Maria a Medjugorje Message of December 25, 2015:Dear children! All these years that God permits me to be with you are a sign of the immeasurable love which God has for each one of you and a sign of how much God loves you. Little children, how many graces the Most High has given to you and how many graces he desires to give to you. But, little children, your hearts are closed and live in fear, and do not permit Jesus to have His love and His peace overcome your hearts and to begin to reign in your lives. To live without God means to live in darkness and never to come to know the Father's love and His care for each of you. Therefore, little children, today in a special way pray to Jesus that as of today your life may experience a new birth in God and become a light which will radiate from within you, and thus that you may become witnesses of God's presence in the world to every person who lives in darkness. Little children, I love you and daily intercede before the Most High for you. Thank you for having responded to my call.

Chi è venuto dall’aldilà? - Un vecchio appare a Padre Pio




Verso l’autunno del 1917 si trovava in quel tempo a S. Giovanni Rotondo (Foggia) la sorella di Padre Paolino, superiore del convento dei Cappuccini, Assunta di Tommaso, la quale era venuta a visitare il fratello e dormiva nella foresteria. Una sera, dopo cena, Padre Pio e Padre Paolino andarono a salutare la sorella, che si tratteneva vicino al focolare. Quando furono colà Padre Paolino disse: P. Pio, tu puoi restare qui vicino al fuoco, mentre noi andiamo un po’ in chiesa a recitare le preghiere. — Padre Pio, che era stanco, si mise a sedere sul lettino con la solita corona in mano, quando viene preso da una sonnolenza che subito gli passa, apre gli occhi e vede un vecchio avvolto in un piccolo cappotto che stava seduto vicino al fuoco. Padre Pio, al vedere costui, dice: Oh! Tu chi sei? e che cosa fai? — Il vecchio risponde: Io sono..., sono morto bruciato in questo convento (nella stanza n. 4, come mi raccontava don Teodoro Vincitore...) e sto qua per scontare il mio purgatorio per questa mia colpa...— Padre Pio promise che il giorno dopo avrebbe applicato la Messa per lui e che non si facesse più vedere là. Poi l’accompagnò fino all’albero (l’olmo che esiste ancor oggi) e là lo licenziò.

Padre Paolino lo vide per più di un giorno un po’ timoroso, e gli domandava che cosa gli fosse accaduto quella sera. Egli rispondeva che si sentiva poco bene. Finalmente un giorno confessò tutto. Allora Padre Paolino andò al Comune (anagrafe) ed effettivamente trovò nei registri che nel convento era morto bruciato nell’anno x un vecchio di nome Di Mauro Pietro (1831-1908). Tutto corrispondeva a quanto aveva detto Padre Pio. Da allora il morto non comparve più.

Fonte: P. Alessandro da Ripabottoni - P. Pio da Pietralcina - Centro culturale francescano, Foggia, 1974; pp. 588-589

Visite: 2137

TAGS: AldilàPadre PioPurgatorio