Maria a Medjugorje Messaggio del 2 febbraio 2018:Cari figli, voi che mio Figlio ama, voi che io amo con immenso amore materno, non permettete che l’egoismo, l’amore di voi stessi, regni nel mondo. Non permettete che l’amore e la bontà siano nascosti. Voi che siete amati, che avete conosciuto l’amore di mio Figlio, ricordate che essere amati significa amare. Figli miei, abbiate fede! Quando avete fede siete felici e diffondete pace, la vostra anima sussulta di gioia: in quell’anima c’è mio Figlio. Quando date voi stessi per la fede, quando date voi stessi per amore, quando fate del bene al prossimo, mio Figlio sorride nella vostra anima. Apostoli del mio amore, io, come Madre, mi rivolgo a voi, vi raduno attorno a me e desidero guidarvi sulla via dell’amore e della fede, sulla via che conduce alla Luce del mondo. Sono qui per amore e per fede, perché, con la mia benedizione materna, desidero darvi speranza e vigore nel vostro cammino, poiché la via che conduce a mio Figlio non è facile: è piena di rinuncia, di donazione, di sacrificio, di perdono e di tanto, tanto amore. Quella via, però, porta alla pace e alla felicità. Figli miei, non credete alle voci menzognere che vi parlano di cose false, di una falsa luce. Voi, figli miei, tornate alla Scrittura! Vi guardo con immenso amore e, per grazia di Dio, mi manifesto a voi. Figli miei, venite con me, la vostra anima sussulti di gioia! Vi ringrazio.

Andrea Bocelli: "Vado a Me?ugorje a ricevere un messaggio, non a dare un messaggio"




Andrea Bocelli, uno dei più grandi tenori dei nostri tempi, terrà un concerto a Me?ugorje il 7 Agosto alle ore 21:00. Egli sarò accompagnato dall'Orchestra Sinfonica Nazionale della Repubblica Ceca, dal soprano Paola Sanguinetti e dal Coro Misto del Teatro Nazionale Croato di Spalato.

Questo concerto è stato annunciato come uno dei più importanti eventi culturali dell'anno in Bosnia Erzegovina.

Andrea Bocelli è nato nel villaggio di Lajatico in Toscana, Italia, il 22 Settembre 1958, dove è cresciuto nella fattoria di familia. A dodici anni ha perso la vista. Si è laureato in Legge e ha esercitato per un po' la sua professione. Da bambino era entusiasta dell'opera e della musica tradizionale italiana. Questo amore per la musica ha determinato la sua vita futura. Oggi egli afferma che la musica lo aiuta a vivere. Prima del concerto a Me?ugorje ha detto che questa sarà una "esperienza unica". Egli ha parlato anche della fede. "Chi non ha fede ha difficoltà a trovare ragioni per vivere e rischia sempre di essere deluso, perché la vita senza fede è una tragedia e finisce come un dramma. La fede ci aiuta a vivere, in se stessa è una ragione per vivere". Egli ha aggiunto: "La vita è una prova ed in questo senso la fede ha un posto importante, ed è una soluzione per molti problemi".

Alla richiesta su quale messaggio darebbe a coloro che in Bosnia Erzegovina stanno aspettando con gioia ed impazienza il suo concerto, egli ha risposto:

"Vado a Me?ugorje a ricevere un messaggio, non a dare un messaggio. L'unico messaggio che posso dare è contenuto e nascosto nelle note delle canzoni che canto, non ho nulla da aggiungere".

Fonte: www.medjugorje.hr

Visite: 831

TAGS: TestimonianzaAndrea BocelliVip