Maria a Medjugorje Messaggio del 2 agosto 2010:Cari figli, oggi vi invito a cominciare insieme a me nei vostri cuori a costruire il Regno dei Cieli, a dimenticare ciò che è personale e, guidati dall’esempio di mio Figlio, a pensare a ciò che è di Dio. Che cosa Lui desidera da voi? Non permettete a satana di aprirvi le strade della felicità terrena, strade in cui non c’è mio Figlio. Figli miei, sono false e durano poco. Mio Figlio esiste. Io vi offro la felicità eterna e la pace, l’unità con mio Figlio, con Dio, vi offro il Regno di Dio. Vi ringrazio.

Venuti dall'aldilà: La benvenuta apparizione




Mio padre moriva in Germania il 18 marzo 1892, e mia madre veniva a convivere con noi a Odessa; ma cadeva a sua volta malata e moriva il 6 maggio dell'anno seguente. Mia madre si era sempre conservata scettica irriducibile circa l'esistenza dell'aldilà e la sopravvivenza dello spirito umano. Pochi minuti prima di morire, ricuperando un istante di coscienza di sé (giaceva inconscia da un paio d'ore), si rialzò da se stessa nel letto, protese in alto le braccia e, col volto atteggiato a grande sorpresa, esclamò: - Papà, papà -, come se le si fosse presentata inattesa e benvenuta l'apparizione di lui; quindi cadde riversa nelle braccia di mia moglie, esalando l'ultimo respiro. Mia madre aveva l'abitudine di chiamare suo marito con l'appellativo di papà, come noi bimbi. Certifico che quanto affermo è verità.
Rud C. Gittermann.

Visite: 802

TAGS: Aldilà