Maria a Medjugorje Messaggio del 25 febbraio 1999: Cari figli, anche oggi sono con voi in un modo speciale meditando e vivendo nel mio cuore la passione di Gesù. Figlioli aprite i vostri cuori e datemi tutto ciò che vi è in essi: le gioie, le tristezze ed ogni dolore anche il più piccolo, perché io possa offrirli a Gesù, affinché Egli con il suo amore incommensurabile bruci e trasformi le vostre tristezze nella gioia della sua resurrezione. Ecco perché adesso vi invito, figlioli, in modo particolare ad aprire i vostri cuori alla preghiera, cosicché attraverso essa diventiate amici di Gesù. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!

Maria ci ama e si preoccupa per noi




Mons. E. L. Bataclan, vescovo delle Filippine, prima di partire da Medjugorje ha dichiarato: "Non ho difficoltà a credere che la Madonna appaia qui, perché il "sensum fidelium" (sentimento popolare) mi dice che la Vergine è qui, ed anche la mia esperienza venticinquennale, prima come sacerdote e parroco ed ora come vescovo, mi aiuta a riconoscere i segni speciali della presenza di Maria qui per prendersi cura di tutti i suoi figli.

Vorrei dire a tutti: Maria è una Madre che ama e vuole davvero venire in questo mondo; ella viene e ci dice cosa fare perché si preoccupa per noi. Spero che il mondo apra il suo cuore e la sua anima alla Madre buona. Per questa grazia preghiamo e che Dio vi benedica".

La festa dell'Immacolata è stata vissuta dai pellegrini in un'atmosfera di preghiera, pace e comunione che ha contraddistinto il santuario di Medjugorje I pellegrini locali sono giunti da tutte le zone del paese, mentre, tra i pellegrini stranieri, i più numerosi sono stati quelli giunti dalla Francia, Italia, Stati Uniti, Repubblica Ceca, Inghilterra, Brasile, Austria e Corea.

In occasione di questa solennità si è recitato il Rosario sulla Collina delle Apparizioni; alla Santa Messa serale hanno partecipato più di mille fedeli.

Fonte: Eco di Maria nr.149

Visite: 783

TAGS: FilippineTestimonianzaVescovo