Maria a Medjugorje Messaggio del 12 giugno 1986:Cari figli, oggi vi invito a cominciare a dire il Rosario con fede viva, così io potrò aiutarvi. Voi, cari figli, desiderate ricevere grazie, ma non pregate, io non vi posso aiutare dato che voi non desiderate muovervi. Cari figli, vi invito a pregare il Rosario; il Rosario sia per voi un impegno da eseguire con gioia, così comprenderete perché sono da così tanto tempo con voi: desidero insegnarvi a pregare. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!

Venuti dall'aldilà: Un bene acquistato male




Si presentò un giorno a Maria Simma un certo signore che in tono sdegnoso le disse:
- Cos'è questa mistificazione delle anime del Purgatorio?
Maria gli rispose:
- Vieni a passeggiare qui. Non si tratta di mistificazione.
Allora, bofonchiando, arrivò dritto alla sua faccenda:
- Il signor E. è apparso a lei?
«Avevo davanti a me - è Maria Simma che riferisce - uno dei parenti a cui avevo annunciato, da parte del signor E., che si doveva rendere il bene acquistato male. Risposi affermativamente alla sua domanda. Cominciò allora a imprecare dicendo che ciò che io dicevo non era la verità, ma inganno per estorcere del denaro. - Che bene acquistato male dobbiamo rendere?
- Non lo so - gli risposi, - ho solo ricevuto la missione di comunicare alla vostra famiglia di restituire il bene acquistato male. Quale? Lei deve saperlo.
Seppi allora esattamente quale. Seppi ancora che la sua fede cristiana era molto scarsa; imprecò pure contro il Papa, la Chiesa, la religione.
Gli spiegai tranquillamente il significato. Si calmò e disse:
- Se è così, è necessario che io ricominci un'altra vita; non avevo più fiducia in nessun prete; ma ora devo cominciare a credere che nella nostra proprietà c'era un bene acquistato male. Non tutti i membri della stessa famiglia ne sono al corrente».

Visite: 1136

TAGS: Maria SimmaAldilàPurgatorio