Maria a Medjugorje

Messaggio del 2 aprile 2015:Cari figli ho scelto voi, apostoli miei, perché tutti portate dentro di voi qualcosa di bello. Voi potete aiutarmi affinché l’amore per cui mio Figlio è morto, ma poi anche risorto, vinca nuovamente. Perciò vi invito, apostoli miei, a cercare di vedere in ogni creatura di Dio, in tutti i miei figli, qualcosa di buono e a cercare di comprenderli. Figli miei, tutti voi siete fratelli e sorelle per mezzo del medesimo Spirito Santo. Voi, ricolmi d’amore verso mio Figlio, potete raccontare a tutti coloro che non hanno conosciuto questo amore ciò che voi conoscete. Voi avete conosciuto l’amore di mio Figlio, avete compreso la sua risurrezione, voi volgete con gioia gli occhi verso di lui. Il mio desiderio materno è che tutti i miei figli siano uniti nell’amore verso Gesù. Perciò vi invito, apostoli miei, a vivere con gioia l’Eucaristia perché, nell’Eucaristia, mio Figlio si dona a voi sempre di nuovo e, col suo esempio, vi mostra l’amore e il sacrificio verso il prossimo. Vi ringrazio.

Andrea Bocelli: Vado a Medjugorje a ricevere un messaggio, non a dare un messaggio

27/01/2013 - Visite: 1577
IncrFont Stampa IncrFont Facebook Twitter
Andrea Bocelli, uno dei più grandi tenori dei nostri tempi, terrà un concerto a Me?ugorje il 7 Agosto alle ore 21:00. Egli sarò accompagnato dall'Orchestra Sinfonica Nazionale della Repubblica Ceca, dal soprano Paola Sanguinetti e dal Coro Misto del Teatro Nazionale Croato di Spalato.

Questo concerto è stato annunciato come uno dei più importanti eventi culturali dell'anno in Bosnia Erzegovina.

Andrea Bocelli è nato nel villaggio di Lajatico in Toscana, Italia, il 22 Settembre 1958, dove è cresciuto nella fattoria di famiglia. A dodici anni ha perso la vista. Si è laureato in Legge e ha esercitato per un po' la sua professione. Da bambino era entusiasta dell'opera e della musica tradizionale italiana. Questo amore per la musica ha determinato la sua vita futura. Oggi egli afferma che la musica lo aiuta a vivere. Prima del concerto a Medjugorje ha detto che questa sarà una "esperienza unica". Egli ha parlato anche della fede. "Chi non ha fede ha difficoltà a trovare ragioni per vivere e rischia sempre di essere deluso, perché la vita senza fede è una tragedia e finisce come un dramma. La fede ci aiuta a vivere, in se stessa è una ragione per vivere". Egli ha aggiunto: "La vita è una prova ed in questo senso la fede ha un posto importante, ed è una soluzione per molti problemi".

Alla richiesta su quale messaggio darebbe a coloro che in Bosnia Erzegovina stanno aspettando con gioia ed impazienza il suo concerto, egli ha risposto:

"Vado a Medjugorje a ricevere un messaggio, non a dare un messaggio. L'unico messaggio che posso dare è contenuto e nascosto nelle note delle canzoni che canto, non ho nulla da aggiungere".