal sacerdote nigeriano Pius Adiele Onyemechi, intende dar la colpa alla Chiesa per la tratta.
imgnews La manifestazione nazionalista in Polonia di sabato scorso è stata il pretesto per riproporre l'immagine di paesi dell'Est dominati da forze reazionarie. Ma le cose stanno diversamente: i governi di destra godono del favore popolare sia per la difesa dell'identità nazionale sia per le politiche economiche che stanno dando buoni risultati.
imgnewsE’ cambiato il vento. D’improvviso la mano invisibile dei padroni del pensiero ha capovolto il pollice su internet e sui i social. Lorsignori del mainstream hanno deciso che la Rete – fino a ieri simbolo delle magnifiche sorti e progressive dell’umanità – è diventata la terribile minaccia che incombe su di noi, “il lato oscuro della forza” che può distruggerci.
imgnewsDopo il Belgio, Parigi. A Bruxelles nelle cattedrale un gruppo di giovani recitava il rosario ad alta voce durante la commemorazione dei 500 anni dell’inizio della Riforma protestante. I responsabili della cattedrale avevano chiesto l’intervento della polizia, che aveva portato fuori di peso i ragazzi.
Sabato, 18 novembre 2017
(Dedicaz. Basilica Pietro Paolo)
ita   eng   esp   fra   ger   cro  

Cerca nel sito

Rosario on line